“Totem Scene Urbane” torna in scena a Pontelagoscuro

15
totem 2022 con assmarcogulinelli fotofvecch 2022-09-01

Da venerdì 9 a martedì 13 settembre 2022 la 10.a edizione con oltre 20 compagnie e tanti laboratori

FERRARA – “Totem Scene Urbane” è il festival di arte e comunità che si svolgerà per la sua 10.a edizione da venerdì 9 a martedì 13 settembre 2022 a Pontelagoscuro, frazione della zona nord di Ferrara. L’appuntamento è promosso e organizzato da Teatro Nucleo con il sostegno del Comune di Ferrara, della Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, della Regione Emilia Romagna e con la collaborazione dell’associazione CARPA (Centro artistico periferie attive), Biblioteca Popolare Giardino e di tutte le realtà che aderiscono al progetto “Ponte Verde”, patto di comunità per la cura e la valorizzazione del Parco Tito Salomoni, antistante il Teatro Cortazar dove ha sede la cooperativa Teatro Nucleo.

La manifestazione è stata presentata giovedì 1 settembre 2022 nella residenza municipale di Ferrara, All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore alla Cultura Marco Gulinelli e gli organizzatori di Totem Scene Urbane Natasha Czertok, Marco Luciano, Veronica Ragusa e Martina d’Amore.

“La parola chiave di questo festival è ‘comunità’ – ha sottolineato l’assessore Gulinelli – e quando si portano la cultura e l’arte per la strada si realizza un sogno di grande magia. A questo festival viene riconosciuta una grande valenza per la riconquista sociale degli spazi. Borghi e luoghi  in questo modo vengono restituiti alla comunità. Il Teatro Nucleo ma anche gli spettatori stessi arrivano a cimentarsi con situazioni che sono di riconquista della dimensione sociale, assolutamente fondamentale, attuando un atto di mediazione. Il Parco ha subito parecchi danni in seguito agli episodi estremi di siccità e poi di inondazioni che hanno colpito il territorio in quest’ultimo periodo e ringrazio tutti i soggetti che hanno reso possibile comunque il suo utilizzo (Ferrara Tua, l’Assessorato alla Cultura, l’Ufficio Verde e il Teatro Nucleo stesso). Come amministrazione vogliamo continuare a investire sul Teatro Nucleo per la valenza culturale e sociale che ha e per la vitalità che porta in un’area del territorio comunale fuori dalle mura e meritevole della stessa attenzione del centro storico”.

Natasha Czertok ha ricordato: “Questa è un’edizione importante per noi, la decima, per un festival che di anno in anno si è arrricchito e ampliato. Si è passati dai due giorni di svolgimento iniziali ai cinque di quest’anno con oltre venti compagnie impiortanti che vengono dall’Italia e dall’estero e tantissimi laboratori”.

Per tutti gli spettacoli e concerti l’ingresso è a offerta libera. Allo stand della Biblioteca Popolare Giardino sarà possibile accedere al prestito interbibliotecario e consultare libri per tutte le fasce d’età.
Per la partecipazione ai laboratori e alle letture animate per bambini è richiesta la prenotazione. Info e dettagli sul programma e iscrizioni su www.totemsceneurbane.it.

