Unibo. Al via il Festival “Terre Promesse. Migrazioni e Appartenenze”

Nell’ambito della terza edizione del Festival delle biblioteche specializzate di Bologna, gli eventi organizzati in Ateneo dalla Biblioteca “Mario Gattullo” del Dipartimento di Scienze dell’Educazione e la Biblioteca “Silvana Contento” del Dipartimento di Psicologia Unibo

logo-uniboBOLOGNA – In programma da sabato 9 a venerdì 22 febbraio la terza edizione del Festival delle biblioteche specializzate di Bologna sul tema delle migrazioni, con il patrocinio, tra gli altri, del Sistema Bibliotecario d’Ateneo. Della Rete Specialmente in Biblioteca fanno parte la Biblioteca “Mario Gattullo” del Dipartimento di Scienze dell’Educazione e la Biblioteca “Silvana Contento” del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Bologna che propongono una riflessione aperta all’intera comunità universitaria e cittadina sul vasto tema della migrazione, a partire dalle proprie specificità disciplinari.

Un convegno e una mostra fotografica per mettere in luce la condizione dell’infanzia nei processi migratori dal sud del mondo verso l’Europa: sono le iniziative messe in campo dalla Biblioteca del Dipartimento di Scienze dell’Educazione. Un seminario sulla ricchezza del plurilinguismo in occasione della Giornata Mondiale della Lingua Madre è la proposta della Biblioteca del Dipartimento di Psicologia.

Il convegno “Infanzia migrante. Capire, narrare, accogliere” si svolgerà mercoledì 13 febbraio, dalle 9.00 alle 19.30, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze dell’Educazione (Via Filippo Re, 6 – Bologna).

Il convegno vedrà la partecipazione di docenti, esperti e figure istituzionali, tra cui la Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Emilia-Romagna e una testimonianza video di Moni Ovadia. In apertura sarà inaugurata la mostra PATHS of HOPE and DESPAIR di Yannis Behrakis (Premio Pulitzer 2015 – in video conferenza da Atene) che resterà aperta a ingresso libero fino al 11 marzo, presso l’atrio del Dipartimento di Scienze dell’Educazione.

Nell’ambito del convegno saranno, inoltre, presentati il progetto che ha dato origine al volume: Fiabe Migranti (fiabe inventate dai bambini ospitati in alcuni campi profughi vicini a Salonicco) con la partecipazione dell’attrice Lucia Gadolini e il progetto Benkelema, l’opera collettiva di un gruppo di ragazzi africani arrivati a Bologna con il programma di protezione per i minori e ospitati presso il Ceis.

Il seminario “Ogni lingua vale. Pratiche e valorizzazioni della diversità linguistica” si terrà giovedì 21 febbraio dalle 15.00 alle 18.00, nell’Aula Magna del Dipartimento di Psicologia (Viale Berti Pichat, 5 – Bologna).

L’incontro svilupperà il tema del plurilinguismo intrecciando interventi accademici, narrazioni in più lingue dello scrittore Tahar Lamri e contributi musicali di Gabriella Ghermandi. Tra gli altri temi sarà sviluppato il bilinguismo nel contesto dell’apprendimento e il valore della lingua madre anche come lingua materna, con presentazione di esperienze di valorizzazione della genitorialità nei servizi per l’infanzia.