Ritratto di un’artista sensibile questa sera a Ferrara

34

Giovedì 17 ottobre alle ore 21.00 alla Sala Estense Barbara Voghera in scena con Hamlet Solo di Lenz Fondazione

FERRARA – Dopo vent’anni di lavoro nell’ensemble, la straordinaria attrice con sindrome di Down interpreterà nel capoluogo emiliano, su invito della Fondazione Teatro Comunale, la recente rilettura del capolavoro shakespeariano creata per e con lei da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto. Il giorno dopo sarà protagonista di un workshop organizzato nell’ambito del progetto La Società a Teatro.

A pochi giorni dal grandissimo successo di pubblico e critica ottenuto al Teatro Farnese di Parma, l’attrice sensibile con sindrome di Down Barbara Voghera sarà protagonista a Ferrara, su invito della Fondazione Teatro Comunale, di un doppio appuntamento: giovedì 17 ottobre alle ore 21 alla Sala Estense interpreterà Hamlet Solo di Lenz Fondazione, realtà pioniera a livello internazionale nella più raffinata ricerca artistica con gli attori sensibili mentre il giorno dopo, venerdì 18 ottobre dalle 15.30 alle 18.30 parteciperà, presso il Teatro Comunale di Ferrara, a un workshop guidato dalla Direttrice Artistica di Lenz Maria Federica Maestri con la collaborazione di Elena Sorbi, curatrice dei progetti speciali della Fondazione.

Entrambi gli appuntamenti sono inseriti nella programmazione de La Società a Teatro.

Barbara Voghera è protagonista dagli inizi del duemila di alcuni tra i più importanti progetti performativi di Lenz, figura centrale nella pluridecennale indagine di Maria Federica Maestri e Francesco Pititto sul rinnovamento della lingua scenica contemporanea attraverso il dialogo artistico con l’alterità: eccezionale interprete nelle varie stesure dell’Amleto (inserite nell’archivio internazionale Global Shakespeares del MIT – Massachussets Institute of Technology, autorevole riconoscimento della ricerca sull’attore sensibile di Lenz), è presenza poliforme nella trilogia dedicata al Faust di Goethe; straordinaria performer nella prima versione de La Vita è Sogno di Calderón de la Barca nel ruolo di Clarino, interpretazione oggetto di un seminario di studi nell’ambito del più importante Festival di teatro barocco spagnolo, sarà nuovamente in scena nell’allestimento site-specific presso il Complesso Monumentale della Pilotta per Parma 2020 | Capitale Italiana della Cultura. Tra i numerosissimi altri ruoli interpretati in questi vent’anni di lavoro, vale segnalare almeno quelli di protagonista in Biancaneve e Pollicino nel Progetto Grimm (in tour nelle maggiori capitali europee) e in Consegnaci, bambina, i tuoi occhi tratto dall’opera di García Lorca Caperucita Roja; il Fool nell’opera Verdi Re Lear, commissione speciale del Festival Verdi 2015 e Bradamante nel progetto biennale site-specific ispirato all’Orlando Furioso di Ariosto. Recentemente, presso l’Università degli Studi di Parma, è stata realizzata la prima tesi di laurea monografica sul suo percorso artistico.

La Sala Estense si trova in Piazza del Municipio, 2 a Ferrara.
Il Teatro Comunale in Corso Martiri della Libertà, 5.

Info su Lenz Fondazione: 335 6096220, info@lenzfondazione.it – www.lenzfondazione.it.