Scuola; il rientro in classe in un confronto tra dirigenti e Assessorato alle politiche educative

7
FORLÌ – A pochi giorni dalla ripresa delle lezioni, l’Amministrazione comunale forlivese attraverso l’Assessorato alle politiche educative e gli uffici competenti, ha convocato ieri mattina tutti i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi cittadini per fare il punto sulle nuove misure da adottare in vista della ripartenza.
Sarà ancora una volta una scuola fatta su misura per gli studenti e garantita nel pieno rispetto della normativa anti-covid quella che riprenderà il via, anche a Forlì, il prossimo 13 settembre. A livello generale, restano confermate le misure di prevenzione e contenimento del virus dettate dai protocolli in vigore e, rispetto allo scorso anno, non sono emerse criticità dal punto di vista delle dimensioni degli spazi didattici e delle aule dedicate allo svolgimento delle lezioni. La novità più importante, resa nota dall’Assessorato e condivisa con i dirigenti, è indubbiamente l’imminente installazione di sistemi di purificazione dell’aria in tutte le classi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di competenza del Comune. I lavori inizieranno già i prossimi giorni e procederanno a pieno ritmo, anche il sabato e la domenica, rispondendo prioritariamente alle esigenze dei dirigenti e agli orari di svolgimento delle lezioni. Sul fronte green pass, invece, l’Amministrazione comunale è in attesa di indicazioni precise dal Ministero della pubblica istruzione per capire come semplificare le procedure di controllo delle certificazioni di tutto il personale scolastico. L’obiettivo, in ogni caso, è aiutare i dirigenti in questa fase preliminare di monitoraggio di tutto il corpo docenti e personale ATA, evitando situazioni di pericolo, assembramenti e un rallentamento degli ingressi in aula. Per quanto riguarda invece i servizi di pre e dopo scuola, oltre a quello di trasporto pubblico, l’Assessorato ne ha garantito l’erogazione fin dai primi giorni di scuola, confermando l’impegno assunto nei confronti delle famiglie già negli scorsi anni. Tutte le scuole della città hanno condiviso l’indirizzo dell’Amministrazione e maturato una strategia condivisa per la ripresa graduale delle lezioni e la necessità di soddisfare le esigenze dei genitori.