Turismo. Torna a Forlì e in Romagna la Settimana del Buon Vivere. Dal 21 al 30 settembre via alla nona edizione della manifestazione dedicata ai “Luoghi”

Oltre 100 gli appuntamenti in programma con grandi nomi di arte, economia, giornalismo, spettacolo per discutere sul senso del Buon Vivere

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – Si terrà dal 21 al 30 settembre a Forlì e in Romagna la nona edizione della “Settimana del Buon Vivere” che quest’anno avrà come filo conduttore il tema dei luoghi come spazi di relazione. Un fitto programma con oltre 100 eventi e attività proposti e gestiti da circa 250 realtà del territorio tra associazioni, imprese e cittadini che si svolgono prevalentemente all’interno del Complesso dei Musei di San Domenico.

Tra i numerosi ospiti della manifestazione, che lo scorso anno che si è attestata sulle 110mila presenze, Pupi Avati, Pippo Baudo, Peppe Vessicchio, Leonardo Manera, Lucia Annibali, Alessandro Milan, Gabriele Del Grande, Davide Enia, Marc Lazar, Michela Murgia.

“La Settimana del Buon Vivere è una realtà che è cresciuta molto negli ultimi anni venendo a porsi, per la qualità dei contenuti, come l’apertura del cartellone autunnale degli eventi di tutta la Romagna – ha detto l’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, in occasione della presentazione della manifestazione –. Il prossimo anno poi, per la decima edizione, sono certo che si realizzeranno le condizioni per un’ulteriore salto di qualità anche in termini di attrattività turistica sul piano nazionale cui non mancheremo di dare il nostro contributo come Regione”.

“Questa non edizione è dedicata al tema dei luoghi, perché dai luoghi intesi come comunità aperte all’incontro con l’altro ha preso il via tutta l’esperienza della Settimana– ha spiegato l’ideatrice, Monica Fantini-. Un’esperienza che non nasce ‘dal basso’ ma ‘dal centro’, cioè dal cuore, come racconta anche il logo creato appositamente da Nespolo, uno dei tanti artisti e studiosi di livello internazionale che ogni anno si aggiungono alla nostra città ideale del Buon vivere”.

Cosa c’è in programma
La Settimana del Buon Vivere, come da tradizione, farà da cornice ad una grande mostra fotografica: quest’anno è la volta di “Viaggio racconto memoria” di Ferdinando Scianna che sarà inaugurata il 22 settembre e rimarrà aperta fino al 6 gennaio. La sera prima l’autore sarà ospite di un incontro aperto al pubblico.
Oltre ai numerosi ospiti che si alterneranno sul palco dell’Auditorium della Chiesa di San Giacomo con incontri e che spaziano dai luoghi ai confini, dall’economia alla scienza, si conferma tra i progetti speciali la Notte Verde e dell’Innovazione responsabile trait-d’union di tutti gli appuntamenti dedicati a temi green con speciali appuntamenti dedicati ai più piccoli.
Fra i momenti più importanti, la presenza dell’Associazione dei Borghi autentici d’Italia, che porteranno gli stand di degustazione di 8 regioni d’Italia e la Citta della del Buon Vivere, cornice di alcuni degli eventi organizzati dal polo universitario cittadino nell’ambito della Notte europea dei ricercatori, oltre al tradizionale Pranzo solidale, per la prima volta a Forlimpopoli, il cui ricavato andrà all’Emporio della solidarietà della Caritas e al Comitato contro la fame del mondo.

Tra le novità il progetto Donare è Buon Vivere, nato dalla collaborazione con l’Aido Forlì-Cesena e la partnership con il Festival dell’incontro. Inoltre si amplia la collaborazione con Radio Monte Carlo, presente alla manifestazione con una speciale postazione mobile, che ospiterà e trasmetterà in diretta tutti i giorni dalle 10 alle 13.
La manifestazione è sostenuta da Fondazione Cassa dei risparmi di Forlì, Comune di Forlì e Cooperhub nell’ambito del progetto Terra del Buon vivere ed è patrocinata dalla Regione Emilia-Romagna. Info e programma completo sul sito www.settimanadelbuonvivere.it