Riparazione post sisma della chiesa di San Paolo

20

Corso Porta Reno temporaneamente interrotto al transito per il montaggio della gru di cantiere. Modifiche alla circolazione a Ferrara dalle 8 di martedì 15 marzo alle 18 di giovedì 17 marzo 2022 (ore notturne comprese)

FERRARA – Per consentire il montaggio di una gru edile, necessaria per i lavori di riparazione post sisma della chiesa di San Paolo a Ferrara, dalle 8 di martedì 15 marzo fino alle 18 di giovedì 17 marzo 2022 (ore notturne comprese) in corso Porta Reno, nel tratto compreso tra via Carlo Mayr e piazza Trento Trieste, sarà istituito il divieto di transito (eccetto gli autorizzati). In vigore anche il divieto di sosta su entrambi i lati con rimozione coatta per tutti i veicoli eccetto quelli necessari per i lavori.

Per i veicoli provenienti da via Kennedy, all’intersezione con via Carlo Mayr, direzioni consentite a destra e a sinistra (eccetto gli autorizzati).

In tutto il tratto di corso Porta Reno tra via Vaspergolo e via Amendola saranno revocate le aree di sosta riservate ai residenti Ztl A-B, taxi e carico/scarico merci.

I pedoni e le biciclette (eventualmente condotte a mano) saranno indirizzati all’utilizzo di percorsi protetti dedicati.

Le modifiche temporanee alla viabilità saranno indicate da segnaletica di preavviso e deviazione in prossimità dei tratti interessati.

Come spiegato anche in una lettera, firmata dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Andrea Maggi, in distribuzione in questi giorni ai residenti ed esercenti della zona, i lavori a cura del Comune di Ferrara per la “riparazione e il miglioramento strutturale post sisma della chiesa della Conversione di San Paolo verranno eseguiti al fine di restituire alla fruizione della cittadinanza questa chiesa storica, rimasta chiusa e abbandonata da più di dieci anni. In questa prima fase si dovrà installare la gru di cantiere che rimarrà collocata nell’aiuola adiacente la sacrestia ed il fianco est della chiesa in via Porta Reno per tutto il periodo dei lavori. Purtroppo, tale operazione, molto delicata, richiede necessariamente di interdire l’area al traffico per ragioni di sicurezza. Tuttavia, per ridurre al minimo i disagi, si è deciso di eseguire i lavori nei giorni di martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 17 marzo, in modo da lasciare che il mercato settimanale continui a svolgersi nelle usuali giornate di lunedì e venerdì”.