Russi, ordinanze per la prevenzione delle malattie trasmesse dalla Zanzara Tigre e comune (Culex spp)

23

Fino al 31 ottobre obbligo, per i proprietari di aree all’aperto dove si possono creare piccole o grandi raccolte d’acqua, di ottemperare disposizioni di contrasto alla diffusione delle zanzare. Prescrizioni anche per i proprietari/gestori di aree soggette a sommersioni periodiche

Russi stemmaRUSSI (RA) – Al fine di prevenire e controllare le malattie trasmesse da insetti vettori, in particolare dalla Zanzara Tigre (Aedes albopictus) e zanzara comune (Culex spp.), con l’ordinanza n. 17/2020, l’Amministrazione Comunale di Russi, che sta attuando un piano di lotta integrata attraverso interventi larvicidi nei focolai larvali attivi (tombinature stradali, fossati, canali, ecc.), chiede a tutti i cittadini, e ai soggetti pubblici e privati, proprietari, affittuari, che abbiano l’effettiva disponibilità di aree all’aperto dove esistano o si possano creare raccolte d’acqua meteorica o di altra provenienza, di ottemperare ad una serie di disposizioni utili a contrastare la diffusione delle zanzare come, ad esempio:

  • evitare l’abbandono definitivo o temporaneo di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acqua piovana, ed evitare qualsiasi raccolta d’acqua stagnante anche temporanea;
  • trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, e qualunque altro contenitore non eliminabile (comprese fontane e piscine non in esercizio) ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida;
  • tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, da sterpi, e rifiuti di ogni genere, e sistemarli in modo da evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza.

L’esecuzione di trattamenti adulticidi negli spazi privati, da considerare solo in via straordinaria, deve essere comunicata almeno 5 giorni prima del trattamento tramite il modulo “Comunicazione di disinfestazione adulticida contro la zanzara e altri insetti di interesse pubblico” (disponibile sul sito ufficiale dell’Ente www.comune.russi.ra.it) da presentare al Comune e all’AUSL di Ravenna con le seguenti modalità:

  • trasmissione al Comune di Russi, all’indirizzo p.zza Farini n. 1 – 48026 Russi (RA), oppure tramite fax al n. 0544 587669 o mediante PEC all’indirizzo pg.comune.russi.ra.it@legalmail.it;
  • trasmissione al Servizio Igiene Sanità Pubblica del Dipartimento Sanità Pubblica dell’AUSL di Ravenna, all’indirizzo via Fiume Montone Abbandonato n. 134 – 48124 Ravenna, oppure tramite fax al n. 0544 286800 o mediante PEC all’indirizzo ip.ra.dsp@pec.auslromagna.it.

La ditta specializzata incaricata di effettuare il trattamento, ovvero il proprietario/conduttore in caso di interventi eseguiti personalmente, dovrà disporre, almeno 48 ore prima, l’affissione di apposti avvisi (secondo il modello Allegato 2, reperibile sempre sul sito www.comune.russi.ra.it) al fine di garantire la massima trasparenza e informazione alla popolazione interessata.

Disposizioni simili, descritte nell’ordinanza n. 16/2020, sono estese ai proprietari o gestori di aree soggette a sommersioni (bacini per il deposito di acqua, scavi a scopo di estrazione di sabbia e/o argilla, aziende faunistico-venatorie, coltivazioni per la cui irrigazione si possa ricorrere alla tecnica della sommersione o scorrimento superficiale, maceri, valli e chiari da caccia), i quali hanno l’obbligo di verificare periodicamente in queste zone la presenza di larve di zanzara ed, eventualmente, di effettuare periodici interventi larvicidi utilizzando prodotti di sicura efficacia e a basso impatto ambientale per evitare la proliferazione di culicidi. Sarà inoltre necessario comunicare preventivamente all’Amministrazione stessa l’avvio delle operazioni di allagamento.

Per informazioni:
Comune di Russi Ufficio Ambiente
Tel. 0544 587660
Email: ambiente@comune.russi.ra.it
www.comune.russi.ra.it