Tutela dell’ambiente: a Ferrara vietato il lancio di palloncini, lanterne, coriandoli di plastica e altri oggetti inquinanti

8

In vigore ordinanza del Sindaco valida anche in occasione di eventi pubblici, feste e manifestazioni

FERRARA – In tema di tutela dell’ambiente il Comune di Ferrara punta a limitare il più possibile la dispersione sul territorio di ogni tipo di oggetto o sostanza possibilmente inquinante. Una nuova ordinanza firmata dal Sindaco stabilisce infatti (fermo restando il divieto di abbandono di qualsiasi tipo di rifiuto): “il divieto sul territorio comunale di imbrattare o lordare il suolo pubblico mediante il rilascio volontario di palloncini, anche se biodegradabili, nastri colorati, lanterne cinesi, coriandoli di plastica o di altri dispositivi aerostatici idonei a disperdersi senza controllo nell’ambiente anche in occasione di eventi pubblici, feste, ricorrenze o manifestazioni, anche sportive“.

Il provvedimento, pubblicato all’albo pretorio e già in vigore in maniera permanente sul territorio comunale, è stato adottato sulla base di studi effettuati a livello internazionale che hanno dimostrato le conseguenze dannose dei frammenti di palloncini abbandonati nell’ambiente e dei nastri colorati che li trattengono. I palloncini, di cui già molti Stati hanno vietato lanci massivi, spesso finiscono infatti per essere ingeriti da animali marini e terrestri, organismi presenti in natura e diverse specie di uccelli, causandone irrimediabilmente il decesso.

“La nostra Amministrazione sottolinea l’assessore comunale all’Ambiente Alessandro Balboni – si pone all’avanguardia nella lotta alle microplastiche. Questa ordinanza, solo apparentemente banale, previene la dispersione nell’ambiente di materiali solo all’apparenza innocui, che in realtà causano gravi danni all’ecosistema. Il divieto di rilascio in atmosfera di palloncini o il lancio di coriandoli e festoni di plastica impedirà che queste microplastiche finiscano in mare e quindi nella catena alimentare”.

Laura Felletti Spadazzi, referente provinciale dell’associazione Plastic Free, che si è fatta promotrice del provvedimento, dichiara: “insieme ai volontari Plastic Free sono molto orgogliosa che l’Amministrazione comunale di Ferrara abbia accolto la nostra richiesta di normare una pratica di festeggiamenti che poco si sposa con il rispetto dell’ambiente. Un ringraziamento speciale va all’assessore all’Ambiente Alessandro Balboni che ci ha ascoltati e supportati. Ferrara è il primo capoluogo di provincia ad avere emanato questa ordinanza e primo Comune in Emilia Romagna, un bel primato. L’auspicio è che sempre più persone prendano coscienza dell’importanza derivata dall’evitare piccoli gesti da sempre compiuti con leggerezza, ma che impattano pesantemente sugli ecosistemi”.