Sostegno alla partecipazione ai centri estivi dei minori sfollati dall’Ucraina

9

Pubblicati due avvisi dal Comune di Piacenza

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – Sostenere la più ampia partecipazione delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi ucraini ai centri estivi, prevedendo a tal fine un sostegno economico agli enti locali per il loro inserimento. È questo il progetto che la Regione Emilia-Romagna ha promosso, assegnando a tale scopo al Comune di Piacenza un finanziamento di 17mila e 233 euro, al quale fanno riferimento due avvisi pubblici emanati nei giorni scorsi da Palazzo Mercanti: il primo, per l’attribuzione di contributi economici per la partecipazione ad attività estive 2022 dei minori di età compresa tra i 3 e i 17 anni (nati dal 1 gennaio 2005 ed entro il 31 dicembre 2019) sfollati dall’Ucraina a seguito dei recenti eventi bellici, che abbiano presentato dichiarazione di presenza sul territorio regionale alle autorità di Pubblica sicurezza; il secondo invece, rivolto ai gestori dei centri estivi che abbiano accolto minori ucraini a titolo gratuito o parzialmente gratuito, per l’assegnazione di contributi economici a rimborso del loro costo di partecipazione.

Per entrambi è possibile presentare domanda entro lunedì 3 ottobre 2022 alle ore 12.

Per quanto riguarda il primo avviso pubblico, la domanda deve essere presentata dal titolare della potestà genitoriale/tutela legale o da chi ne ha la custodia temporanea al Comune di Piacenza in cui il minore è accolto. Il contributo è determinato come concorso alla copertura parziale o totale del costo di frequenza al centro estivo – che può aver sede sull’intero territorio regionale -, nel periodo dal 1 giugno al 30 settembre 2022, fino a un massimo di 336 euro per ciascun bambino o ragazzo. Il richiedente può scaricare il modulo di domanda di contributo dal sito www.comune.piacenza.it e inviarlo tramite posta elettronica all’indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it indicando nell’oggetto “Domanda di contributo a rimborso per frequenza attività socializzanti rivolte ad esuli ucraini”, oppure consegnarlo per la protocollazione agli uffici dei Servizi educativi e formativi in via Beverora 59, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, previo appuntamento telefonico. Alla domanda deve essere allegata la scansione del documento di identità del richiedente. Per informazioni, chiarimenti e per la prenotazione dell’eventuale appuntamento è possibile contattare i numeri tel. 0523 492573/2530 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica u.scuola@comune.piacenza.it. Per difficoltà nella compilazione della domanda è possibile chiedere assistenza telefonica allo Sportello InformaFamiglie&Bambini (tel. 0523 492380) nelle giornate di lunedì e giovedì dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30, martedì dalle 14 alle 16, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12.

Per quanto attiene invece il secondo avviso, a beneficiare dei contributi economici possono essere: gli enti del terzo settore, altre associazioni, fondazioni e comitati, le organizzazioni non governative, le imprese sociali, le associazioni e le società sportive dilettantistiche e altri soggetti privati, anche aventi scopo di lucro, con riferimento a specifiche iniziative aventi caratteristiche tali da promuovere l’immagine e il prestigio della città. Ai fini dell’assegnazione del contributo a rimborso delle attività svolte occorre presentare domanda al Comune di Piacenza – utilizzando il modulo pubblicato nel sito www.comune.piacenza.it – entro le ore 12 di lunedì 3 ottobre, a mezzo posta elettronica all’indirizzo protocollo.generale@cert.comune.piacenza.it, indicando nell’oggetto: “Domanda di contributo a rimborso per organizzazione attività estive socializzanti per minori ucraini – Anno 2022”. In alternativa può essere consegnata a mano previo appuntamento telefonico, ai Servizi educativi e formativi, viale Beverora 59, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12. Gli appuntamenti per la consegna a mano delle domande possono essere fissati telefonando ai numeri 0523 492530/2573 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.