Ubriaca al volante, denunciata dopo l’incidente

14

Una 26enne coinvolta in uno scontro su strada Cimitero San Cataldo. La Polizia locale ha rilevato un tasso alcolico oltre il triplo del consentito, sequestrata l’auto

polizia- municipaleMODENA – Si è messa al volante con un tasso alcolico oltre il triplo del consentito, rimanendo coinvolta in un incidente stradale. È stata denunciata una 26enne trovata in stato di ebbrezza dalla Polizia locale di Modena dopo il sinistro avvenuto in strada Cimitero San Cataldo alle 3 della notte tra martedì 13 e mercoledì 14 ottobre.

Secondo la ricostruzione dell’Infortunistica, la Toyota Yaris guidata dalla ragazza, che vive in un comune della provincia, stava procedendo in direzione della tangenziale quando, all’altezza di una curva, è venuta a collisione con una Bmw condotta da un 47enne, residente in città, diretta nell’opposto senso di marcia. Dopo lo scontro, sul posto sono intervenute le pattuglie che hanno avviato gli accertamenti per determinare la dinamica dell’accaduto. Inoltre, i due conducenti sono stati sottoposti all’alcoltest e dall’esame è stata riscontrata la condizione di alterazione della 26enne, che aveva un tasso di circa 1,9 grammi per litro (il limite è 0,5). Alla giovane è stato contestato il reato definito dall’articolo 186 del Codice della strada e gli è stata ritirata la patente, mentre la Toyota, di sua proprietà, è stata sequestrata.

Sarà ora l’Autorità giudiziaria a decidere in quale misura applicare la sanzione penale a carico dell’automobilista (l’ammenda prevista va da 1.500 a 6.000 euro) ed eventuali sanzioni accessorie, la detrazione dei punti e la durata della sospensione del documento di guida da uno a due anni. L’ammenda potrà anche essere aumentata da un terzo alla metà, in quanto il fatto è stato commesso nelle ore notturne (dopo le 22 e prima delle 7).