San Secondo Parmense: dispositivi di videosorveglianza mobile per contrasto abbandono dei rifiuti

61

Polizia Locale: pugno duro contro l’abbandono di rifiuti

SAN SECONDO PARMENSE (PR) – Il  Comune  di  San  Secondo  Parmense  ha  acquistato  dall’azienda  Nivi  Spa  (già  Nivi  Credit  Srl)  un  Kit  di  Videosorveglianza mobile per contrastare il fastidioso fenomeno dell’abbandono improprio di rifiuti nelle  Terre del Basso Taro che comprendono i comuni di San Secondo Parmense, Sissa-Trecasali e Roccabianca.

Sempre più spesso si verifica il fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere in alcuni siti  di questi Comuni che, puntualmente, divengono oggetto di gesti di inciviltà da parte di coloro che dimostrano  di non avere a cuore il proprio territorio.

Questo  il  motivo  per  il  quale  l’amministrazione  intende  comunicare  l’estrema  attenzione  che  i  Comuni  avranno per far sì che il territorio del Basso Taro non diventino una discarica a cielo aperto. Gli abbandoni si  verificano spesso in aree periferiche dove, in mancanza dei tradizionali sistemi di videosorveglianza cittadina,  gli sporcaccioni trovano luoghi isolati per potersi liberare di rifiuti ingombranti ma anche pericolosi. Una  brutta abitudine che non solo deturpa il decoro del territorio, ma costa. E anche parecchio. Individuare i  responsabili degli abusi consentirà ai Comuni di fare educazione in questo senso e di risparmiare molti soldi  per la pulizia e il recupero.

Per queste ragioni il Dott.ssa Rainieri Michela Comandante del Corpo di Polizia Locale, dopo attenta analisi  e  ricerca,  ha  proposto  all’Amministrazione  l’acquisto  di  “e-Killer  Flex”,  Kit  di  Videosorveglianza  Mobile  particolarmente innovativi, efficaci e che riducono drasticamente il tempo di ricerca delle immagini e dei  trasgressori.  Le  telecamere  mobili  sono  dotate  infatti  di  una  tecnologia  di  intelligenza  artificiale  (Video  Analisi) che rileva il momento esatto in cui il rifiuto viene abbandonato nel luogo monitorato e invia un  allarme  alla  centrale  operativa  del  Comando.  Questi  innovativi  dispositivi  sono  dotati  di  SIM  dati  che  consente loro di essere raggiunti da remoto via APP o PC, in questo modo l’operatore potrà visualizzare in  tempo reale la scena di abbandono e estrapolare le immagini interessate attivando da subito il processo  sanzionatorio.

Il  fenomeno  dell’abbandono  di  rifiuti  è  un  fenomeno  itinerante,  per  questo  motivo  e-Killer  Flex  è  stato  pensato per poter essere trasportabile e posizionabile con grande facilità.

In ottemperanza alle disposizioni in termini di Privacy regolamentate dal nuovo G.D.P.R. (Regolamento UE  2016/679)  il  Comando  è  dotato  di  cartelli  stradali  che  saranno  posizionati  in  prossimità  dei  luoghi  che  verranno monitorati e provvederà ad aggiungere cartelli perimetrali secondo i criteri del Regolamento di  Videosorveglianza cittadino. www.eKiller.it / www.nivi.it.