Tenda. Laboratori: musica, danza, resistenza, legalità

12

“Urban call e Lab”, hip hop, cultura contro le mafie e residenza artistica “GenerAzioni”

MODENA – Nel programma della Tenda, a evidenziarne il ruolo di catalizzatore della creatività giovanile, l’attività laboratoriale si riconferma con corsi e workshop fra arti performative e tematiche come Legalità e Resistenza.

La danza e le arti performative sono al centro dei laboratori organizzati da “Ore d’Aria” in collaborazione con “BlakSoulz Dance Crew”, che si arricchiscono quest’anno della presenza di ospiti importanti e di un percorso di residenza artistica. Si riconferma “Urban Call”, ciclo di incontri sulla cultura hip hop rivolto al pubblico più giovane, come sempre domenica pomeriggio dalle 16 alle 19. “Urban Call” pur non cambiando nella sostanza, cambia nella forma: si attiva infatti una piattaforma online per potersi prenotare e permettere così agli organizzatori di monitorare il numero di partecipanti, a cui si dedica uno spazio delimitato di almeno due metri quadri ciascuno per poter svolgere l’attività in piena sicurezza.

Torna anche il percorso “Urban Lab”, laboratori e Jam dedicati alla contaminazione con musicisti live che si articolerà sempre in tre incontri pomeridiani a cui seguirà una restituzione finale al pubblico all’interno del Festival Ore D’Aria, due giornate dedicate alle arti performative e alle contaminazioni il 12 e 13 marzo 2021.

Novità assoluta è la residenza artistica “GenerAzioni”, dal 26 al 28 marzo 2021, ideata da Elisa Balugani e realizzata in collaborazione con Centro musica e Comune di Modena: ospite del workshop di tre giorni con restituzione finale sarà Silvia Gribaudi, artista torinese attiva con un linguaggio coreografico che attraversa la performing art, la danza e il teatro, mettendo al centro della ricerca il corpo e la relazione col pubblico. La sua poetica si avvale di una ricerca costante di confronto e inclusione con il tessuto sociale e culturale in cui le performance si sviluppano.

Sul tema della legalità, caro alla Tenda, intitolata il 3 marzo 2015 a tutte le vittime innocenti di mafia, si conferma il laboratorio per studenti delle scuole medie e superiori “La mafia uccide, il silenzio pure”: obiettivo è creare un dialogo sul tema, attraverso un itinerario didattico che porti a una riflessione sul tema della lotta alle mafie e gli aspetti positivi che ne possono derivare, attraverso proiezioni di video, spezzoni di film, documentari, a partire dall’osservazione dell’opera di street art che si trova al di fuori della Tenda: il graffito “La Piovra” realizzato da Blu e Ericailcane nel 2006, in occasione della manifestazione “Icone”. Il laboratorio quest’anno sarà aperto a un massimo di 6 classi in date concordate con l’istituto scolastico che fa richiesta di partecipazione.

Tutti gli eventi a La Tenda, nel rispetto delle misure anti Covid (distanziamento mascherine, disinfezione mani) sono a ingresso gratuito, prenotazione consigliata.

Programma completo e prenotazioni a www.musicplus.it o sui social Facebook/Instagram del Centro Musica Modena (tel. 059 2034810).