Riqualificazione e rigenerazione delle aree ex Coop Ceramica e Stazione di Imola

39

Approvato l’accordo tra Città metropolitana e Comune di Imola: 5.400 mq a destinazione mista, un Centro di Mobilità, piste ciclabili e aree verdi

BOLOGNA – Il Consiglio metropolitano ha approvato l’Accordo con il Comune di Imola la riqualificazione dell’ex stabilimento Coop Ceramica, di significativo interesse per la Città metropolitana vista la vicinanza con la stazione ferroviaria di Imola e il Centro di Mobilità previsto dal PUMS.

Si tratta di un’area di circa 22.680 mq di superficie del complesso artigianale oggi dismesso da riqualificare attraverso la realizzazione di una struttura multifunzionale in rapporto con la stazione ferroviaria.

In particolare si prevede la realizzazione di un’area funzionale ad uso misto commerciale, alberghiero, terziario e pubblici esercizi: una superficie utile coperta complessiva di circa 5.400 mq a destinazione commerciale, di cui una struttura di vendita alimentare medio-grande (non superiore a 2.500 mq), su una superficie coperta di circa 4.000 mq e una struttura non alimentare mediopiccola (non superiore a 1.000 mq).

Nell’area fra la Stazione, il terminal bus e la nuova area commerciale sorgerà il Centro di Mobilità “Imola centro”, un nodo di interscambio tra diversi sistemi di trasporto collettivo, privato e con la mobilità attiva. Un percorso ciclopedonale collegherà poi area commerciale, Stazione ferroviaria e centro storico, in raccordo con le piste ciclabili esistenti di viale Marconi.

L’Accordo territoriale approvato è in coerenza con il Patto metropolitano per il lavoro e lo sviluppo economico e sociale, con il Patto per il Lavoro regionale e con il Piano Strategico Metropolitano 2.0.

“L’intervento – sottolinea il consigliere delegato Marco Monesi mira a rigenerare e qualificare gli spazi in un’ottica di sostenibilità ambientale, fornire servizi sia per la popolazione residente che per i passeggeri in transito alla stazione, migliorando l’accessibilità e incrementando la mobilità pedonale e ciclabile delle aree limitrofe, interessate a loro volta da diversi interventi di riqualificazione come viale Andrea Costa, il polo stazione e il Centro Mobilità”.

L’Accordo è stato approvato con 9 voti a favore (Pd), 2 astenuti (Uniti per l’Alternativa) e 3 contrari (Palumbo e Rete Civica).