Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro: è online il bando di selezione per il corso

23

Perfezionamento attoriale: microdrammi in scena affidato al regista e attore argentino Lisandro Rodríguez. Fino al 25 ottobre è possibile inviare la propria candidatura

EMILIA ROMAGNA – Nell’ambito dell’Operazione Pratiche internazionali di pedagogia dell’attore alla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro*, approvata dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziata da Fondo Sociale Europeo (op. Rif.PA 2019-11938/RER), rivolta ad attori professionisti che desiderano un’occasione di approfondimento o specializzazione dei linguaggi e delle pratiche sceniche, Emilia Romagna Teatro Fondazione propone il bando di selezione per il corso Perfezionamento attoriale: microdrammi in scena*, affidato al regista e attore argentino Lisandro Rodríguez.

È possibile inviare la propria candidatura fino al 25 ottobre: requisiti, modalità d’iscrizione e bando completo sono disponibili sul sito scuola.emiliaromagnateatro.com.

Il corso si rivolge a 15 allievi ed è gratuito, grazie al finanziamento regionale: dalla stagione 2016/2017, i percorsi di formazione della Scuola sono infatti approvati dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo. Lo strumento principale del corso sarà il workshop pratico. Pedagogia e sperimentazione teatrale accompagneranno gli allievi in tutto il processo formativo.

Classe 1980, tra le voci più originali e incisive di un teatro che si interroga e rimescola le convenzioni della messa in scena a partire da una profonda riflessione politica e poetica, Lisandro Rodríguez guiderà gli allievi in un lungo percorso di alta formazione (della durata di 600 ore, da novembre 2020 ad aprile 2021) durante il quale verranno analizzate le tappe che, dalla composizione drammaturgica, portano a un allestimento. Da un lato, Rodríguez sperimenterà i principi della rappresentazione, a partire dal suo spettacolo Abnegación 3 (del 2018 su testo del drammaturgo brasiliano Alexandre Dal Farra); dall’altra, porterà gli allievi alla creazione di microdrammi, per indagare la decostruzione delle convenzioni sceniche, in una commistione di strumenti della pratica teatrale.

Punto di partenza del lavoro sarà ciò che l’artista argentino chiama “Teatro d’eccezione”: in uno Stato d’eccezione, definito come regime d’emergenza che il Governo di un Paese può dichiarare in situazioni particolari, qual è il ruolo del teatro? È possibile pensare in termini di “teatro d’eccezione”, o di “spettacolo d’eccezione”?

L’obiettivo del corso sarà quello di pensare, ricercare e dialogare sul palcoscenico con il nuovo paradigma globale che sta prendendo forma dalla pandemia.

Per una parte degli allievi, inoltre, il percorso formativo prevede un’opportunità di diretto coinvolgimento nella vita produttiva di Emilia Romagna Teatro Fondazione: nella primavera del 2021, Lisandro Rodríguez firmerà la regia di due spettacoli, i cui interpreti saranno selezionati tra gli allievi che avranno portato a conclusione il corso.

Dopo il percorso di specializzazione attoriale condotto a settembre dagli artisti uruguaiani Sergio Blanco e Gabriel Calderòn, il “focus Sud America” che definisce la programmazione 2020/2021 dei corsi di perfezionamento promossi da ERT Fondazione volge ora lo sguardo alla scena indipendente argentina, prima di dirigersi, nei prossimi mesi, nel Brasile del regista Antonio Araujo. Un’attenzione alla produzione teatrale sudamericana, quella di ERT, che non si esaurisce nella forma pedagogica dei percorsi di formazione per attori professionisti, ma che riecheggia nelle stesse scelte produttive del teatro: dal recente debutto del Il Peso del mondo nelle cose, diretto da Claudio Longhi sulla drammaturgia dell’argentino Alejandro Tantanian, al debutto il prossimo dicembre di Lingua madre della connazionale scrittrice e regista teatrale e Lora Arias, alle produzioni previste per la primavera 2021 a firma Blanco/Calderòn e Lisandro Rodríguez, che coinvolgeranno alcuni degli allievi.

Lisandro Rodríguez (1980), regista e attore argentino impegnato in una ricerca permanente di nuovi linguaggi e formati teatrali, rifiuta la convenzionalità del palcoscenico e la divisione tra spettatori e attori, promuovendo la creazione collettiva. Nel 2004 Rodríguez ha fondato il centro di ricerca e di produzione scenica Elefante Club de Teatro (recentemente rinominato Estudio Los Vidrios), con cui ha dato vita ai suoi spettacoli e a molte attività collaterali, a partire da quelle di natura didattica, che gli hanno permesso di conquistarsi una riconoscibilità internazionale. Ha condotto numerosi laboratori di sperimentazione scenica in diverse parti del mondo (Uruguay, Perù, Francia, Cile, Spagna), in cui ha prodotto spettacoli, attività teatrali e formative.

Informazioni:
Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore contatti: 059/214039 – scuola@emiliaromagnateatro.com

*Operazione “Pratiche internazionali di pedagogia dell’attore alla Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro” – Rif. PA 2019-11938/RER, approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019 e cofinanziata da Fondo Sociale Europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna (prog.3)