Scuola Primaria di San Vittore, pubblicato il bando per l’aggiudicazione dell’appalto

8

CESENA – È aperto il bando per la presentazione delle domande di partecipazione all’appalto per la costruzione della nuova Scuola primaria di San Vittore, la cui scadenza è prevista per martedì 26 ottobre alle ore 13. La gara verrà aggiudicata per un importo complessivo dei lavori pari a 3.379.439 euro, sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Ai fini della partecipazione alla presente procedura è indispensabile essere registrati a SATER. Tutte le informazioni e la modulistica di partecipazione sono scaricabili presso il profilo del committente, Unione dei Comuni Valle del Savio, alla sezione Bandi di gara.

Rispondere alle nuove necessità emerse con l’emergenza sanitaria e garantire un’educazione accessibile e di qualità. Con questa chiara volontà manifestata dall’Amministrazione comunale di Cesena e con l’approvazione del progetto preliminare da parte della Giunta nell’ottobre 2020, ha preso avvio il percorso che porterà alla realizzazione della nuova Scuola primaria di San Vittore, dal momento che l’attuale complesso scolastico risulta sottodimensionato rispetto alle esigenze del bacino di utenza. Si tratta di un investimento dell’ammontare complessivo di 4 milioni di euro.

“L’edificio che attualmente ospita la scuola primaria – commentano il Sindaco Enzo Lattuca e l’Assessore ai Lavori Pubblici Christian Castorri – è stato realizzato alla fine negli anni ’40 e presenta necessità di miglioramento strutturale a livello di fondazioni, solai, murature e copertura, che richiedono una totale demolizione e ricostruzione, così da rispettare integralmente la normativa antisismica ed ottenere un edificio più performante e innovativo sia per quanto riguarda il contenimento dei consumi energetici che per quanto riguarda i costi di gestione. La pandemia inoltre – proseguono Sindaco e Assessore – ci ha fatto capire ulteriormente l’importanza di considerare un’educazione outdoor, spazi più ampi e ambienti didattici in grado di accogliere il maggior numero di studenti e di insegnanti. Investire sulla scuola accelerando il processo di rigenerazione architettonica degli edifici significa per noi lavorare sul futuro della città e dei nostri ragazzi. Intervenire strutturalmente infatti ci dà la possibilità di  garantire un pieno sviluppo dell’attività didattica e di potenziare le attività della scuola, diventando moltiplicatori di occasioni educative”.

Il progetto di riqualificazione globale del polo scolastico punta a una modernizzazione degli spazi, distribuiti su tre piani complessivi, con 10 aule scolastiche, una biblioteca, una sala insegnanti, quattro laboratori, e altri ambienti che saranno destinati alla didattica.