Rimini il 12 dicembre “Il tempo è un bambino che gioca”

44

Sabato alle ore 17 un reading in live streaming sul canale youtube dalle Sale Antiche della Gambalunghiana

RIMINI – Sabato 12 dicembre, in live streaming dalle Sale Antiche della Gambalunghiana (ore 17), Biblioterapia dà appuntamento con un reading ideato sulla misura e a commento della rassegna: “Il tempo è un bambino che gioca”. Un rapido viaggio che attraversa pagine il cui nodo è il tempo, tra Marcel Proust e Olga Tokarczuk, J.L. Borges, Annie Ernaux, Patrizia Cavalli, Iosif Brodskij ed altri. La drammaturgia è di Lorella Barlaam, il visual di Maurizio Giuseppucci, le letture di Giorgia Bondi e Matteo Castellucci, con musiche dal vivo di Valentina Baroni.

«Il tempo – scrive J.L Borges – è la sostanza di cui sono fatto», e muoveremo dal chiederci di che tempo siamo fatti, ora? Noi, che abbiamo preso l’abitudine a vivere nell’eterno presente della rete e adesso siamo in scacco, in un tempo strano che declina l’esistenza, la nostra come quella di tutti gli altri, nel modo del “destino”.

Se ogni situazione, però, è data insieme con una certa esperienza del tempo, possiamo provare a giocare con i mutamenti possibili di questa esperienza. «Una volta inventato il tempo, come è stato fatto – scrive Anne Carson – possiamo sfuggirgli solo rifiutandoci di sapere che ora sia…».  

“Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri” è organizzata dalla Biblioteca Gambalunga con il contributo e il patrocinio di IBC-Regione Emilia-Romagna, il contributo di SGR e la collaborazione dell’Ufficio scolastico di Rimini.

Lorella Barlaam ha frequentato la facoltà di Lettere classiche a Bologna. Collabora con il Teatro Valdoca di Cesena, con la Biblioteca Gambalunga per le varie edizioni della “Biblioterapia”. Con Guaraldi editore ha pubblicato In corpore vili. Anatomia di una lettrice (2010); quattro antologieminime (Giardini; Io, l’altro; Souvenir e Zoologica, 2014). È coautrice di Album dei Giuramenti/Tavole dei Giuramenti di Teatro Valdoca (Quodlibet, 2019).

Valentina Baroni avvocato di professione, pianista per vocazione. Ha da sempre un profondo interesse per il legame indissolubile che unisce musica, cinema e letteratura.

Giorgia Bondi e Matteo Castellucci sono gli attori del gruppo Mala Testa che si occupa di eventi culturali e spettacoli teatrali. Insieme hanno ideato ed allestito spettacoli dedicati a G. Pascoli, F. Fellini, E. A. Poe, W.Shakespeare e L. Pirandello. Hanno collaborato con il festival musicale “70s’ Flowers” di Pesaro, l’Accademia Pascoliana, il Centro San Domenico di Bologna, il festival “Tramonti” di Ancona, organizzato dal teatro stabile delle Marche, e quello “Accento sulla Bellezza” della Cassa di Risparmio di Forlì. L’ultimo spettacolo “Siamo tutti in pericolo”, tratto da testi di Pier Paolo Pasolini, ha ottenuto il riconoscimento da  parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali quale evento di rilevanza culturale. Dal 2006 collaborano alle iniziative culturali del Comune di Rimini e della Biblioteca Gambalunga.

Maurizio Giuseppucci ha frequentato la facoltà di lettere dell’Università di Urbino laureandosi con una tesi in storia dell’arte contemporanea sul rapporto tra poesia e pittura nell’opera di Pier Paolo Pasolini, e pubblicato un inedito di Pasolini sul quaderno “le dilettante” di Katia Migliori. Dopo una collaborazione con la galleria “il Polittico” di Arnaldo Romani Brizzi, partecipa a diverse collettive in Italia e all’estero. www.mauriziogiuseppucci.com/

 La rassegna è in collaborazione con l’Ufficio scolastico di Rimini.  

Diretta streaming sulla pagina youtube della Biblioteca Gambalunga  

www.bibliotecagambalunga.it; www.facebook.com/bibliotecagambalungarimini 

Con il contributo e patrocinio