Teatro Ragazzi al Piccolo di Forlì: nuove produzioni, Favole e rassegna per le Scuole

3
Collettivo Clochart Scusa

FORLÌ – Stagione dopo Stagione, il TEATRO IL PICCOLO di FORLÌ continua, grazie allo sforzo congiunto dell’Amministrazione Comunale e Accademia Perduta/Romagna Teatri, a confermare e rinnovare il suo prestigioso titolo di primo e più importante polo creativo di teatro per ragazzi di tutta la Romagna, sia in termini di quantità che di qualità artistica.

La Stagione 2022/23 sarà quindi nuovamente e fortemente votata all’ampia, accurata e qualificata attività di Teatro per Ragazzi, esercitata sia sotto l’aspetto della produzione di nuovi spettacoli, peculiarità specifica della sala di via Cerchia che la contraddistingue da altre realtà del territorio, sia sotto quello dell’ospitalità.

È dal 1982, anno in cui la Direzione Artistica è stata affidata ad Accademia Perduta/Romagna Teatri, Centro di Produzione che nel 2022 il Mi.C, nelle valutazioni sulla qualità artistica, ha riconosciuto come primo a livello nazionale nell’ambito del Teatro Ragazzi, che la compagnia ha eletto Il Piccolo come propria residenza artistica (oltre che sede legale), ideando, allestendo, provando e debuttando con le proprie produzioni, “testandone” i risultati sul giovane pubblico romagnolo prima di portare i suoi spettacoli nei più importanti Teatri e Festival non solo nazionali. Un aspetto estremamente importante, quello di qualificare Il Piccolo come Centro di Produzione di spettacoli, che non ha soltanto ricadute artistiche, ma anche economiche. Produrre uno spettacolo significa generare occupazione per numerose figure professionali, davanti e dietro le quinte: attori, registi, autori, drammaturghi, scenografi, light designers, costumisti, tecnici audio. Affiancando questa vocazione produttiva all’ampia offerta teatrale programmata per le Scuole e per le famiglie, la Direzione Artistica di Accademia Perduta/Romagna Teatri ha decretato al Piccolo il titolo di primo e più importante centro di promozione di attività teatrali rivolte alla gioventù in Romagna.

Nella Stagione 2022/23 del Teatro Il Piccolo, numerose saranno le produzioni, di Accademia Perduta/Romagna Teatri che arricchiranno l’ampia programmazione di Teatro per Ragazzi che, come già ricordato, sarà suddivisa tra le rappresentazioni domenicali della rassegna Favole e le matinée di Teatro Scuola.

Tra le nuove produzioni figurano: Il segreto di Barbablù della compagnia Teatro Perdavvero, spettacolo di narrazione con musiche della celebre favola di Perrault; Streghe della formazione Progetto g.g., liberamente ispirato a Le Streghe di Dahl che, attraverso il teatro di narrazione e di figura, vuole esplorare alcune tematiche fondamentali dell’infanzia come l’incontro con le paure, il loro riconoscimento e la possibilità di superarle; Rime insaponate, portato in scena da Alekos Il Poeta delle Bolle, poetica performance che unisce il teatro di parola in rima con un’originale tecnica di bolle di sapone e piccola magia; Un castello di carte e Il lupo e i sette capretti, ri-allestimenti di due spettacoli storici della compagnia TCP tanti cosi progetti: il primo liberamente ispirato a Il castello dei destini incrociati di Italo Calvino, il secondo all’omonima fiaba dei Fratelli Grimm.

A completare le due rassegne, saranno qualificate compagnie del Teatro Ragazzi italiano, riconosciuto come il migliore a livello europeo, con proposte poetiche e divertenti, “magiche” e colorate, oltre che importanti dal punto di vista didattico-educativo.

FAVOLE – la rassegna in dettaglio

  • Domenica 22 gennaio 2023 ore 16

TCP tanti cosi progetti

UN CASTELLO DI CARTE

liberamente ispirato a Il castello dei destini incrociati

di Italo Calvino – regia di Danilo Conti

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

L’idea di portare in scena uno spettacolo realizzato con delle figure di carta tratte da due mazzi di Tarocchi, quello Visconteo e quello più popolare di Marsiglia, nasce dalla lettura de Il castello dei destini incrociati di Italo Calvino. Due sono le storie rappresentate che, tratte dalla raccolta Fiabe Italiane dell’autore citato, trovano nei simboli e nelle figure dei tarocchi i loro personaggi. Le due fiabe che compongono lo spettacolo, infatti, fanno parte della tradizione popolare. Teatro d’attore e oggetti

