Regione: Formula 1. “Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”

51

BOLOGNA – Le azioni della campagna “Made in Italy”

Un sito vetrina dell’Italia nel mondo

In occasione del Gran Premio di Formula 1 a Imola (18 aprile), delle tappe del Mondiale Superbike (13 giugno) e della Moto GP a Misano Adriatico (19 settembre) è prevista la declinazione a tema Made in Italy dei manifesti ufficiali degli eventi, nonché la brandizzazione dei tracciati con banner fisici e digitali su maxischermi, nei giorni di prove libere, qualificazione e gara.

Il brand “MadeinItaly.gov.it” realizzato da Aldo Drudi, rimanderà a un sito appositamente creato da Maeci e Ice e lanciato per la prima volta in occasione del GP di Imola, puntando a diventare la vetrina dell’Italia nel mondo. Attraverso il sito ricco di contenuti video emozionali, infatti, i visitatori stranieri potranno scoprire i punti di forza della nostra manifattura, del nostro territorio e la tradizione, l’eccellenza e la bellezza che solo essi sanno esprimere. Ma potranno anche accedere alle vetrine dedicate al Made in Italy dai principali marketplace mondiali, frutto di 28 accordi già realizzati dall’Agenzia Ice per 7mila Pmi esportatrici in 190 Paesi.

La campagna digital

È prevista una campagna digital e social, geolocalizzata in 12 Paesi e veicolata attraverso le piattaforme F1.com e dei promotori dell’iniziativa, ricca di video e contenuti creati per rappresentare le eccellenze del Made in Italy.

Il piano strategico previsto dagli organizzatori ha portato alla realizzazione di un piano editoriale generale che mira a creare un sistema di comunicazione tra gli account social del ministero degli Affari esteri e cooperazione internazionale, Agenzia Ice, Regione Emilia-Romagna (pagine istituzionali e turistiche), Associazione Motor Valley, Comune di Imola, Pirelli oltre naturalmente a Formula 1.

A questi si aggiungono, gli account delle case legate alla Motor Valley come Ferrari, Alpha Tauri, Dallara, Ducati, Lamborghini, Pagani, Energica coinvolte in attività di cross posting legate a contenuti video sull’eccellenza dell’Emilia-Romagna e del Made in Italy, rilanciandone l’efficacia world wide.

L’insieme di queste realtà permette di raggiungere un bacino potenziale totale di oltre 2 milioni di utenti distribuiti su diversi canali. Si parla, infatti, di oltre 1,5 milioni di utenti su Facebook e circa 700 mila su Instagram.

A fianco di questa attività svolta dai promotori dell’evento, si affianca la campagna digital realizzata in sinergia con Liberty Media su F1.com e sull’app F1 che a partire da oggi produrrà indicativamente 1 milione e 200mila impressions attraverso il formato display su F1.com e F1 Mobile e 2 milioni di impressions video attraverso il formato video su F1.com  e F1 YouTube.

La campagna Tv e le azioni di media relations

La campagna Tv vedrà protagonista un video di 30’’, dedicato alla Motor Valley emiliano romagnola a due e quattro ruote e al Made in Italy, trasmesso durante le dirette delle gare sulle piattaforme che detengono i diritti di trasmissione televisiva degli eventi e veicolato sul web. Prevista anche una cartolina Video TV della durata di 1,10 min e uno Speciale TV della durata 26 minuti, in onda sulla rete Sky Europa.

In occasione della terza edizione del Motor Valley Fest a Modena (1-4 luglio), oltre agli interventi di branding a tema Made in Italy dell’evento, verranno messe in campo campagne di media relations e press trip con giornalisti italiani e stranieri, nonché media partnership con realtà prestigiose, quali il magazine Wall Street Journal, la trasmissione della BBC Top Gear e il portale di moda e tendenze Hypebeast.com.

