Ubriaco alla guida si schianta contro muretto: denunciato

11

La Polizia locale è intervenuta in via Emilia ovest dopo che un 49enne è terminato sulla recinzione di un ristorante. Aveva un tasso alcolico quasi il quintuplo del consentito

polizia- municipaleMODENA – Ha perso il controllo della sua Lancia Thesis ed è terminato contro la recinzione di un ristorante, abbattendo un muretto collocato a protezione del locale pubblico. Dopo l’incidente, avvenuto poco prima della mezzanotte di venerdì 13 agosto in via Emilia ovest, l’automobilista, un 49enne, è stato denunciato dalla Polizia locale di Modena: aveva un tasso alcolico, infatti, quasi cinque volte oltre il consentito.

Come ricostruito dall’Infortunistica, il mezzo condotto dall’uomo, originario dello Zimbabwe e residente in un comune della provincia, stava procedendo in direzione del centro città quando, giunto in prossimità di una semi-curva a destra, ha sbandato verso il lato opposto di marcia. La Lancia è finita contro il manufatto, posizionato in prossimità della zona posteriore del ristorante, a pochi metri dall’area adibita a dehors. Sul posto, quindi, sono intervenute le pattuglie del Comando di via Galilei, che hanno avviato i rilievi finalizzati a determinare le cause dell’accaduto e hanno sottoposto il conducente, a cui un’ambulanza del 118 ha prestato i primi soccorsi sanitari, all’alcoltest. Dall’esame è stato riscontrato lo stato di alterazione del 49enne, con un tasso di circa 2,4 grammi per litro (il limite è 0,5), collocandolo nella terza e più grave fascia individuata dalle normative.

All’uomo, dunque, è stato contestato il reato definito dall’articolo 186 del Codice della strada e gli è stata ritirata la patente, mentre la Lancia è stata sottoposta a sequestro. Sarà adesso l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare l’eventuale sanzione penale a suo carico (l’ammenda prevista va da 1.500 a 6mila euro) ed eventuali sanzioni accessorie, la detrazione dei punti e la durata della sospensione del documento di guida da uno a due anni.

Inoltre, alla proprietà del ristorante saranno fornite le informazioni del 49enne, con cui potranno decidere di avviare l’iter assicurativo finalizzato alla richiesta di risarcimento dei danni subiti dalla recinzione del locale.