  • Domenica 29 gennaio 2023 ore 16

I Guardiani dell’Oca

IL VECCHIO, IL MARE

liberamente tratto dal romanzo

Il vecchio e il mare di Hernest Hemingway

testo e regia di Zenone Benedetto

Un viaggio alla scoperta dei segreti del mare, capace di farne vedere la incommensurabile vastità delle emozioni, della poesia e dei sentimenti che lo stesso mare evoca. Il vecchio, il mare e il giovane Manolo continueranno il racconto immortale della vita, con i suoi piccoli lamenti, con le sue grandi emozioni, al bagliore di lanterne mai prive di luce… Teatro d’attore e pupazzi

  • Domenica 12 febbraio 2023 ore 16

Alekos il Poeta delle bolle

RIME INSAPONATE

di Alekos Ottaviucci e Gabriele Duma

regia di Gabriele Duma

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

Uno spettacolo sincero, ideato per sognare, creato intorno all’oggetto più impalpabile, evocativo, delicato, surreale e divertente di sempre: la bolla di sapone. Un’esperienza luminosa per tutti: famiglie, bambini, utopici realisti e concreti sognatori di ogni età. Bolle di sapone e teatro di parole in rima 

  • Domenica 26 febbraio 2023 ore 16

Collettivo Clochart

SCUSA Chiedere scusa è educazione, saperlo fare è arte
testo e regia di Michele Comite

Uno spettacolo che parla dell’importanza di chiedere scusa quando si sbaglia o nel chiedere una cortesia quando si interrompe qualcosa o qualcuno. Saper chiedere scusa influisce sulle nostre relazioni.

Basta una frase di scuse, poche semplici parole, ed un possibile litigio finisce in un abbraccio o una stretta di mano e tutto si risolve per il meglio. Chiedere scusa non è segno di debolezza, ma di grande intelligenza. È segno di maturità, di prendersi le proprie responsabilità ed essere capaci di capire di aver sbagliato. Così chiedere scusa può essere un gesto che rafforza l’amicizia, chiarisce i dubbi, è un rimedio contro l’odio che aiuta a riflettere senza essere mai un segno di debolezza. Teatro danza

  • Domenica 12 marzo 2023 ore 16

Teatro dell’Orsa

FIABE A COLORI Storie di pace e libertà
di Monica Morini e regia di Bernardino Bonzani 

Le fiabe sono oro che luccica negli occhi dei bambini.  Tre storie per ridere in libertà nell’incanto di prati prodigiosi, regni in rivolta, raggi dorati. Un topo, una pecora, due castelli per camminare un tempo senza tempo dove i bambini hanno diritto alla pace, al gioco, ai pensieri selvatici. Perché le parole, come dice Topo Federico, ci aprono mondi di meraviglia. Teatro di narrazione con oggetti e musica dal vivo

ABBONAMENTI FAVOLE (5 spettacoli) e BIGLIETTI

Nuovi abbonamenti:

venerdì 16 e sabato 17 dicembre presso la biglietteria del Teatro Il Piccolo dalle ore 10 alle ore 13 e da martedì 20 dicembre presso quella del Teatro Diego Fabbri (domenica, lunedì e festivi esclusi) dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 18 fino alla data del primo spettacolo della rassegna.

Nuovi abbonamenti online (Vivaticket): da domenica 18 dicembre.

Biglietti e prenotazioni telefoniche (0543 26355): da martedì 10 gennaio presso la biglietteria del Teatro Diego Fabbri (dal martedì al sabato ore 10/13 e 16/18) e nei giorni di spettacolo al Teatro Il Piccolo a partire dalle ore 15.

Biglietti online (Vivaticket): da mercoledì 11 gennaio 2023.

Prezzi: Abbonamenti (5 spettacoli) 23 euro; Biglietti 5 euro

TEATRO SCUOLA – la rassegna in dettaglio

  • Mercoledì 25 e giovedì 26 gennaio 2023 ore 9.30

Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti

LA MIGRAZIONE DEGLI ANIMALI

un progetto della Compagnia Rodisio

di e con Manuela Capece e Davide Doro

per studenti 6-10 anni

Un gruppo di animali si prepara per un lungo viaggio con qualche valigia e pochi oggetti personali, il minimo indispensabile. La migrazione degli animali è la storia di chi è costretto ad abbandonare la propria casa e del percorso che si deve affrontare per trovarne una nuova, un cammino difficile, a volte pericoloso, fatto di sacrifici ma anche di tanta speranza.

