Sabato 10 novembre la presentazione del libro di Fosco Rocchetta dedicato al violinista Max Springher

RICCIONE (RN) – Sabato 10 novembre (ore 17.00, ingresso libero) il Palazzo del turismo ospita la presentazione del libro di Fosco Rocchetta dedicato a Max Springher.

Il volume mira a recuperare la memoria d’un fine violinista e capace direttore d’orchestra, Max Springher, (Alessandria d’Egitto, 1910-Riccione, 1967). Avviati gli studi nel Conservatorio di Parigi, Springher vanta una carriera musicale ricca e prestigiosa tra gli anni ‘30 e ‘60 del ‘900, un artista divenuto riccionese d’adozione per aver sposato una nostra concittadina, Italia Papini. Come solista o a capo d’orchestre ha attraversato più generi musicali, dalla classica alla leggera alla tzigana, dal tango al jazz, raggiungendo notevoli livelli d’eccellenza ed esibendosi nelle principali città d’Italia e d’Europa con importanti musicisti fra cui Lelio Luttazzi, Giampiero Boneschi, Gorni Kramer, Henghel Gualdi. Ha inoltre inciso dischi con i più famosi cantanti del tempo, come Natalino Otto, Teddy Reno e il celebre Quartetto Cetra.

La presentazione di sabato vedrà, oltre all’autore, la partecipazione del Maestro Giorgio Leardini e sarà accompagnata dagli allievi del corso di violino dell’Istituto musicale di Riccione “Gaspare Tirincanti”.

Conduce Alessandro Formilli.