San Francesco di sera: programma dal 25 al 27 giugno

4

BOLOGNA – Proseguono gli appuntamenti di SAN FRANCESCO DI SERA Questa Piazza è uno spettacolo!, la rassegna realizzata da Emilia Romagna Teatro Fondazione con il contributo del Comune di Bologna, nell’ambito di Bologna Estate 2021.

L’ultimo weekend di giugno si apre venerdì 25 con l’attrice Federica Fracassi in Dora pro nobis, un reading accompagnato dalle note del violoncello di Lamberto Curtoni, che porta in scena le parole del libro Malamore (Einaudi, 2017) di Concita De Gregorio, dedicato alla figura della fotografa Dora Maar e al racconto della sua complessa relazione con Pablo Picasso.

Sabato 26 segue Manzoni senza filtro, uno spettacolo in musica della compagnia Sementerie Artistiche: un affondo tra le pagine dei Promessi Sposi che, partendo dai personaggi più comici, svela la chiave ironica che caratterizza l’intero romanzo.

Domenica 27 il Teatro dei Venti porta in scena Odissea Radio Live, in collaborazione con Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna e promosso dalla Rete per Piazza San Francesco: uno spettacolo di Stefano Tè con le voci degli attori e delle attrici delle Carceri di Modena e Castelfranco Emilia e la narrazione dal vivo di Massimo Don; un viaggio epico, quello di Ulisse, raccontato da voci insolite.

Fino a duecento posti a sedere, distanziati nel rispetto delle normative attuali, con prenotazione obbligatoria, che è possibile effettuare anche il giorno stesso dell’evento e sul luogo. L’ingresso è libero o a pagamento solo per alcuni appuntamenti, al prezzo contenuto di 5€, una scelta per rendere accessibile il teatro a un pubblico più ampio. Gli eventi iniziano alle ore 21.30.

In caso di maltempo lo spettacolo Dora pro nobis sarà spostato in Sala Leo de Berardinis al Teatro Arena del Sole alla stessa ora.

VENERDÌ 25 GIUGNO, ORE 21.30

Dora pro nobis

di Concita De Gregorio

Reading per voce e violoncello

con Federica Fracassi (voce) e Lamberto Curtoni (violoncello)

musiche originali Lamberto Curtoni

Teatro di Dioniso

Ingresso: 5 €

Tratto dal libro Malamore (Einaudi, 2017) di Concita De Gregorio, che a Dora Maar ha dedicato una ricerca narrativa ed esistenziale, lo spettacolo/reading vede duettare la voce dell’attrice Federica Fracassi con il suono del violoncello di Lamberto Curtoni che richiamano in contrappunto, l’una Dora Maar e l’altro Pablo Picasso.

Grande fotografa esponente del surrealismo, nel 1936 dopo l’incontro con Picasso e l’inizio della loro relazione, diventò la donna che maggiormente ispirò l’artista: a lei si deve tutta la documentazione fotografica sulla realizzazione del quadro Guernica.

Fu vittima del genio distruttivo del pittore che, nel tentativo di cancellarne la personalità e il talento, le chiese di lasciare la fotografia per dedicarsi alla pittura, in cui non ottenne grandi risultati. Dalla travagliata relazione durata circa dieci anni, Dora ne uscì devastata pagando un prezzo altissimo con la reclusione in una clinica per la salute mentale.

Federica Fracassi si conferma protagonista di primo piano della scena teatrale italiana, interpretando Dora con grande intensità e sensibilità, accompagnata da Lamberto Curtoni che crea un vero e proprio concerto di violoncello solo, parallelo e intrecciato di sottile tragicità.

SABATO 26 GIUGNO, ORE 21.30

Manzoni senza filtro

di e con Manuela De Meo

musiche dal vivo di Andrea Gobbo

scritto con la collaborazione di Francesco Niccolini e Roberto Aldorasi

supervisione musicale Pietro Traldi

Sementerie Artistiche

Ingresso gratuito

Un affondo tra le pagine dei Promessi Sposi per sorprendersi, ridere, commuoversi e indignarsi.