  • Giovedì 9 e venerdì 10 febbraio 2023 ore 9.30

TCP tanti cosi progetti

STORIA DELLA TERRA

di Danilo Conti e Antonella Piroli – con Danilo Conti

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

per studenti 3-8 anni

Un viaggio nel cosmo che ipotizza la genesi del nostro pianeta, del sistema solare; un viaggio nelle leggende che tentavano di spiegare i fenomeni naturali; infine un viaggio nell’animo umano studiandone sentimenti e paure. L’equipaggio della prima missione spaziale interamente romagnola, costituito dal comandante Nikopol, dal Professor Porcellino, bibliotecario e costruttore di apparecchiature scientifiche, da Mr. Wendall, un piccolo gorilla che ha imparato il linguaggio degli umani e dalla biologa ricercatrice Mamma Capra, ha osservato il pianeta dallo spazio e divulga le sue ricerche.

  • Mercoledì 22 e giovedì 23 febbraio 2023 ore 9.30

Teatro Perdavvero

IL SEGRETO DI BARBABLÙ

spettacolo ispirato alla storia di Charles Perrault

con Marco Cantori e Diego Gavioli

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

per studenti 6-10 anni

Barbablù è un signore molto ricco e abita in un castello fantastico. Barbablù vorrebbe sposare una delle due figlie della contessa, ma loro non lo vogliono in sposo, perché la sua barba è blu. Per convincere una delle due giovani a sposarlo, Barbablù le invita con tutti i loro amici ad una bellissima festa nella sua reggia: giocano, mangiano, ballano e si divertono moltissimo.

  • Giovedì 9 e venerdì 10 marzo 2023 ore 9.30

Progetto g.g.

STEGHE

di e con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti

pupazzi e decorazioni Ilaria Comisso

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

per studenti 3-8 anni

Uno spettacolo liberamente ispirato a Le Streghe di Dahl che attraverso il teatro di narrazione e quello di figura vuole esplorare alcune tematiche fondamentali dell’infanzia: l’incontro con le paure, il loro riconoscimento e la possibilità di superarle, vincerle. Sapendosi trasformare, accettandosi e diventando, perché no, dei piccoli eroi. Per poter infine fare una festa. Una grande festa, in cui celebrare chi è diventato eroe. Perché è questa la forza dell’infanzia. Provare e ritentare. Cadere e rialzarsi. Incontrare e riconoscere. Attraversare e far ritorno. Esperire per crescere.

  • Martedì 14 marzo 2023 ore 9.30

Factory Compagnia Transadriatica

Fondazione Sipario Toscana

MATTIA E IL NONNO

adattamento e regia Tonio De Nitto

musiche originali Paolo Coletta

per studenti 8-14 anni

Mattia e il nonno è un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia. In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote si preparano al distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi per scoprire, alla fine, che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e soprattutto non smettere mai di cercare. In questo delicato passaggio di consegne il nonno insegna a Mattia, giocando con lui, a capire le regole che governano l’animo umano e come si può fare a rimanere vivi nel cuore di chi si ama.

  • Da lunedì 17 a mercoledì 19 aprile 2023 ore 9.30

TCP tanti cosi progetti

IL LUPO E I SETTE CAPRETTI

di e con Danilo Conti e Antonella Piroli

produzione Accademia Perduta/Romagna Teatri

per studenti 3-8 anni

Un lupo desidera divorare 7 capretti e aspetta l’occasione favorevole che si presenta quando mamma capra li lascia soli per andare a fare spesa. In diverse occasioni il lupo viene scoperto dai capretti che, chiusi nella loro casa perché messi all’erta dalla mamma sull’incombente pericolo, non aprono la porta. Il lupo allora ricorre a stratagemmi e travestimenti, aiutato anche dall’indifferenza ed egoismo di Mastro Porcello pasticcere, Mastro Coniglio fornaio e Mastro Topo mugnaio, ai quali si rivolge per raggiungere il suo scopo, e riesce infine a divorare sei dei sette capretti, riuscendo a entrare nella loro casa. Il settimo capretto, rifugiatosi dentro la pendola, al ritorno della madre la informa dell’accaduto. Mamma capra si dispera, ma poi cerca il lupo e lo trova immerso nel sonno per avere mangiato troppo in fretta le sue prede che, dentro l’enorme panciona sono ancora vive. Mamma capra allora estrae la prole e mette nella pancia del lupo enormi pietre che saranno la causa della sua morte. I sette capretti e la mamma festeggiano lo scampato pericolo.

TEATRO “IL PICCOLO” FORLÌ

Accademia Perduta/Romagna Teatri presenta le sue nuove produzioni

di Teatro Ragazzi nella Stagione 2022/23 del Teatro Il Piccolo di Forlì:

il più importante polo creativo per le nuove generazioni della Romagna.