Test sierologici Polizie Locali

24

295 gli agenti controllati, grazie all coordimaneto della Polizia Locale di Parma ed ai servizi gratuiti di Poliambulatorio Città di Collecchio e FORA

PARMA – Soddisfazione da parte dell’Assessore alla Sicurezza, Cristiano Casa, e del Comandante della Polizia Locale del Comune di Parma, Roberto Riva Cambrino, per il ruolo di apripista svolto da Parma in tema di test sierologici per gli agenti della Polizia Locale. Un ruolo riconosciuto a livello provinciale, tanto che anche altri Comandi di Polizia Locale del territorio hanno fatto riferimento a Parma per dare seguito al programma di verifica anche per il proprio personale e si sono avvalsi della capacità organizzativa e di programmazione degli uffici di via del Taglio, per pianificare i propri test.

La Polizia Locale di Parma è infatti stata la prima ad eseguire i test sierologici tra il 9 e 10 aprile. Grazie ai buoni rapporti con l’Azienda FORA di Parma specializzata nella fornitura di apparecchiature medicali e diagnostiche e con il PacC – Poliambulatorio Città di Collecchio, azienda sanitaria privata accreditata SSN, sono stati pianificate diverse sessioni di test per tutti gli operatori di Polizia Locale dei Comuni interessati della Provincia di Parma. Le attività di programmazione hanno coinvolto lo staff del Comandante della Polizia Locale di Parma per 4 settimane. I test sono stati effettuati negli spazi, debitamente attrezzati, del Comando di Parma e dell’Unione Pedemontana Parmense di Felino.

Ecco i numeri. Sono stati 34 i Comuni coinvolti nelle procedure di screening, così come da normativa regionale. In tutto sono stati interessati 18 servizi di Polizia Locale, 295 gli agenti controllati. A questi si aggiungono i test svolti sugli Amministratori, Sindaci ed Assessori, e sui tecnici, per un totale di 335 persone sottoposte a test sierologici. La percentuale di positività si è mantenuta sotto il 10 %. Fondamentale è stata anche la collaborazione con l’Azienda USL di Parma.

Le Amministrazioni coinvolte hanno espresso soddisfazione ed hanno ringraziato il Comando di Parma della Polizia Locale per il ruolo di coordinamento svolto ed il PacC – Poliambulatorio Città di Collecchio, che, sotto la Direzione Sanitaria del Prof. Stefano Folzani, ha offerto i suoi servizi gratuitamente per un importo di oltre 15.000 euro.

“È un’iniziativa di cui siamo particolarmente orgogliosi, – commenta l’Amministratore Delegato del Poliambulatorio Città di Collecchio Emanuele Tragniperché ha rappresentato per il nostro centro un’opportunità in più, soprattutto in questo delicato periodo, per dare un servizio concreto alla comunità tutelando la salute di tutti gli agenti che sono quotidianamente esposti al contagio e di tutti i cittadini che entrano in contatto con essi. Il servizio offerto è un ulteriore esempio del nostro impegno nei confronti del territorio e delle istituzioni a cui siamo uniti da un legame profondo che ci porta ad operare nel pieno rispetto del principio di sussidiarietà tra pubblico e privato, da sempre parte della nostra vision e guida delle nostre scelte aziendali.”

“Desidero manifestare la mia soddisfazione personale, oltre che professionale, – commenta il Dott. Corrado Pattonieri, Responsabile del Laboratorio di Analisi del Poliambulatorio Città di Collecchio nel collaborare con gli agenti, i loro superiori, i Dirigenti del Comando di Parma e le Autorità che hanno reso possibile questa meravigliosa operazione. Le sessioni si sono svolte seguendo le disposizioni della Regione Emilia-Romagna e dell’Ausl di Parma in ordine alla sicurezza e alla qualità dei test impiegati. La percentuale di positivi riscontrata nella seconda fase di test dà dimostrazione di come, nonostante l’alta esposizione al contagio, i Comandi di Polizia Locale della Provincia abbiano prestato attenzione nel seguire le linee guida regionali durante lo svolgimento del loro lavoro in prima linea. Inoltre i casi risultati positivi lo erano relativamente alle sole IgG, aspetto che dimostra come siano entrati in contatto con il virus, ma siano guariti dall’infezione e abbiano sviluppato in modo più o meno sintomatico gli anticorpi specifici”.

“Per Fora è stato motivo di orgoglio poter proporre al comune cittadino un aiuto immediato, donando i test, che, grazie all’attività clinica svolta dal PacC di Collecchio, ha permesso lo screening ai servizi interessati per Parma e Provincia” conclude il Dott. Carlo Degano, Presidente di Fora.