SRacing: a Piacenza top ten sudata per Rabaglia

17

Il primo round del Campionato Regionale MX Emilia Romagna vede il portacolori di SRacing lottare a denti stretti, chiudendo decimo in gara 1 ed ottavo in gara 2

TIZZANO VAL PARMA (PR) – Un primo appuntamento, quello di Piacenza, che ha reso la vita difficile al giovane Christian Rabaglia, debuttante in classe MX2, nell’apertura di un Campionato Regionale MX Emilia Romagna che sembra destinato a portare buoni frutti.

Il giovane portacolori di SRacing, vice campione in carica nella categoria Minicross 85 Promo, si è reso autore di un fine settimana decisamente positivo, incamerando in primi punti per una serie che, complice i postumi del Coronavirus, vivrà di un calendario alquanto ballerino.

Il primo assaggio, ufficiale, in sella alla nuova Husqvarna 125, dotata delle evoluzioni 2020, vedeva l’alfiere della scuderia parmense chiudere la batteria di qualifica al sesto posto tra gli amatori, ricordando che al cancelletto di partenza si erano presentate ben trentatre moto.

“Visto quanto dimostrato da Christian lo scorso anno” – racconta Simone Rabaglia (presidente SRacing) – “le aspettative erano positive ed infatti il passo dimostrato in qualifica ha confermato quanto credevamo. Con trentatré moto al via, inclusi esperti ed agonisti, non era una passeggiata. Il sesto posto ottenuto da Christian, nella propria categoria, ha confermato il valore che aveva espresso in tutta la seconda parte della scorsa stagione. Bravo Christian.”

Pronti, via ed in gara 1, poco dopo la partenza, in quattro si andavano ad agganciare nella mischia ed a farne le spese era il povero Rabaglia, incappato in una caduta con conseguente danneggiamento del manubrio ed un’improbabile rimonta davanti a sé.

Con un gap importante ma con la giusta determinazione il pilota di SRacing iniziava a recuperare posizioni su posizioni, riuscendo a concludere al decimo posto, su diciotto, all’arrivo.

“Partendo dal sesto posto si poteva fare una bella gara 1” – aggiunge Simone Rabaglia – “ed invece Christian si è trovato nel mucchio. Un contatto con quattro avversari ha prodotto la sua caduta ed il danneggiamento delle piastre del manubrio. Nonostante questo si è rialzato ed è ripartito, da ultimo, mentre gli altri gli avevano già dato mezza pista. Chiudere decimo, su diciotto, ha dimostrato tutta la sua grinta e la sua voglia di non arrendersi, ad ogni difficoltà.”

In gara 2, nonostante il morale fosse ad alti livelli, si facevano sentire i guai di natura tecnica patiti nella prima tornata ma, nonostante questo, Rabaglia riusciva a collezionare un’ottima ottava posizione in categoria, mettendo in cascina un buon bottino di punti per il campionato.

“Tra la prima e la seconda gara abbiamo sistemato la moto” – conclude Simone Rabaglia – “ma il piantone dello sterzo non era a posto del tutto ed il manubrio ballava avanti ed indietro. In questa situazione ottenere un ottavo posto ci fa ben sperare per le prossime gare di campionato. Se poi calcoliamo che, a mio modo di vedere, la pista è stata bagnata troppo, trasformandola in una fanghiglia, direi che non possiamo essere che felici del nostro Christian.”

Foto di Christian Rabaglia, in azione (immagine a cura di SRacing)