Per info: totemsceneurbane@gmail.com, sito web www.teatronucleo.org, whatsapp Martina 39 320 3156356, Natasha 3489655709.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori – Il festival nasce nel 2012 dall’idea di condividere con la comunità e il territorio il pensiero che caratterizza il lavoro artistico di Teatro Nucleo da oltre quarant’anni. Apriamo le porte del teatro per condividere il nostro lavoro con non-spettatori resi spettatori, con le persone che abitano qui oggi e che ci abitavano ieri, rendendoli partecipi della nostra progettualità, dove si incrociano un intenso lavoro produttivo, residenze artistiche multidisciplinari, progetti europei, laboratori teatrali per tutte le età.Nel 2022 Totem compie 10 anni, un’edizione importante per noi, in cui intendiamo esprimere in modo tangibile il senso del nostro fare, del nostro agire sul territorio attraverso una fitta rete di progetti interconnessi nell’arco dell’anno e che trovano nel festival una sintesi e un momento di fondante incontro col pubblico e con la comunità.Un momento di festa ma anche di riflessione profonda sul senso del teatro e dell’arte in forte connessione con il territorio, per contrastare l’isolamento culturale che contraddistingue questa che oggi è una periferia.Il teatro e le performing arts in Totem Scene Urbane offrono un punto di vista privilegiato di osservazione e di azione, con interventi che si svolgono negli spazi aperti, in strade e piazze, secondo l’intento che da quarant’anni guida l’agire di Teatro Nucleo. Le proposte sono pensate per coinvolgere le diverse le generazioni, a partire dai più giovani, cui sono dedicati percorsi laboratoriali e spettacoli multidisciplinari, che permettono una fruizione ampia e agevole, aperta a tutta la cittadinanza.Il festival quest’anno si arricchisce di nuove preziose collaborazioni, come quella con la Biblioteca Popolare Giardino. Nata dall’azione di un gruppo di cittadini che decidono di impegnarsi nel Quartiere Giardino di Ferrara per promuovere pratiche di integrazione e coesione sociale, opera all’interno della rete delle biblioteche comunali che fanno parte del Polo Bibliotecario Ferrarese (PoloUFe).Durante il festival, saranno presenti nelle giornate del 9 – 10 – 11 settembre al parco Tito Salomoni, dove sarà possibile consultare una selezione di libri e usufruire del prestito interbibliotecario. Si terranno inoltre due incontri del language-cafè, il venerdì verrà il gruppo di Italiano e domenica quello di Inglese. Il language-café consiste in incontri di conversazione in varie lingue condotti da persone “madre lingua” con lo scopo di migliorare il lessico ed esercitare la pronuncia. Un’altra novità riguarda gli spazi : Nuovo spazio della Cooperativa Teatro Nucleo, il “giardinorto” di via Isola Bianca, adiacente al Parco Tito Salomoni è un luogo ideale per laboratori, attività, spettacoli, ma anche grigliate e feste, è gestito (e innaffiato)dai soci dell’associazione C.A.R.P.A che insieme a Teatro Nucleo si dedicano alla cura degli spazi Nell’area del festival saranno presenti diversi punti ristoroChi ci sarà:Stalker Teatro (Torino, Italia); Teatro delle Selve (Novara, Italia); IAC Centro Arti Integrate (Matera, Italia); Elena Guerrini – Associazione Culturale Creature Creative (Grosseto, Italia); Giada Fuccelli e Andrea Rellini (Perugia, Italia); Drammateatro (Pescara, Italia); Teatro dei Venti (Modena, Italia); Anema Longa (Napoli, Italia); Nostromo Bonelli (Bologna, Italia); Collettivo Lunazione (Napoli, Italia); Bologna Bridge Band (Bologna, Italia); Teatro Nucleo (Ferrara, Italia); Elevator Bunker (Verona, Italia); TeatrInGestAzione (Napoli, Italia); Abraxa Teatro (Roma, Italia); Antagon Theater AKTion (Francoforte, Germania); Archan Paola Migliori; Paola Berton e Circo Ciccioli; Inma La Carbonera e Ana Salazar (Siviglia, Spagna); Animali Celesti – Teatro d’Arte Civile (Pisa, Italia); Elli de Mon; Francesca Mari; Chris Patfield; Mariela Petta; Simone Pacini|Fattiditeatro; Sara Garagnani; Piero Somaglino; Elisa Galeati; Biblioteca Popolare Giardino
PROGRAMMA TOTEM X 2022. A partire dal 5 di settembre inizieranno i laboratori Poietès – visio-poiesis con TeatrInGestAzione (5-12 settembre). Laboratorio di Flamenco con Inma la carbonera e Ana Salazar (9-13 settembre), Social media storytelling con Simone Pacini | Fattiditeatro (9-13 settembre). Per i dettagli invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito del festival. Le danze si apriranno Venerdì 9 settembre , una giornata particolarmente ricca. Dalle 16.30 sarà possibile visitare lo spazio dedicato alla Biblioteca nel Parco Tito Salomoni, che ospiterà dalle 16.30 la lettura animata “Liberi-tutti” per bambin* dai 3 anni a cura di Mariela Petta (richiesta la prenotazione ) e l’incontro di language cafè dedicato in particolare all’approfondimento della lingua italiana.
Si prosegue alle ore 18 con lo spettacolo di Stalker Teatro di Torino “Incontri. 14 passi nelle scritture”, adatto sia ad adulti che bambini. La regia è di Gabriele Boccacini le musiche originali eseguite da vivo da Riccardo RuggeriGli “incontri” di Stalker Teatro offrono agli spettatori la possibilità di partecipare direttamente allo spettacolo che viene così a trasformarsi in un evento teatrale che coinvolge la comunità.Il tema poetico a cui si ispira il testo è tratto da una ricerca su brani dell’Antico Testamento ed in particolare su alcuni frammenti dedicati all’ “incontro con l’altro” e alla positiva convivenza fra le persone in una comunità.I performer, con l’ausilio di pochi oggetti, interagiscono tra loro e con il pubblico con gesti e giochi dando vita a diversi quadri dallo svolgimento conciso ma sempre lirico, fantasioso, imprevedibile.
Alle 19.30 andrà in scena al Teatro Cortazar lo spettacolo del Teatro delle Selve di Novara “Il sangue del fanciullo. I giorni di Dino Campana”, con la regia di Anna Olivero e Franco Acquaviva interpretato da Franco Acquaviva e Stefano Acquaviva

