Ultimi giorni per la mostra Nino Migliori al Teatro Comunale di Bologna

5

BOLOGNA – Prosegue fino al 21 settembre al Teatro Comunale di Bologna la mostra Oltre il sipario, la nuova produzione fotografica del maestro Nino Migliori, grande interprete della fotografia contemporanea, tra i primi ad aver intuito, considerato e attuato nuove pratiche della fotografia.

Oltre il sipario, mostra a cura di Denis Curti, nasce da una idea di Applied, realtà che applica le tecnologie più avanzate al mondo dei processi industriali, proponendo soluzioni radicalmente innovative, in collaborazione con Teatro Comunale di Bologna e Fondazione Nino Migliori.

Oltre il sipario è il primo dei progetti con cui gli imprenditori di Applied intendono restituire al territorio in cui operano parte di quanto ricevuto, facendo così conoscere storie di luoghi che fanno parte della memoria collettiva. Si è pensato quindi allo sguardo autoriale del maestro Migliori per raccontare l’anima e la memoria storica, cultuale e artistica del Comunale di Bologna. La mostra è correlata all’omonimo libro fotografico a cura di Denis Curti (Postcart Edizioni srl, 2020, 24 x 30 cm-152 pagine193 foto bn duotone, 8 foto colori).

Il progetto vuole essere un omaggio al Teatro Comunale di Bologna, che l’artista emiliano ha esplorato palmo a palmo per tre mesi consecutivi nella primavera-estate del 2019 per mettere in scena una sua personalissima storia, che riesce a restituire le atmosfere e le magie che abitano quel luogo: momenti di una vita teatrale quotidiana, che oggi assumono un valore particolarmente emozionante e significativo a causa del difficile momento storico che il teatro sta vivendo.

Questo progetto di libro e di mostra è l’esordio ufficiale del nostro lavoro – precisa Applied – E Il luogo prescelto è la citta di Bologna, cuore pulsante di un territorio caratterizzato proprio da quelle eccellenze che hanno generato la nascita della nostra realtà. Un Teatro scelto come soggetto ideale per rappresentare i temi della ricerca, della sperimentazione, della tecnologia e della versatilità.

È un onore poter avere una prima di così alto livello perché, con “Oltre il sipario”, il pensiero fluido di Applied trova un suo naturale habitat all’interno di un contesto ispirato alle emozioni che solo la bellezza può provocare. Insignito di questo privilegio è uno dei più apprezzati fotografi italiani: il bolognese Nino Migliori. Il suo è un suggestivo racconto dedicato alla magia del Teatro Comunale di Bologna. Con uno story telling visivo ripercorre l’intera spina dorsale del Teatro. Il racconto si sviluppa dall’alto verso il basso e riesce a raccogliere una quantità umana fatta di competenze e passioni. La punteggiatura di questo racconto è data dai volti e dai sorrisi, mentre la vera e propria grammatica delle immagini è costituita dallo stupore che prende forma davanti alla bellezza e alla storia di quel luogo. È un po’ come dire che la progettualità visiva di Migliori può nascere solo nel bello, ma prende corpo solo nella condivisione.

Nota Biografica
La fotografia di Nino Migliori, dal 1948, svolge uno dei percorsi più diramati e interessanti della cultura d’immagine europea. Gli inizi appaiono divisi tra fotografia neorealista con una particolare idea di racconto in sequenza, e una sperimentazione sui materiali. Da una parte, quindi, in pochissimi anni, nasce un corpus segnato dalla cifra stilistica dominante dell’epoca, il cosiddetto neorealismo: una visione della realtà fondata sul primato del “popolare”, con le sue subordinate di regionalismo e di umanitarismo. Sull’altro versante Migliori produce fotografie off-camera, opere che non hanno confronti nel panorama della fotografia mondiale, sono comprensibili solo se lette all’interno del versante più avanzato dell’informale europeo con esiti spesso in anticipo sui più conosciuti episodi pittorici. La ricerca continuerà nel corso degli anni coinvolgendo altri materiali e tecniche: polaroid, bleaching.

Dalla fine degli anni Sessanta il suo lavoro assume valenze concettuali ed è questa la direzione che negli anni successivi tende a prevalere. Sperimentatore, sensibile esploratore e alternativo lettore, le sue produzioni visive sono sempre state caratterizzate da una grande capacità visionaria che ha saputo infondere in un’opera originale ed inedita. Nuovi scenari e seduzioni si dispongono nell’opera in cui il progetto diviene composizione, territorio di esplorazione e punto di riflessione critica. Riflessione sull’uso della fotografia, sulla sua testimonianza attraverso la scoperta di rinnovate gestualità e contaminazioni. È l’autore che meglio rappresenta la straordinaria avventura della fotografia che, da strumento documentario, assume valori e contenuti legati all’arte, alla sperimentazione e al gioco. Oggi si considera Migliori come un vero architetto della visione. Ogni suo lavoro è frutto di un progetto preciso sul potere dell’immagine, tema che ha caratterizzato tutta la sua produzione. Sue opere sono conservate in importanti collezioni pubbliche e private fra le quali Mambo – Bologna; Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea – Torino; CSAC – Parma; Museo d’Arte Contemporanea Pecci – Prato; Galleria d’Arte Moderna – Roma; Calcografia Nazionale – Roma; MNAC Barcellona; Museum of Modern Art – New York; Museum of Fine Arts – Houston; Bibliothèque Nationale – Parigi; Museum of Fine Arts – Boston; Musée Reattu – Arles; Maison Européenne de la Photographie- Parigi, The Metropolitan Museum- New York, SFMOMA – San Francisco ed altri.

Applied propone competenze, servizi e prodotti ad alto valore aggiunto, per supportare ed accompagnare le aziende che vogliono intraprendere un percorso di innovazione digitale destinata al proprio settore, proponendosi di applicare pragmaticamente necessità aziendali, idee e creatività. Applied, seguendo il proprio codice etico e valoriale, propone l’integrazione tra l’industria ed il territorio, attraverso soluzioni complesse in cui persone, tecnologie e processi perseguono lo stesso obiettivo: la creazione di valore per il sistema nella sua interezza. La rivoluzione digitale è in atto ed Applied vuole essere interprete e mediatore delle inevitabili evoluzioni sociali e culturali interne ed esterne al sistema aziendale. Scouting ed applicazione del know-how sono per Applied attività imprescindibili per affiancare e supportare le aziende nella IV rivoluzione industriale.

INFORMAZIONI
Titolo: Oltre il sipario
Opere di: Nino Migliori
A cura di: Denis Curti
Promosso da: Applied in collaborazione con Teatro Comunale e Fondazione Nino Migliori
Dove: Archiginnasio, P.za Galvani 1, Bologna e Teatro Comunale, Largo Respighi 1, Bologna

Ingresso gratuito
per informazioni: marketing@applied.it
www.applied.it
Oltre il sipario photography exhibition Nino Migliori – applied

Oltre il Sipario
Teatro Comunale da martedì al venerdì 12.00 – 18.00, sabato: 11.00 – 15.00

Applied,
in collaborazione con
Teatro Comunale di Bologna e Fondazione Nino Migliori

presenta
Oltre il sipario
mostra fotografica di Nino Migliori
a cura di Denis Curti

Teatro Comunale – Largo Respighi 1, Bologna
fino al 21 settembre 2021