Russi, secondo anno del piano di interventi e del “porta a porta” per contrastare la zanzara tigre

6

A partire da mercoledì 12 aprile, i trattamenti riguarderanno le frazioni di Godo e San Pancrazio

RUSSI (RA) – Proseguono anche per l’anno 2022 le attività sul territorio comunale inerenti al progetto “Definizione della strategia integrata di gestione dei vettori e sua applicazione nei Piani Comunali arbovirosi nella Rete Città Sane”, coordinato dalla Regione, finanziato dal ministero della Salute-Ccm (Centro controllo malattie) e svolto in collaborazione con la Rete Città Sane-Oms, che ha l’obiettivo di migliorare la capacità di gestire il rischio arbovirosi, a livello locale e regionale.

In Emilia Romagna, i Comuni di Russi e Bologna sono gli enti appartenenti alla Rete italiana Città Sane che sono stati selezionati per l’attuazione del progetto pilota finalizzato al miglioramento della capacità di gestione, a livello regionale e locale, del rischio rappresentato dalle zanzare e dalle malattie trasmesse da questi insetti.

Negli ultimi anni si è verificato un generale incremento della diffusione delle infezioni/malattie trasmesse da vettori (arbovirosi), principalmente zanzare, e del loro impatto sulla salute di uomini e animali e relative attività economiche.

Con il proseguimento delle attività del progetto pilota avviato nel 2021, anche quest’anno Russi metterà in campo diverse azioni progettuali a rafforzamento dei consueti interventi di disinfestazione su suolo pubblico, che prevedono anche l’applicazione di un protocollo di attività innovative di lotta integrata e/o biologica alle zanzare.

A partire dal mese di aprile il nostro Comune attiverà una serie di interventi di prevenzione, disinfestazione e sensibilizzazione della cittadinanza che, eseguiti in maniera integrata, mirano a perfezionare e implementare la lotta alla zanzara tigre, con modalità prive di rischi sanitari e di ricadute ambientali negative.

Sul sito del Comune di Russi (www.comune.russi.ra.it), è possibile consultare un calendario di massima con le giornate in cui sono stati programmati i sopralluoghi nelle diverse vie interessate dall’iniziativa.

In sintonia con gli indirizzi gestionali della Rete Italiana Città Sane-OMS, infatti, nei prossimi mesi si effettueranno misure di lotta biologica, monitoraggio quantitativo ed iniziative educative volte ad incrementare il ruolo di collaborazione attiva dei cittadini.