Alle 21 nel Parco Tito Salomoni andrà in scena lo spettacolo di IAC Centro Arti Integrate di Matera “Melchiorre ed Euridice”, con uno spettacolo pensato per gli spazi aperti e adatto ad adulti e bambini di e con Nadia Casamassima e Andrea Santantonio, Creazione e realizzazione ombre Luca Acito Melchiorre, pastore macedone, fugge dalla sua terra a seguito della guerra.
Alle 22 all’Orto di via Isola Bianca si terrà “Orti Insorti” della simpaticissima Elena Guerrini, per adulti e bambini con le musiche dal vivo di Davide Orlando «Quando il mondo classico sará esaurito, quando saranno morti tutti i contadini, tutti gli artigiani, quando non ci saranno piú le lucciole, le api, le farfalle, quando ĺ’industria avrá reso inarrestabile il ciclo della produzione, allora la nostra storia sarà finita» (Pier Paolo Pasolini, 1962)Un teatro ecologico-civile che sa di terra e di pane, parla di rivoluzioni e campi di grano.
Alle 23 all’Orto di via Isola Bianca Giada Fuccelli e Andrea Rellini ci porteranno nel mondo magico di “Animato Concerto”, concerto per violoncello con proiezioni di animazioni per adulti e bambiniLe due dimensioni, quella sonora e quella visiva si supportano a vicenda, viaggiano insieme e talvolta si sommano, con un’energia rinnovata e potenziata dall’incontro.
Sabato 10 settembre la giornata si apre con un laboratorio gratuito di manipolazione di oggetti per attori a cura dell’artista circense Francesca Mari, dalle 10 alle 11.30. Il workshop è rivolto ad attrici ed attori, a performer non “circensi”, ad artisti di ogni genere. Alle 16.30 si prosegue nello spazio dedicato alla Biblioteca Popolare Giardino sarà nel Parco Tito Salomoni con “Liberi-tutti: lettura animata e laboratorio per bambini dai 3 anni” a cura di Mariela Petta (ricordiamo che è necessaria la prenotazione) e alle 17.30 la presentazione del libro “Avere una musa di fuoco” di Piero Somaglino, in dialogo con Simone Pacini.
Alle 17.00 all’Orto di via Isola Bianca si terrà il Laboratorio di musica rap per ragazzi e ragazze con il rapper AnemaLongaIl rap, dalla sua nascita, è stato la voce della strada, espressione di minoranze spesso inascoltate che unendo testi e musica hanno raccontato spaccati di vita ai margini, dimenticati.
È necessaria la prenotazione dalle 17 alle 22 nelle aree esterne si esibiranno alcuni artisti circensi tra cui Paola Berton “iNperfetta”L’ultimo lavoro di Paola, “iNperfetta”, pensato sia in versione street che indoor, è il suo pensiero profondo, contraddittorio, assurdo e leggero sul mondo femminile. Alle Ore 18.00 nel Teatro Cortazar andrà in scena il Dramma Teatro di Pescara con “Vecchiaccia”, dal testo di Stefano Benni, regia e drammaturgia di Claudio Di Scanno, in scena Rebecca Di Renzo, contributo registrato di Susanna Costaglione. Alle ore 19.30 in via Ricostruzione toccherà al Teatro dei Venti di Modena che porterà”Pentesilea” , storico spettacolo per spazi aperti della compagnia, adatto a tutte le età con Antonio Santangelo, Francesca Figini. Regia e drammaturgia: Stefano Tè. Musiche dal vivo: Igino L. CaselgrandiScenografia e costumi: Emanuela Dall’Aglio. Assistente: Veronica Pastorino.Consulente regia e drammaturgia: Mario Barzaghi.

