Teatro DAMSLab: “Corpo Eretico” di e con Marco Baliani il 24 ottobre a Bologna

17
Human – ©alecani 2016 – all rights reserved – info at alecani@gmail.com

BOLOGNA – Lunedì 24 ottobre 2022, alle ore 21, sul palco del Teatro del DAMSLab debutta Corpo Eretico. Dialogo in tempo presente con Pier Paolo Pasolini, spettacolo di e con Marco Baliani, appositamente creato in occasione del convegno Pasolini giornalista. Traiettorie e convenzioni alla ricerca d’una scrittura mediale (24 e 25 ottobre, DAMSLab), a cura di Stefano Casi e Gerardo Guccini, inserito nell’ambito della rassegna La Soffitta per Pasolini nel Centenario della Nascita e realizzato in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Agli studi sulla partecipazione di Pasolini agli eventi e alle trasformazioni antropologiche del mondo contemporaneo, Baliani ha fatto corrispondere un dialogo spietatamente sincero che presenta con queste parole: «Sono tante le “cose” su cui dialogare con lui, sulle mutazioni sociali avvenute, su quello che ha intuito e quello che ha travisato, sul suo corpo “diverso”, sempre al centro del suo agire, scandalosamente in contrasto col mondo intorno, sulla sua mai esausta vena pedagogica, sui suoi scritti pirateschi, sul suo giornalismo anomalo».

E aggiunge: «Nel mio lavoro ho sempre amato personaggi “non riconciliati”, fuori dalla norma, grandiosamente vittime della loro diversità: con Pasolini mi trovo dunque in sintonia […].

La sua eresia, così vitale, mi costringe a stare in ascolto, con lo spavento delle scoperte inattese, per vedere, alla fine, cosa mi resta tra le dita, di raccontabile e tramandabile col mio teatro e la mia voce».

Marco Baliani è attore, autore e regista. Con lo spettacolo Kohlhaas del 1989, attraverso un originale percorso di ricerca, dà vita al teatro di narrazione che segna la scena teatrale italiana. Figura eclettica e complessa del teatro italiano contemporaneo, ha sperimentato drammaturgie corali creando spettacoli-evento per molti attori, come Come gocce di una fiumana (premio IDI per la regia), o Antigone delle città, spettacolo di impegno civile sulla strage di Bologna del 2 agosto, o ancora dirigendo progetti come I Porti del Mediterraneo con attori provenienti da diversi paesi dell’area mediterranea. Parallelamente ha proseguito una personale ricerca nell’ambito della narrazione realizzando spettacoli come TracceCorpo di Stato Frollo, protagonisti di fortunate tournée e tuttora nel repertorio di Baliani.

Tra il 2012 e il 2015, con Marco Balsamo e Stefano Accorsi, dà vita al progetto Grandi italiani: nascono gli spettacoli Giocando con Orlando e Decamerone. Vizi virtù passioni, in cui Baliani è regista e autore delle due riscritture.

Nel 2015, nella ricorrenza del centenario del primo conflitto mondiale, è protagonista dello spettacolo Trincea, per cui ha vinto il premio Franco Enriquez come migliore interpretazione. Questo spettacolo ha dato avvio al ciclo della post-narrazione, evoluzione di fatto del teatro di narrazione. Fa parte di questo filone anche lo spettacolo Una notte sbagliata, sempre prodotto da Marche Teatro, che vede Baliani nei doppi panni di interprete e autore. Nell’anno della pandemia, Baliani scrive e dirige lo spettacolo L’attore nella casa di cristallo, andato in scena dal 15 giugno 2020, giorno della riapertura dei teatri, nel piazzale davanti al Teatro delle Muse di Ancona. Lo spettacolo è diventato anche un libro, uscito per Titivillus Edizioni.

Nel 2017, Baliani è chiamato a dirigere lo spettacolo Sette contro Tebe andato in scena al Teatro Greco di Siracusa nell’ambito del 53esimo ciclo di rappresentazioni classiche. Destinato a grandi spazi anche lo spettacolo Quinta stagione del 2021, tratto dall’omonimo poema di Franco Marcoaldi e andato in scena al Teatro Grande di Pompei, con le scene di Mimmo Paladino, il paesaggio sonoro di Mirto Baliani e la produzione del Teatro di Napoli.

Inoltre, Marco Baliani ha firmato come autore librettista e regista le opere liriche contemporanee Il sogno di una cosa e Corpi eretici, su musiche di Mauro Montalbetti. Nel 2021 ha curato la regia dell’opera Gianni Schicchi, presentato da Marche Teatro, con la direzione musicale di Marco Guidarini.

Per il cinema è stato diretto da registi quali Francesca Archibugi, Roberto Andò, Saverio Costanzo, Cristina Comencini e Mario Martone. Come scrittore ha pubblicato romanzi, racconti e saggi tra cui Ho cavalcato in groppa ad una sedia (Titivillus edizioni) e per la Rizzoli Corpo di statoPinocchio NeroL’Amore BuonoNel Regno di AciliaLa metà di Sophia, e L’occasione. Nel 2021 è uscito per Bompiani La pietra oscura, fantasy ecologista che ha come protagonisti cinque ragazzi negli ultimi mesi della terza media, prima che ognuno prenda poi quella che sarà la propria strada.

Lo spettacolo è a ingresso gratuito previa prenotazione su damslab.unibo.it.

Maggiori informazioni su damslab.unibo.it; novità e aggiornamenti live disponibili sulla pagina Facebook facebook/damslab.lasoffitta.

La Soffitta 2022

CORPO ERETICO

Dialogo in tempo presente con Pier Paolo Pasolini

di e con Marco Baliani

Anteprima

Marco Baliani torna alla Soffitta con Corpo Eretico,

un dialogo spietato e sincero con Pier Paolo Pasolini,

scritto appositamente per il convegno Pasolini giornalista.

lunedì 24 ottobre 2022, ore 21

DAMSLab/Teatro

piazzetta Pasolini 5/b, Bologna