Regione: Sport. “Aver ospitato il Giro d’Italia e gli Europei Under 21 è motivo di orgoglio e una opportunità per l’Emilia-Romagna

In questa legislatura investiti 59 milioni per lo sport, di cui 39 per rinnovare gli impianti in 141 comuni”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – “Sacrificare il buon senso per puro spirito di contrapposizione, esclusivamente in modalità campagna elettorale, può comportare l’effetto collaterale di prendere cantonate. Un consiglio, anche se non richiesto: prima di imbastire una polemica, francamente gratuita, chi la fa, provi anche a valutare se ci sono vantaggi reali e ricadute anche economiche per tutti gli emiliano-romagnoli”.

L’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, replica alle polemiche lanciate da un esponente del Movimento 5 Stelle, secondo cui la promozione dei grandi eventi sportivi in Regione sarebbe stata dettata da una volontà propagandistica.

“Siamo all’assurdo- spiega Corsini-, aver portato nella nostra regione manifestazioni del calibro del Giro d’Italia e degli Europei Under 21 dovrebbe essere motivo di orgoglio per ogni cittadino dell’Emilia-Romagna, al di là della bandiera politica. Capisco che all’esponente di un partito che dice no a Olimpiadi e Giochi invernali, lo sport possa essere alieno, ma a chiunque sappia cosa vuol dire amministrare è chiaro che certe opportunità vanno costruite, cercate e realizzate”.

“Lo sport è sempre più volano turistico, economico e di benessere– aggiunge Corsini-. Ed è un settore nel quale vogliamo continuare a investire, non per fare propaganda, ma perché la regione intera ne abbia beneficio, a partire dai cittadini. Anche grazie ai fondi assegnati in questa legislatura, 59 milioni di euro di cui ben 39 per riqualificare gli impianti sportivi in 141 comuni e che hanno innescato investimenti per oltre 100 milioni di euro, il più grande piano sullo sport per tutti che l’Emilia-Romagna abbia conosciuto in tempi recenti. Questo vuol dire rinnovare o realizzare nuovi campi da gioco, palazzetti, spazi polivalenti, piscine, palestre scolastiche, per dare la possibilità alla maggior parte dei praticanti sportivi della nostra regione di investire in divertimento, salute e benessere. Un impegno straordinario di cui siamo fieri”.

“Aggiungo- conclude Corsini- che certi eventi, come gli Europei Under 21, capitano una volta ogni quattro anni e non certo per volontà o colpa della Giunta regionale. Dovevamo dire no alla Federazione Gioco Calcio e all’Uefa, perdendo così la possibilità di ospitare per la prima volta una manifestazione importante che ha riempito piazze e stadi? E il presidente della Regione, che rappresenta l’Emilia-Romagna, non doveva sostenere, con la propria presenza istituzionale, queste manifestazioni che hanno contribuito a far conoscere e apprezzare ancor di più il nostro territorio da Piacenza a Rimini, creando anche opportunità di lavoro?”