Università Popolare, si riparte: 153 corsi in presenza e 35 online

8

All’insegna della sicurezza. Iscrizioni dal 1° al 31 ottobre. Inizio lezioni dall’8 novembre

PARMA – L’Università Popolare riparte con 188 corsi di cui 153 in presenza e 35 on line. Sono 148 i corsi programmati a Parma e 48 in comuni del territorio: Borgotaro, Calestano, Collecchio, Felino, Langhirano, Sissa-Trecasali, a cui quest’anno si è aggiunto Colorno.

Oltre ai tradizionali corsi di lingue (inglese, spagnolo, francese, tedesco, giapponese, russo, arabo), troviamo quelli di storia, filosofia, letteratura, arte, psicologia, scienze, informatica, salute e benessere, e si segnalano molte novità: lingua ebraica, storia greca e romana, Cristianesimo antico, storia della matematica, Paradiso dantesco, letteratura inglese, Ugo Foscolo poeta e politico, Parma città Unesco per la gastronomia, Donne e politica.

Le lezioni iniziano l’8 novembre, le iscrizioni sono aperte dall’1 al 31 ottobre.

L’inaugurazione dell’Anno Accademico si terrà martedì 23 novembre alle ore 17 presso l’Auditorium Università Popolare, in Borgo Sorgo, 12/a – Parma, con una prolusione della prof.ssa Isa Guastalla, docente di Letteratura italiana dal titolo “Leggere Dante oggi”, nel VII Centenario della morte del Sommo poeta.

Infine le 7 conferenze pubbliche mensili, gratuite, presso l’Auditorium della Università Popolare in Borgo Sorgo 12/a, (posti limitati, prenotazione obbligatoria tel. 0521 287249.) e poi le visite guidate e gli “Itinerari d’arte”.

Il nuovo anno accademico è stato presentato stamattina a Palazzo Giordani da: Diego Rossi Presidente della Provincia, Italo Comelli Presidente dell’Università Popolare.

“Quest’anno abbiamo privilegiato la modalità in presenza, per la fondamentale importanza della vita di relazione, anche se non mancano corsi a distanza – precisa il prof. Comelli – Il protrarsi della pandemia ha comportato l’annullamento della quasi totalità dei corsi programmati in presenza nell’anno scolastico 2020-2021. Si sono potuti svolgere solo 47 corsi a distanza in modalità telematica, creandoci non pochi problemi, anche economici. Ora che scuola e Università hanno riaperto, anche Università Popolare vuole riprendere i corsi e le lezioni in presenza, nel rigoroso rispetto degli standard di sicurezza per docenti e allievi.”

“Siamo felici di constatare che anche l’Università Popolare è impegnata a contribuire alla ripartenza del Paese dopo la pandemia – afferma il Presidente della Provincia Diego Rossi – Tornare a mettere a disposizione dei cittadini del Parmense momenti di formazione e di approfondimento di qualità, aperti a tutti, è un importante segnale di fiducia e indica un positivo sguardo verso un futuro da costruire insieme, sulla conoscenza e la condivisione dei valori.”

LE ISCRIZIONI
I corsi sono a pagamento (quota di iscrizione associativa di 20 euro + contributo per i singoli corsi, da 30 a 240 euro, a seconda del tipo e della durata).
Nell’anno accademico 2021/2022 è ancora possibile utilizzare, per qualunque corso, per chi non lo avesse ancora scontato, il buono rilasciato a fronte dei corsi interrotti nell’anno scolastico 2019/2020.
Le iscrizioni si ricevono dal 1° ottobre a Parma, Borgo Sorgo 12/A, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; solo in ottobre anche sabato dalle 9 alle 12.
Per una maggior tutela sanitaria è consigliata l’iscrizione online, scaricando il modulo dal sito e inviando bonifico bancario e modulo compilato all’indirizzo: info@universitapopolare.pr.it
Per le iscrizioni ai corsi nei Comuni si consulti il sito web http://www.universitapopolare.pr.it

LA SICUREZZA
Sarà possibile accedere in aula solo con Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) in corso di validità per la durata del corso. La verifica del Certificato e la sua scadenza avverrà all’ingresso a cura del personale di sorveglianza.
All’atto dell’iscrizione, i soci si impegnano a rispettare le norme di comportamento prescritte:
• misurazione temperatura a carico dell’iscritto a casa prima di recarsi a lezione
• utilizzo dei DPI indispensabili (mascherina chirurgica)
• rigoroso rispetto degli orari di durata delle lezioni
• rapida uscita dalle aule al termine delle lezioni
• divieto di stazionamento e di assembramento nei corridoi
Per i corsi che si svolgono nel Comune di Parma, l’Università Popolare ha:
• Ridotto il numero di iscritti a ciascun corso per garantire un adeguato distanziamento
• previsto di scaglionare gli orari di inizio delle singole lezioni
• previsto di aerare i locali al termine delle singole lezioni
• previsto di effettuare regolare disinfezione delle tastiere dei computer, della cattedra, delle sedute al termine dell’utilizzo.
Per i corsi che si svolgono nei Comuni, saranno questi a provvedere.

L’UNIVERSITÀ POPOLARE
Fondata nel 1901 da eminenti personalità della cultura, l’Università Popolare ha iniziato la sua attività nel 1902 e continua fino ad oggi, con una sospensione dal 1925 al 1946 ordinata dal Prefetto perché vi era stato commemorato Matteotti.
Organizzava vari corsi di specializzazione professionale e conferenze, ed era sostenuta dal contributo di enti pubblici come Comune e Provincia, istituzioni varie, banche, sindacati, da personalità di rilievo della politica, della cultura e della scuola.
Oggi l’Università Popolare è un’associazione di Promozione Sociale iscritta al Registro Regionale e all’Albo associazionismo del Comune di Parma, che offre ai propri soci un servizio di crescita culturale svolgendo corsi sui più diversi argomenti e promuovendo attività di educazione permanente degli adulti, mediante corsi di insegnamento teorico e pratico a carattere formativo, informativo, di aggiornamento e qualificazione. Si avvale della collaborazione di insegnanti specializzati e personale qualificato.

Nella foto: Rossi e Comelli.