United Riccione, a Scandicci un pari-beffa

13

Biancazzurri subito sotto, bravi a rimontare con le punizioni di Ferrara e Benedetti. Nel finale decisivo il colpo di testa di Francalanci per il 2-2.

SCANDICCI (FI) – SCANDICCI – UNITED RICCIONE 2-2

SCANDICCI (442):

Dainelli; Frascadore (28’st Tacconi), Cecconi, Di Blasio (28’st Ficini), Santeramo, Francalanci, Bartolozzi (39’st Grillo), Sinisgallo, Saccardi; Gozzerini (28’st Vezzi), Akammadu (44’st Meucci).

A disp.: Timperanza, Edu Mengue, Ghinassi, Corsi.

All.: Rigucci.

UNITED RICCIONE (442):

Pezzolato; Colombo, Scrosta, Rinaldi, Contessa; Bellini, Abonckelet (20’st Panioli), Benedetti, Gambino (40’st Rui Ferreira); Ferrara, Padovan (28’st D’Antoni).

A disp.: De Fazio,

All.: Gori

Arbitro: D’Agnillo di Vasto.

Ammonito: Francalanci.

Marcatori: 4’ Gozzerini, 17’ Ferrara, 20’st Benedetti, 43’st Francalanci.

Doccia fredda dopo 4 minuti quando Bortolozzi prima e Gozzerini poi hanno la meglio su Scrosta e Benedetti, Gozzerini, recuperata palla, trova lo spazio per concludere a rete e infilare la palla sul palo più lontano.

L’approccio dei padroni di casa è decisamente più aggressivo e complice anche un arbitraggio “all’inglese”, i primi minuti della sfida per lo United Riccione risultano piuttosto complessi.

A riportare parità e serenità ci pensa Ferrara che da una punizione laterale trova lo spazio giusto per beffare Dainelli e firmare il pari al minuto 17.

Lo United cresce con il passare dei minuti, guadagna la sicurezza persa con il provvisorio vantaggio dello Scandicci ma non sfonda.

Solo al 45esimo arriva una ghiotta occasione per il vantaggio sempre con Ferrara che guadagna metri servito da Gambino, salta un uomo in area e spara sul secondo palo mancando di poco lo specchio.

Inizio di ripresa di marca biancazzurra con Gori che sceglie di confermare gli 11 del primo tempo. Al 17’ Padovan salta l’uomo e se ne va solo verso la porta difesa da Dainelli ma viene fermato al limite. Servono tre minuti per battere il calcio di punizione del vantaggio. Benedetti pennella sul secondo palo, palla a giro che si insacca per l’1-2.

Nonostante il Riccione appaia piuttosto in controllo qualche minuto dopo il vantaggio arriva una conclusione di Akkamadu che si infrange sul palo alla destra di Pezzolato.

D’Antoni entrato per Padovan da vigore ai suoi ma a due minuti dal 90esimo Francalanci di testa su calcio d’angolo svetta più alto di tutti e trova il pari.

Il 2-2 finale è una beffa per uno United Riccione che ha faticato più del solito ma che era in gestione della partita a pochi minuti dalla fine.