Alle 21.30 sul palco del Parco Tito Salomoni si esibirà il rapper AnemaLonga. Nato e cresciuto a Napoli, ha iniziato a fare rap e i graffiti a 13 anni in un ambiente multietnico che ha sempre stimolato la sua curiosità e il rispetto verso le altre culture.
Alle 22.00 chiuderà la serata il Dj set Nostromo Bonelli progetto elettronico di Filippo Bonelli, nato dal programma radiofonico “Svarielli” in onda sulle frequenze di Radio Spore, emittente legata allo storico centro sociale XM24
Domenica 11 settembre si parte con la Lezione gratuita di Feldenkrais® con Christopher Patfield (artista circense e danzatore)Una lezione di “Consapevolezza Attraverso il Movimento” adatta a tutte le età e abilità. Si spenderà circa 1 ora sul pavimento quindi è consigliato portare una stuoia di yoga, una coperta o un cuscino per comodità. La lezione è da intendersi come presentazione di un corso che potrà avviarsi nei mesi autunnali dalle 16.30 è sempre la Biblioteca Popolare Giardino ad aprire il pomeriggio, oltre a consultare i libri che possono anche essere presi in prestito sarà proposto “Pappa-libri: un momento per nutrire i bambini con le parole, alimento essenziale e ad alta digeribilità”, un’attività per bimbi 0-3 anni, accompagnati da almeno un adulto partecipativo. A cura di Mariela Petta. Durata da 30′ a 45′.Verrà inoltre proposto il language cafè dedicato oggi alla lingua inglese. Alle 17.30 è previsto la presentazione della Graphic Novel “Mor. Storia per le mie madri” di Sara Garagnani in dialogo con Simone Pacini. Alle 17 al Parco Tito Salomoni arrivano il Kamishibai e Crankie Box a cura di Elisa Galeati durata circa 30′ minuti, 2 turniUna valigia che vien da lontano, addirittura dal Giappone, e una a manovella, che viene dall’America, ci raccontano storie sonore, bizzarre e sconosciute per bambini e bambine fino ai 100 anni.
Alle 18 al Teatro Cortazar andrà in scena il Collettivo Lunazione di Napoli con “Il colloquio”. Lo spettacolo ha vinto il PREMIO SCENARIO PERIFERIE 2019, il PREMIO FERSEN ALLA REGIA 2021 ed è FINALISTA IN-BOX 2021 progetto e regia Eduardo Di Pietro con Renato Bisogni, Alessandro Errico, Marco Montecatino aiuto regia Cecilia Lupoli costumi Federica Del Gaudio.
Alle 19.30 al Teatro Cortazar, Horacio Czertok del Teatro Nucleo porta in scena “Contra Gigantes”. A seguire avrà luogo l’incontro con la docente di Storia del Teatro Raffaella di TizioNel 1990 Horacio Czertok scrisse per il Teatro Nucleo una drammaturgia tratta dal romanzo Don Quijote de la Mancha di Miguel de Cervantes Saavedra.
Alle 22.30 nel Parco Tito Salomoni toccherà alla Bologna Bridge Band chiudere in bellezza la terza giornata di festival.
La Bologna Bridge Band è una brass band che prende ispirazione dalla ricca tradizione musicale di New Orleans.
Lunedì 12 settembre alle 16.30 nel Parco Tito Salomoni si terrà il laboratorio di costruzione di maschere per bambin* dai 6 anni a cura di Mariela Petta Contemporaneamente, dalle 15.30 alle 17.30 avrà luogo il laboratorio di teatro integrato “Delivery LAB” a cura di Matteo Maffesanti del collettivo Elevator Bunker (Bassano del Grappa)

