Tre Re dall’Oriente

89

Grande successo per i presepi e per le iniziative natalizie di Montegridolfo

MONTEGRIDOLFO (RN) – In questi giorni ha spopolato sui social, la foto del Presepio di Montegridolfo allestito nei giardini d’ingresso al Castello. L’immagine è stata scelta dall’Amministrazione Comunale per gli auguri al nuovo anno ed è stata ripresa anche dall’on. Marco Di Maio.

Il parlamentare forlivese (nella sua pagina Facebook) l’ha presentata ricordando che  “chi non conosce la Romagna commette spesso l’errore di pensare che le nostre bellezze principali siano la spiaggia, il mare, i servizi” invece “nell’entroterra, si scoprono bellezze come Montegridolfo, sulle colline riminesi. Senza dubbio uno dei borghi più belli”.

E’ stata una sorpresa per la Comunità montegridolfese, alla quale nel breve lasso di tempo, hanno fatto seguito oltre a numerosissimi like e commenti di apprezzamento, la pubblicazione della stessa immagine sul gruppo I Borghi più belli d’Italia e una toccante riflessione di Mariella Leporini, che ha citato una strofa in lingua originale del canto natalizio We Three Kings of Orient Are. La tradizionale carola americana è stata scritta a New York nel 1857 dal reverendo John Henry Hopkins Jr. ed in breve tempo, è diventata la più famosa di origine statunitense, tutt’oggi incisa da cantanti e gruppi musicali.

La scelta dell’Amministrazione Comunale di Montegridolfo per il Natale 2020 è stata quella della sobrietà, ma improntata sulla qualità e sul senso di vicinanza alla Comunità. Durante le festività il Sindaco Lorenzo Grilli (nel rispetto delle norme vigenti) ha consegnato ad ogni nucleo familiare la pubblicazione Conversazioni al Museo della Linea dei Goti e il piccolo catalogo Un’espressione di devota semplicità. Inoltre con la collaborazione della Pro Loco, ogni bambino montegridolfese ha ricevuto un dono e così anche per tutti gli anziani. Poi, nell’impossibilità di riconoscere un solo vincitore, l’Amministrazione ha deciso di assegnare un premio a tutti i partecipanti del concorso di grafica Disegna Montegridolfo -anch’esso consegnato direttamente dal Sindaco- insieme ad un significativo Attestato di merito.

Un discorso a parte meriterebbe lo svolgimento del Concorso regionale del Novello dell’Emilia-Romagna: la competizione giunta alla XXV edizione, premia i migliori oli prodotti nell’intero territorio emiliano-romagnolo e ha visto prevalere l’Orfanello della C.A.B. Società Cooperativa Agricola di Brisighella e il Rodolfo dell’Azienda Agricola Fraternali Grilli Primo di Montegridolfo. Un’edizione -questa del venticinquennale- che si è distinta per il numero di partecipanti, ma soprattutto per la qualità degli oli in gara.

In questi giorni, non sono comunque mancate le azioni di solidarietà verso chi si trova in difficoltà per la pandemia e tra esse, prima del Natale, è stata consegnata la terza tranche dei buoni spesa.

L’immagine simbolo di questo periodo così difficile ma non meno autentico, si può dire che è quella del quadro dipinto di Pietro Confortini ed esposto fino al 14 febbraio nella Chiesa di San Rocco. Quest’opera datata 1609, è giunta in prestito da una collezione privata e raffigura un’Adorazione dei pastori al Cristo neonato. Osservandola -così scarna ed essenziale- vi si rilegge il sincero messaggio di fratellanza e pace che ha contraddistinto questo Natale a Montegridolfo.