Manuela De Meo, unica interprete in scena accompagnata dalle musiche dal vivo di Andrea Gobbo, ha rispettato nella riscrittura del romanzo lo stile e la profondità dell’opera originale, permettendo l’avvicinamento del pubblico a un linguaggio e a un impianto narrativo d’altri tempi.

Nello spettacolo vengono messi in luce gli aspetti più comici e grotteschi della scrittura manzoniana e la critica politica nascosta dietro un apparente lieto fine che si fa tragico nella cruda realtà della peste.

In diretto dialogo con il pubblico, Manzoni senza filtro svela fin da subito la chiave ironica che caratterizza l’intero romanzo. Partendo quindi dai personaggi più comici, come l’avvocato Azzecca-garbugli e il gran cancelliere Antonio Ferrer, il tono si fa a mano a mano più drammatico con la struggente storia della monaca di Monza fino all’apice tragico della peste che devasta Milano. Emerge una chiara visione critica nei confronti di un potere politico che, pur di raggiungere i propri interessi, “chiude un occhio” sulle avvisaglie del contagio permettendo il dilagare di un’epidemia rovinosa. Ed ecco che la funzione della Divina Provvidenza assume allora un tono di speranza innocente di fronte alla totale mancanza di responsabilità politica.

DOMENICA 27 GIUGNO, ORE 21.30

Odissea Radio Live

con le voci degli attori e delle attrici delle Carceri di Modena e Castelfranco Emilia e la narrazione dal vivo di Massimo Don

editing Danilo Faiulo

regia Stefano Tè

Teatro dei Venti e Coordinamento Teatro Carcere Emilia-Romagna

nell’ambito di Trasparenze di Teatro Carcere

promosso dalla Rete per Piazza San Francesco

Ingresso gratuito

Odissea Radio Live è la versione dal vivo di Odissea Radio, il radiodramma in dodici episodi prodotto dal Teatro dei Venti e andato in onda su Cosmic Fringe Radio (www.cosmicfringeradio.com). Il progetto narra le avventure di Ulisse: dalla fine della guerra di Troia fino al suo ritorno a Itaca, un viaggio raccontato da voci diverse, quelle delle detenute, dei detenuti e degli internati delle Carceri di Castelfranco Emilia e Sant’Anna di Modena. La voce narrante di Massimo Don tiene il filo conduttore della vicenda, dall’approdo sull’isola dei Lotofagi a quella dei Ciclopi, dall’incontro con Circe a quello con Tiresia nell’Ade, passando dal canto delle Sirene all’uccisione delle Vacche sacre del Sole, dall’amore di Calipso al naufragio sull’Isola dei Feaci, Telemaco, i Proci e Penelope.

Odissea Radio è la declinazione radiofonica, con una ricerca sonora e vocale, di Odissea, lo spettacolo che attraverserà i due Istituti Penitenziari e alcuni spazi urbani. Il viaggio di Ulisse verrà rappresentato su un bus-navetta che percorrerà le Carceri di Modena, Castelfranco Emilia e diversi spazi delle due città. Un flusso poetico di quattro ore, costruito per favorire una drammatizzazione armoniosa, un attraversamento fluido delle diverse vicende dell’opera e della città: tra questi i luoghi di detenzione, che mutano in teatro e si mettono a servizio del teatro. Odissea andrà in scena dal 26 al 30 luglio 2021 nell’ambito di Trasparenze Festival IX edizione.

San Francesco di sera. Questa Piazza è uno spettacolo! fa parte di “Bologna Estate 2021, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica”.

Informazioni e prenotazioni:

sul sito bologna.emiliaromagnateatro.com e biglietteria@arenadelsole.it

Biglietteria Teatro Arena del Sole

via Indipendenza 44

tel. 051.2910910

dal martedì al sabato dalle 16.00 alle 19.00

Piazza San Francesco

da un’ora prima dell’inizio della rappresentazione

San Francesco di sera

Questa Piazza è uno spettacolo!

Spettacoli, incontri e reading d’autore a cielo aperto

dal 4 giugno al 15 agosto

Federica Fracassi foto by @lorenzadaverio