Serrati controlli della PM insieme al SIAN: ispezionato un esercizio in via Capelluti

PARMA – Serrati controlli congiunti del Reparto di Polizia Annonaria Amministrativa di Parma, congiuntamente al Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna (SIAN), con verifiche a tutela dei consumatori.

Nello specifico, è stato ispezionato un esercizio etnico fuori dalla zona del centro storico, dove è stata accertata la presenza di alimenti non identificati sfusi, in cattivo stato di conservazione, conservati in contenitori non idonei al contatto con gli alimenti; gamberetti essiccati, spiedini di pesce essiccato e vegetali non identificati e conservati nei sacchetti per la raccolta dei rifiuti.

E’ stata accertata la vendita di prodotti non alimentari in assenza di autorizzazione che ha comportato una sanzione di 5.164€ da parte della Polizia Municipale.

I locali dell’esercizio sono risultati in pessimo stato igienico sanitario.

Tale situazione ha portato il Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna a disporre il sequestro sanitario degli alimenti predetti e la chiusura immediata dell’attività fino al ripristino delle condizioni igienico sanitarie, con comunicazione al settore competente del Comune di Parma per il prosieguo di competenza.

L’attività è stata sanzionata per la carenza d’igiene e denunciata all’autorità giudiziaria.

“Continua l’ottimo lavoro della Polizia Municipale e del nucleo SIAN, un’importante attività che ha un duplice obiettivo: tutelare la salute del consumatore e nello stesso tempo gli esercizi che svolgono la loro attività nel rispetto delle regole. E’ un’essenziale azione di presidio del territorio che si affianca al lavoro delle altre Forze dell’Ordine. La Polizia Municipale continuerà con impegno e determinazione questa attività sulla città” ha commentato l’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa.