Sant’Agata sul Santerno: elevata altra multa per abbandono dei rifiuti

RiminiL’abbandono ha avuto luogo in via Giardino. Anche in questo caso, come per le 9 multe levate in Piazza Ugo La Mafa, a seguito di alcune approfondite verifiche della polizia municipale si è riusciti a risalire alle generalità della persona che ha commesso l’infrazione.

SANT’AGATA SUL SANTERNO (RA) – Proseguono le iniziative svolte dall’Amministrazione Comunale di Sant’Agata sul Santerno in collaborazione con Hera per la tutela dell’ambiente e per il corretto conferimento dei rifiuti.

Oltre a provocare il degrado dell’ambiente e dei territori urbani, l’abbandono dei rifiuti è un reato sanzionabile per legge: per questo è stata elevata questa mattina un’altra sanzione per abbandono rifiuti in via Giardino, a lato delle Distillerie Mazzari Spa.

A distanza di poche settimane dalle 9 sanzioni elevate in piazza Ugo La Malfa, i tecnici Hera in collaborazione con una pattuglia della polizia municipale della Bassa Romagna, hanno compiuto un sopralluogo, nell’ambito del quale hanno trovato elementi specifici, riconducibili ad un privato cittadino.

L’amministrazione comunale ed Hera stanno monitorando puntualmente tutte le Isole ecologiche di Base (IEB) diffuse sul territorio, per contrattare i fenomeni di abbandono dei rifiuti (ingombranti e indifferenziati in particolare), per evidenziare eventuali criticità e rispondere alle esigenze degli utenti .

Si ricorda che l’area self service adiacente alla stazione ecologica Hera di via Marcora è aperta tutti i giorni 24 ore su 24 e garantisce uno sconto di 15 centesimi/kg sulla propria bolletta Tari.

“La Giunta Comunale sta continuando la propria azione di controllo del proprio territorio, al fine di contrastare l’incivile atto dell’abbandono dei rifiuti. precisa Elisa Sgaravato, assessore all’ambiente del comune di S. Agata sul SanternoLa corretta gestione dei rifiuti comporta un importante cambio di prospettiva. Ridurne significativamente la produzione di rifiuti pro-capite e migliorarne la qualità è un obiettivo ambizioso che potrà essere raggiunto solamente con la collaborazione di tutti i cittadini.”

La riorganizzazione dei servizi ambientali

Si ricorda che a S. Agata sul Santerno è in atto dal 6 maggio scorso il graduale riordino in atto di tutte le isole ecologiche di base. Si tratta di raggruppamenti di contenitori (cassonetti e bidoni carrellati), collocati nelle varie strade, che consentiranno di effettuare in un unico luogo la raccolta separata dei rifiuti. Nelle IEB è possibile conferire carta/cartone, plastica, vetro/lattine, organico, scarti vegetali e frazione secca residua.

L’obiettivo della riorganizzazione è aumentare la raccolta differenziata fino a raggiungere il 79% entro il 2020, come previsto dal Piano Regionale di Gestione Rifiuti, per recuperare quantità sempre maggiori di materiali riciclabili, come organico, plastica, vetro, carta, scarti vegetali che restano risorse preziose per l’ambiente.

Ridurre i rifiuti e migliorare la raccolta differenziata rappresentano una sfida necessaria che va oltre gli aspetti normativi, perché contribuisce a limitare il consumo di risorse naturali, realizzando importanti benefici per l’ambiente e per le generazioni future

La nuova organizzazione dei punti di raccolta rappresenta un’evoluzione dei servizi a disposizione dei cittadini, che peraltro non si esauriscono con i contenitori stradali: a completare il quadro dell’offerta di Hera si ricordano anche le numerose stazioni ecologiche presenti sul territorio ed il ritiro a domicilio gratuito – previa prenotazione dell’appuntamento al Servizio Clienti 800.999.500 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18) – degli ingombranti.