Alle 19 partirà la Passeggiata sonora di restituzione della residenza artistica “Evoluzioni” – una sinfonia per Pontelagoscuro (progetto di residenza artistica “Artisti nei territori”).
Alle 20.00 al Campo sportivo – Parco Tito Salomoni a cura di TeatrInGestAzione (Napoli) avrà luogo “Chorea Vacui” di Anna Gesualdi e Giovanni Trono (progetto di residenza artistica “Artisti nei territori” nell’ambito del progetto regionale “Epifania delle residenze”) Chorea vacui interroga il mondo in cui i fenomeni sensibili possono essere misurati ribaltando la posizione dello spettatore.

Alle 21 al Teatro Cortazar andrà in scena Abraxa Teatro di Roma con “Il rituale delle libertà – Un ponte tra le arie di Shakespeare” Il Rituale delle Libertà. Un Ponte tra le Arie Shakespeariane, spettacolo di teatro, poesia musica e danza che si aprirà con Ariel, lo spirito dell’aria simbolo e artefice principale della rappresentazione.
Alle 22 nel Campo Sportivo Parco Tito Salomoni la prima delle due repliche dello spettacolo “Frame Games” della compagnia Antagon TheaterAktion di Francoforte , che andrà in scena anche martedì 13 settembre sempre alle ore 22I protagonisti riempiono le quattro cornici iperdimensionali con immagini poetiche, completamente prive di parole.
L’ultimo giorno di festival, martedì 13 settembre dalle 16.30 alle 18 al Parco Tito Salomoni si terrà il laboratorio di costruzione di personaggi di carta per bambini dai 6 anni a cura di Mariela Petta.
Alle 17 Paola Migliori Archan sarà con noi per le letture di tarocchi e la presentazione del corso “I Tarocchi: dal caos al cosmos” , Corso completo di Arcani Maggiori, arcani minori e Carte di Corte che si terrà presso Teatro Nucleoa partire dall’autunno 2022. Alle ore 18.00 sul palco del Parco Tito Salomoni Ana Salazar e Inma La Carbonera, a conclusione della loro residenza artistica presenteranno la Performance di flamenco. Le basi e le tecniche di questo stile particolare di danza e canto verranno esplorati durante il laboratorio che si terrà tutte le mattine dal 9 al 13 settembre dalle 9.30 alle 13.

Alle 19.30 al Teatro Cortazar la compagnia Animali Celesti Teatro d’Arte Civile di Pisa porta in scena il “Canto D’Amore alla follia” di Alessandro Garzella Con Francesca Mainetti e Alessandro Garzella. Collaborazione alla messa in scena Giulia Benedetti, Chiara Pistoia, Anna Teotti e Antonio Viganò. Lo spettacolo è adatto ad un pubblico dai 18 anni. Alle ore 21.00 nel Parco Tito Salomoni Teatro Nucleo presenterà “P.O.P. Piccola Orchestra Pasolini” in scena Natasha Czertok, Marco Luciano, Veronica Ragusa, Nicolò Antioco arrangiamenti musicali Stefano Galassi.

Alle 22.00 nel Campo Sportivo del Parco Tito Salomoni torna in scena “Frame Games” di Antagon TheaterAktion (per la descrizione vedi il programma di lunedì 12 settembre ore 22)
Alle 23 sarà il concerto di Elli de Mon “One Women Band” a chiudere il festival , con la sua energia prorompenteElli de Mon è chitarre, grancassa, rullante, sonagli, suoni saturi e psichedelia indiana.