Sul palco della Tenda si suona s ritmo di contaminazione

4
I Savana funk nella nuova stagione della Tenda

Rock, jazz, cantautori, musica d’avanguardia: uno spazio con la musica nel Dna

MODENA – La musica dal vivo riaccende il palco della Tenda all’insegna della contaminazione tra i generi con rassegne che spaziano dal rock al jazz, dai cantautori alla musica d’avanguardia.

Ad aprire ufficialmente la stagione 2021/2022, venerdì 15 ottobre è la nuova edizione di “Arts & Jam”, rassegna di musica jazz a cura di Muse e JazzOff Produzioni, in collaborazione con Centro Musica Modena. Già previsti nel programma da ottobre a dicembre i primi tre appuntamenti, che vedranno salire sul palco di viale Monte Kosica Savana Funk (15 ottobre), Trio Bobo (28 novembre), Orchestra Creativa dell’Emilia-Romagna con special guest Gunter Sommer (18 dicembre).

La musica contemporanea e le sue contaminazioni sono protagonisti invece di due nuovi appuntamenti di Orbite, rassegna a cura dell’associazione Lemniscata in collaborazione con l’associazione Muse, con il contributo di Fondazione di Modena. A esibirsi per la rassegna saranno il trio Circles 44 (29 ottobre) e l’ensemble Fabrizio Puglisi “Guantanamo” (12 novembre).

Punto di riferimento per tutti i giovani musicisti modenesi, La Tenda offre spazio ai concerti Live@Rock promossi dall’associazione Intendiamoci con band e artisti emergenti, declinati in una formula inedita dettata dall’impossibilità di conciliare la fruizione dei concerti rock intesi in senso classico con le cautele per il contenimento dell’emergenza Covid-19, oltre al ritorno della scena internazionale come i britannici Delta Sleep, già in programma come evento di chiusura della stagione il 6 giugno 2022.

Gli appuntamenti vedranno anche il ritorno della rassegna di incontri tra parole e musica “Cantautori su Marte. Quattro incontri senza gravità sulla canzone d’autore”, promosso dal Centro Musica di Modena con la direzione artistica di Corrado Nuccini (Giardini di Mirò).