Servizi sociali, cure dentali gratuite per i minori assistiti

7

Protocollo sottoscritto da Comune di Modena, Fondazione Andi e sezione provinciale di Modena. Prime adesioni degli studi dentistici al progetto

MODENA – Diagnosi e cure odontoiatriche gratuite per i minori assistiti dal Comune di Modena, grazie all’attività volontaria di alcuni studi dentistici della città. L’opportunità la offre un protocollo tra l’amministrazione comunale, la Fondazione Andi onlus e la sezione provinciale Andi Modena.

L’accordo, valido per due anni con possibilità di rinnovo, permette ai minori seguiti dai Servizi sociali del Comune di Modena di beneficiare del progetto di prevenzione e cura della salute orale denominato “Adotta un sorriso di un bambino”, ideato nel 2011 dalla Fondazione Andi, nata nel 2005 per volontà dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani che, con i suoi 27 mila soci, è una delle associazioni odontoiatriche maggiormente rappresentative in Italia ed Europa.

Nello specifico, ai ragazzi tutelati dal Comune, accolti in comunità residenziali o da famiglie affidatarie, sono offerte visite di prevenzione e di cura, come interventi di igiene orale, otturazioni o estrazioni di denti, negli studi dei soci Andi che scelgono di diventare volontari all’interno di questo progetto. La Fondazione, tramite la sezione provinciale, procede, infatti, all’individuazione del dentista associato che opera sul territorio e aderisce all’iniziativa di solidarietà, garantendo per un anno la gratuità delle cure al minore. Ai servizi sociosanitari spetta, invece, il compito di individuare il minore in difficoltà che necessita dei controlli dentali, associandolo successivamente al dentista e concordando le modalità della prestazione medica. Per rendere facilmente attuabile l’invio dei minori agli studi dentistici, la Fondazione inoltra al Centro per le Famiglie del Comune l’elenco aggiornato contenente i recapiti degli studi odontoiatrici.

Già in questa prima fase del progetto, promosso anche nei canali di comunicazione di Andi Modena, sono arrivate le prime adesioni da parte di alcuni studi dentistici e fissate, di conseguenza, le prime visite di prevenzione che, in un paio di casi, si svolgeranno a metà gennaio e a cui potranno seguire eventuali interventi se necessari.