La presenza a importanti appuntamenti internazionali

Sempre nel quadro dell’Accordo, programmata anche la presenza, con eventi stampa, esposizioni di vetture e cooking show dedicati alle eccellenze enogastronomiche italiane, a prestigiosi appuntamenti internazionali, dal Cavallino Classic a Palm Beach, in Florida, il più importante evento al mondo dedicato alla Ferrari (dal 22 al 25 aprile), a Expo Dubai (novembre/dicembre 2021); da MotorBella a Pontiac, in Michigan (21 – 26 settembre) al Salone dell’Innovazione INNOPROM a Ekaterinburg (dal 6 al 9 luglio).

In calendario anche iniziative B2B, che coinvolgeranno aziende, centri di trasferimento tecnologico, start up innovative e potenziali buyer, inserite in eventi digitali e ibridi internazionali realizzati in occasione dei principali appuntamenti del 2021: Mission Restart by Autopromotec, Motorsport Next, MotorValleyFest 2021. L’obiettivo è realizzare complessivamente mille incontri fra 120 aziende italiane e 180 aziende estere.

Le dichiarazioni

Manlio Di Stefano

Sottosegretario ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale

“Stiamo mantenendo gli impegni presi, e lo stiamo facendo con vigore e con visione, dando attuazione alle linee programmatiche, per quanto riguarda l’aspetto comunicativo, con iniziative come quella di associare il Made in Italy ad un Gran Premio di Formula 1: perché il “bello e ben fatto” italiano va forte come una macchina da corsa; perché come le monoposto che questa domenica sfrecceranno sul circuito di Imola, anche la nostra Italia e le sue produzioni generano incredibili emozioni e sono sinonimo di qualità, che si tratti della Ferrari automobile, dello spumante Ferrari con cui si festeggerà il vincitore al termine della gara, o di qualsiasi altra creazione tutta italiana. Questo raccontano i video realizzati per tale occasione e che avranno una diffusione mondiale – anzi speriamo virale!”.

Stefano Bonaccini

Presidente  Regione Emilia-Romagna

Quella dell’Emilia-Romagna è la vera Motor Valley mondiale. Uno dei punti di forza di questa regione, ma anche una delle principali espressioni del Made in Italy nel mondo. Un distretto senza eguali, che negli anni ha saputo saldare spirito imprenditoriale, creatività e capacità di innovazione, passione per i motori, caratteristiche che si ritrovano a pieno in marchi unici nel panorama internazionale, che qui hanno casa e radici. Oggi più che mai questo straordinario patrimonio diventa strumento di rilancio per il Paese. L’accordo con il ministero degli Affari esteri e Ice va questa direzione. Una grande campagna di promozione che, partendo da appuntamenti sportivi seguiti da milioni di persone come il Gran Premio di Formula 1, la Moto GP, il Mondiale Superbike e il Motor Valley Fest, racconti al mondo l’eccellenza italiana dell’automotive e non solo. Dal cuore della Motor Valley una grande occasione di visibilità per l’Emilia-Romagna e l’Italia. E lo sport, su cui tanto stiamo investendo, ancora una volta e sempre di più strumento di crescita, valorizzazione del territorio e promozione turistica, per essere pronti non appena si potrà ripartire”.

Carlo Maria Ferro

Presidente Ice, Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane

“L’emergenza chiama a fare cose nuove e questa iniziativa, per ICE, è fra quelle, con un focus sull’automotive che è fra i settori più colpiti dalla flessione dell’export nel 2020. Inoltre poche filiere produttive come quelle dell’automotive uniscono innovazione, digitale e sostenibilità con la tradizione dell’industria meccanica italiana nella ricerca di veicoli connessi, intelligenti e eco-sostenibili e di nuovi modelli di mobilità. Il progetto che presentiamo oggi punta a sostenere l’automotive e più in generale il Made in Italy con la velocità che caratterizza gli eventi della Motor Valley intorno a cui ruota un’importante campagna di comunicazione e un canale dedicato di incontri B2B mirati sulla nostra piattaforma Fiera Smart 365”. 

