Una call per le imprese che cercano talenti internazionali

32

BOLOGNA – “it-ER Careers” è un progetto pilota nell’ambito del più ampio programma it-ER International Talents Emilia-Romagna per l’attrazione di talenti internazionali, inclusi gli emiliano-romagnoli che vivono all’estero.

Promosso dalla Regione Emilia-Romagna e gestito da ART-ER, ha l’obiettivo di promuovere l’Emilia-Romagna come destinazione professionale e attrarre talenti internazionali che possiedono le competenze più ricercate dalle imprese, ma più difficili da individuare a livello locale.

Nei giorni scorsi è stato aperta una call per la selezione di imprese e soggetti accreditati ai servizi per il lavoro alla ricerca di software developer.

L’esigenza di ricerca di questo specifico profilo professionale è emersa dal tavolo regionale multistakeholder dedicato al tema dell’attrazione e del retention dei talenti internazionali, anch’esso coordinato da ART-ER, in cui i partecipanti hanno espresso il bisogno di rafforzare i servizi a supporto della ricerca di competenze qualificate e al contempo di aiutare le Pmi a rafforzare la propria capacità attrattiva internazionale.

it-ER Careers prevede una serie di azioni, tra cui una campagna internazionale di recruitment che vedrà la collaborazione di imprese, startup e soggetti accreditati ai servizi per il lavoro, con il supporto di Future Place Leadership, società di consulenza svedese specializzata in strategie e servizi per attrarre talenti internazionali.

Un ruolo importante sarà affidato ai cosiddetti Ambassador: studenti, dottorandi, ricercatori,  professionisti stranieri che risiedono in Emilia-Romagna o emiliano-romagnoli rientrati  dopo un periodo di permanenza all’estero,  diventeranno i testimonial presso le rispettive community di appartenenza e reti di relazione.

I talenti interessati all’Emilia-Romagna saranno supportati con servizi e attività dedicate per facilitare la loro candidatura e la possibilità di trasferirsi concretamente.

Il progetto it-ER Careers fa parte di una strategia complessiva avviata dalla Regione sull’attrazione dei talenti. Da circa un anno, infatti, è attivo il sito it-ER, International Talents in Emilia-Romagna, uno strumento per facilitare l’individuazione dei servizi e delle opportunità per studenti, ricercatori o lavoratori internazionali con alte competenze, interessati a trasferirsi o a tornare in Emilia-Romagna. Tra questi anche la Guida ai servizi it-ER, nata dalla collaborazione dai principali stakeholder del territorio.

“L’attrazione e il rientro di competenze e profili professionali dall’estero rappresenta un tassello importante delle strategie di sviluppo della Regione Emilia-Romagna, complementare al piano per l’attrattività di imprese e investimenti – dichiara Vincenzo Colla,  assessore allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione della Regione Emilia-Romagna – Sempre di più, infatti, oltre alla finanza saranno le competenze e i saperi a fare la differenza nella sfida globale e nella competizione internazionale, anche e soprattutto di fronte alla grande velocità che i cambiamenti tecnologici impongono all’economia e alla società. L’Emilia-Romagna è un territorio noto e già da tempo attrattivo a livello globale. È ora che il nostro ecosistema, fatto di filiere d’eccellenza del Made in Italy, di imprese capaci di relazionarsi con il mondo, di città e servizi a misura d’uomo, di centri culturali di riconosciuto valore, di primarie università, centri di ricerca e tecnopoli d’eccellenza, si qualifichi anche per attirare e trattenere i giovani talenti, evitando di consegnare le migliori competenze e abilità ad altri Paesi.” 

Rientra in questa strategia anche l’iniziativa ON THE MOVE: L’ECOSISTEMA IN MOVIMENTO che ha l’obiettivo di mettere in connessione studenti, ricercatori o lavoratori emiliano-romagnoli residenti all’estero, con l’ecosistema dell’innovazione dell’Emilia-Romagna per promuovere collaborazioni e far conoscere le opportunità della nostra regione. Un’iniziativa che ha contribuito a creare una community virtuale dei talenti internazionali, gestita da ART-ER e finanziata dalla Regione Emilia-Romagna con il Fondo Sociale Europeo. La community è presente sulla piattaforma EROI – Emilia-Romagna Open Innovation.

Foto: Vincenzo Colla, assessore regionale allo sviluppo economico, green economy, lavoro, formazione, XI legislatura