Saludecio-Orria: a SalusErbe un gemellaggio nel segno dei murales e della vita sana

Oggi il secondo giorno della manifestazione più verde dell’anno

SALUDECIO (RN) – E’ partito ufficialmente ieri mattina, nell’ambito della 32a edizione di SalusErbe, il percorso di gemellaggio tra Saludecio ed Orria, paese del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. I due borghi da decenni promuovono l’arte dei murales: sui muri di Saludecio campeggiano illustrate “Le invenzioni dell’800”, mentre ad Orria viene celebrata la cultura cilentana da Parmenide a Giambattista Vico, fino al fisiologo Ancel Keys studioso dei centenari cilentani e della dieta mediterranea.

La vita sana è un altro dei temi che legano i due paesi gemellati, come dimostra la tradizione di SalusErbe arrivata alla 32a edizione a Saludecio.

Oggi la festa, dedicata quest’anno a fiori e apicoltura, continua nel borgo con il mercatino dei prodotti naturali e del florovivaismo, gli incontri, gli spettacoli, i workshop, le mostre, i giochi per i più piccoli.

Nella sala consiliare del Palazzo municipale (piazza Santo Amato Ronconi) due appuntamenti sul tema della “depurazione” del corpo e deagli archetipi e miti legati alla vegetazione.

Continua lo spettacolo “Alla scoperta della volta celeste” promosso dall’Osservatorio Copernico (dalle 10.30 a sera), mentre alle 17 nella sala consiliare del Municipio si terrà lo show cooking con laboratorio di pasticceria vegana.

Per una pausa gustosa con cibi e delizie verdi, non mancano i piatti di primavera proposti nei menù a tema dei ristoranti, negozi e chioschi saludecesi.