“Un vaccino prezioso contro l’indifferenza”

12

Nel Giorno della Memoria il sindaco Muzzarelli partecipa alla commemorazione in Università e cita Liliana Segre. Il programma dei prossimi giorni

MODENA – “Un vaccino prezioso contro l’indifferenza”. In occasione della Giornata della Memoria il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli cita la concittadina onoraria Liliana Segre per sottolineare che è necessario riaffermare ogni giorno “i diritti umani e sociali, la pace, la libertà, la democrazia, l’impegno contro la sopraffazione e per la giustizia: è necessario ricordare quell’orrore se non vogliamo che vengano riportate indietro le lancette della storia”.

Il sindaco in mattinata ha deposto, insieme al rettore Carlo Adolfo Porro, una corona alla lapide che all’Università ricorda i docenti e gli studenti perseguitati a causa delle leggi razziali.

Il programma di iniziative promosso dal “Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento” in occasione del Giorno della Memoria, che ricorda l’anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz nel 1945, prosegue con altri appuntamenti.

Giovedì 28 gennaio il Progetto Rivoluzioni propone “Integrazione e discriminazione. I luoghi della storia ebraica a Modena”, racconto per luoghi e immagini alle 10 su Facebook di Istituto storico e Centro documentazione donna e sul sito del progetto (https://rivoluzioni.modena900.it). Sempre giovedì, alle 18, in collegamento dall’Archivio Storico del Comune, su piattaforma Webex (prenotazioni archivio.storico@comune.modena.it), lettura e commento di una grida del 1620, che documenta forme di discriminazione antisemita anche all’epoca del duca Cesare d’Este (informazioni tel. 059 2033454).

Venerdì 29 gennaio dalle 10 alle 13 in piazzetta S. Eufemia (nel rispetto delle norme per la prevenzione del contagio da Covid) è in programma “Parole del silenzio”, progetto dell’Ipsia Corni di un’installazione visiva e sonora che riproduce lettere e messaggi clandestini di deportati e diffonde le voci dei ragazzi che leggono (anche sui canali social Ipsia).

Sala Truffaut virtuale, infine, propone due film “Il grande dittatore” di Chaplin, con sequenze tagliate dalla censura italiana nel 1961, e “La douleur” di Emmanuel Finkiel, dal romanzo autobiografico di Marguerite Duras, ambientato in Francia nel 1944 occupata dai nazisti (per i biglietti info sul sito www.circuitocinema.mo.it).

Anmig e Anpi rendono disponibile alle scuole il Dvd “Memoria di un viaggio di sola andata, spettacolo su testi di Primo Levi, di e con Andrea Ferrari.

Il programma del Giorno della Memoria è online: www.comune.modena.it.