Tragitto casa-lavoro delle persone con disabilità: contributi personali fino a 3mila euro

17
assessore cristina coletti

Scadenza venerdì 30 dicembre 2022 con quasi 60mila euro di risorse

FERRARA – Un contributo fino a 3mila euro annui per sostenere il tragitto casa-lavoro delle persone con disabilità. Si è aperta il 30 novembre 2022 la finestra che sino al prossimo 30 dicembre 2022 consentirà ai lavoratori del territorio, in condizioni di disabilità, di richiedere un sostegno economico per coprire i costi affrontati nel trasferimento dal proprio domicilio alla sede di lavoro.L’opportunità, fruibile da tutti i residenti dei Comuni del Distretto Centro Nord – di cui Ferrara è capofila -, è contenuta nell’avviso pubblico per il quale sono a disposizione risorse per 59.162,94 euro.

“È un’opportunità – dice l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Ferrara Cristina Coletti – da cogliere da quante più persone possibili poiché si tratta di contributi importanti, finalizzati a tutelare il diritto al lavoro dei cittadini disabili. È infatti un sostegno che risponde a tutto tondo, dalla necessità di ricorrere a trasporti personalizzati all’acquisto di mezzi più idonei, ma anche tramite il riconoscimento di un rimborso forfettario per le spese di carburante. Le modalità per poter accedere a questa misura sono tante proprio perché c’è una chiara volontà di essere prossimi ai soggetti più bisognosi, per i quali si debbono mettere in campo soluzioni sempre più efficaci a garanzia delle pari opportunità sul lavoro in un quadro socioeconomico globale davvero drammatico”.

I possibili beneficiari, nei limiti delle risorse disponibili, sono persone con disabilità – che risultino occupate nel corso del 2021, a tal proposito sono assimilabili al lavoro anche i tirocini – nell’ambito della L.68/99 o della L. 486/68, oppure persone con disabilità acquisita in costanza di rapporto di lavoro o persone con disabilità grave (di cui all’art.3 comma 3 della L. 104/92). È altresì necessario essere residenti in uno dei Comuni del Distretto Centro Nord. Le giornate di smartworking sono escluse dalla possibilità di rimborso.

Le richieste potranno essere finalizzate, ad esempio, al riconoscimento del pagamento di taxi o di servizi previsti da progetti di accompagnamento sociale per disabili; per l’utilizzo del veicolo personale, oppure familiare, di associazioni di volontariato o di colleghi di lavoro (è previsto un rimborso forfettario delle spese di carburante calcolato in 0,70 centesimi per ogni chilometro di distanza a separare l’abitazione dal luogo di lavoro del beneficiario); per l’acquisto o la modifica di veicoli adattati, quali biciclette elettriche, quadricicli, carrozzine elettriche; per il rimborso delle spese per il conseguimento della patente di guida. Per ciascuna domanda di contributo verrà rimborsato unicamente l’importo delle spese effettivamente sostenute nell’anno 2021, fino a un tetto massimo di tremila euro annui per persona.

Per i residenti nei Comuni di Ferrara, Voghiera e Masi Torello le domande andranno presentate al Centro H in via Ungarelli 43 a Ferrara (martedì e venerdì ore 9-13 e giovedì 15.30-19). In alternativa si può fare riferimento all’indirizzo email info@centrohfe.it, al quale si potranno inoltrare le domande con allegati i documenti richiesti.
Per ogni chiarimento e supporto è possibile richiedere appuntamento telefonico al numero 0532 903994 (interno 2).
Il modulo per la presentazione delle richieste sono pubblicati sul sito internet del Comune all’indirizzo https://www.comune.fe.it/it/documenti-e-dati/bandi.