Restauro della ceramica all’aperto: convegno in diretta sui social del MIC di Faenza

10

Nella foto il restauro di un’opera di Ivo Sassi collocata nel giardino del MIC Faenza

Il 10 giugno il convegno raccoglie gli interventi di importanti esperti del settore in Italia

FAENZA (RA) – Una giornata di studio e di riflessione sul restauro della ceramica all’aperto è organizzata dal MIC- Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza il 10 giugno 2021 (ore 9-13/14-18) in diretta sui canali Youtube e Facebook del MIC (@micfaenza). Il programma prevede interventi dei maggiori esperti del settore

Fin dall’antichità il materiale ceramico è stato impiegato in ambiente esterno a scopo architettonico e decorativo, divenendo in tempi recenti veicolo di espressioni artistiche caratterizzanti l’assetto urbano e volte anche alla sua rivalutazione.

“Tanti centri italiani, come Faenza, sono connotati da un diffuso patrimonio ceramico, che molto spesso finisce per essere indistintamente assorbito nella percezione generalizzata della città, a scapito della sua conoscenza e conservazione. – spiega Valentina Mazzotti, conservatrice del MIC – La collocazione all’aperto inoltre sottopone le opere all’azione aggressiva dei fattori ambientali, atmosferici e antropici. Ne consegue la necessità di tutelare e conservare questo sfaccettato patrimonio, la cui vulnerabilità emerge solo quando le manifestazioni di degrado si fanno tanto evidenti da rendere necessari restauri complessi e onerosi o lo spostamento in ambiente confinato delle ceramiche. Molti interventi conservativi potrebbero essere evitati o ridimensionati nella loro entità, se con maggiore frequenza si giungesse alla pianificazione di periodiche manutenzioni che, attuate preventivamente all’insorgere del degrado, potrebbero contribuire a prolungare e migliorare la permanenza dei manufatti in ambiente esterno”.

L’argomento della giornata di studio sarà approfondito attraverso quattro aree tematiche: “Lo studio, analisi e monitoraggio dello stato di conservazione” che attraverso le indagini di laboratorio è fondamentale per lo studio del degrado e la progettazione degli interventi, “Soluzioni di intervento per il restauro” che analizza le diverse soluzioni operative adottate, anche mediante il confronto critico tra differenti scelte in termini di materiali e di metodologie, “Soluzioni per la manutenzione delle ceramiche in ambiente esterno” che illustrano come azioni di prevenzione e manutenzioni puntuali e ripetute nel tempo possono in molti casi prolungare e migliorare la permanenza dei manufatti e “Nuovi materiali e metodologie di intervento” che affronta il tema di come la tecnologia possa contribuire significativamente a prolungare la permanenza delle opere in esterno.

La giornata di studio è stata organizzata in collaborazione con l’IGIIC, Gruppo Italiano dell’International Institute for Conservation.

Il convegno è rivolto a tutti gli interessanti, agli studenti e ai professionisti del settore.

Chi fosse interessato ad acquistare gli atti del convegno può già prenotare la sua copia. Compilando il modulo avrà diritto al 20% di sconto sul prezzo di copertina (24 euro). Il modulo si trova on line al sito www.igiic.org

Per informazioni: 0546 697311, e SEGRETERIA ORGANIZZATIVA IGIIC Gruppo Italiano dell’IIC info@igiic.org, daniela.rullo@igiic.org

Programma

9.30 Saluti istituzionali

Claudia Casali, MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza

Lorenzo Appolonia, IGIIC – Gruppo Italiano dell’IIC

Cristina Ambrosini, responsabile servizio patrimonio culturale Regione Emilia Romagna

Studio, analisi e monitoraggio dello stato di conservazione

Chairman Giovanna Cassese

10.00-10.30

I DOLIA NEL GIARDINO DEL MIC DI FAENZA STUDIO DIAGNOSTICO PER IL RESTAURO

Valentina Mazzotti, Paola Rondelli, Sabrina Gualtieri, Daniela Pinna, Donata Magrini

10.30-11.00

LO STUDIO ANALITICO COME BASE PER LA CONSERVAZIONE PROGRAMMATA DELLE OPERE FINO ALLA PROGETTAZIONE DI UN DATABASE

Linda Gori

11.00-11.30 Domande e dibattito

Soluzioni di intervento per il restauro

Chairman Giorgio Bonsanti

11.30-12.00

CONSOLIDAMENTO E RESTAURO DI UNA TERRACOTTA POLICROMA: IL COMPLESSO CASO DEL TACCHINO DALLA CAPPELLA I DEL SACRO MONTE DI VARALLO SESIA

Alessandra Raffo, Marco Demmelbauer

12.00-12.30

L’INTEGRAZIONE DELLE LACUNE CON MATERIALE CERAMICO: TECNICHE, IMPASTI E METODOLOGIE

Valentina Famari

12.30-13.00 Domande e dibattito

Soluzioni per la manutenzione delle ceramiche in ambiente esterno

Chairman Camilla Mazzola

14.00-14.30

MANUTENZIONE DELLA STATUA DI S. MICHELE ARCANGELO DI BARTOLOMEO SPANI, UBICATO NELLA PARETE ESTERNA DELLA CANONICA DELLA CHIESA DI PIEVE MODOLENA A REGGIO EMILIA

Augusto Giuffredi

14.30-15.00

VERSO L’APPLICAZIONE DI METODOLOGIE INNOVATIVE PER LA CONSERVAZIONE DEL GIARDINO DEI TAROCCHI DI NIKI DE SAINT PHALLE

Serena Vella, Laura Baratin, Fabiano Ferrucci

15.00-15.30

GUIDELINES FOR THE CONSERVATION / RESTORATION OF MONUMENTS WITH GLAZED CERAMICS

Junhi Han, Michael R.N. Jansen, Elena Agnini

15.30-16.00 Domande e dibattito

Nuovi materiali e metodologie di intervento

Chairman Marco Demmelbauer

16.00-16.30

IL PARADOSSO DI LEONCILLO: IL MONUMENTO AI CADUTI DI ALBISSOLA MARINA 1956-57

Shirin Afra, Luca Bochicchio, Chiara Fornari, Chiara Gabbriellini, Monica Galeotti

16.30-17.00

RICERCA METODOLOGICA PER IL RESTAURO DELLE OPERE IN CERAMICA ESPOSTE ALL’APERTO: IL CANTIERE DEL “MURO DEL VENTO” DI DOMENICO MATTEUCCI

Serena Spadavecchia

17.00-17.30

CONSERVAZIONE PREVENTIVA ED INNOVAZIONE: LA TECNICA SOL-GEL PER LE OPERE DI SOSABRAVO E CARLE’ AD ALBISOLA SUPERIORE

Michele Cecchin, Claudia Bortolussi, Barbara Checcucci, Simona Poggi

17.30-18.00 Domande e Dibattito / Conclusioni