Marco Panieri

Sindaco di Imola 

“Il Gran Premio di F.1 ad Imola, all’interno della Motor Valley, cuore motoristico della regione Emilia-Romagna, è il frutto dell’ottimo gioco di squadra di tutti gli organizzatori. E’ il segno della ripartenza e della fiducia nel futuro non solo del territorio che lo ospita, ma dell’intero ‘Sistema Paese’, con il suo Made in Italy. In questo contesto, il sorvolo da parte delle Frecce Tricolori della griglia di partenza prima del via, domenica 18 aprile, è emblematico. Anche se, purtroppo, senza pubblico, il Gran Premio, prima tappa in Europa, garantirà una visibilità mondiale ed una ricaduta economica importante, in un momento difficile, per un territorio ben più vasto di Imola. E conferma l’autodromo, comunale e sempre più polifunzionale, ai livelli nei quali la storia del motorismo mondiale l’ha collocato”.

Claudio Domenicali

Presidente Associazione Motor Valley e Ad Ducati

“Motor Valley rappresenta l’eccellenza del Made in Italy nella filiera automotive e industriale. L’associazione è un progetto che mostra la capacità di un territorio di fare rete e valorizzare le peculiarità che lo contraddistinguono a livello internazionale. Ogni brand è dotato di proprie specificità con in comune una grande passione per competizioni, tecnologia, innovazione e amore per il design. Facendo leva su questi punti di forza dobbiamo essere in grado di formare talenti capaci di cavalcare i cambiamenti tecnologici in atto: MUNER, la Motorvehicle University of Emilia-Romagna che riunisce i principali atenei dell’Emilia-Romagna e i brand di Motor Valley è la dimostrazione migliore di ciò che siamo in grado di fare. Così come il Gran Premio di Formula 1 di Imola, le gare MotoGP e Superbike sul circuito di Misano e il Motor Valley Fest sono solo l’apice della grande passione per il motorsport che vibra in questa terra”. 

Angelo Sticchi Damiani

Presidente Automobile Club d’Italia 

“Dopo il preludio del Bahrein, la Formula 1 riparte dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, prima tappa europea del Mondiale automobilistico. Non è solo una questione di calendario: come Automobile Club ci piace pensare che si riparta dall’Italia per il suo ruolo unico nelle competizioni e anche perché l’edizione scorsa del Campionato Mondiale di F1 ha potuto dispiegarsi e realizzarsi anche grazie alla nostra immediata capacità ad ospitare ben tre Gran Premi, nei momenti più bui determinati nel mondo dal Covid-19. L’Italia conferma così il suo essere protagonista del motorsport mondiale, con il GP F1 di Imola a una sola settimana dalla Formula E a Roma-Eur, con il Rally Mondiale in Sardegna a giugno nell’attesa del Gran Premio F1 di Monza di settembre”. 

Andrea Casaluci

Direttore Generale Operations Pirelli

“Pirelli ha l’onore di essere title sponsor della seconda gara del Mondiale 2021, il GP dell’Emilia Romagna e del Made in Italy, di cui Pirelli è protagonista da un secolo e mezzo. Da inizio Novecento corriamo e vinciamo nelle competizioni motoristiche, per noi laboratorio numero 1 per la ricerca e lo sviluppo. F1 e Pirelli non possono prescindere dall’innovazione. Dal prossimo anno, infatti, la F1 passerà dagli storici pneumatici in misura 13” ai più moderni 18 pollici: coperture molto più simili a quelle che equipaggiano le vetture stradali più performanti ed esigenti, segmento che vede Pirelli leader assoluta nel mondo. Il tutto con la massima attenzione alla sostenibilità, oggi sempre più bandiera del nostro impegno su strade e circuiti a ogni latitudine”.

Matteo Lunelli

Presidente e Ad di Ferrari Trento

“Il fatto che una bollicina italiana sia stata scelta, per la prima volta nella storia, quale brindisi ufficiale della Formula 1, è motivo di grande orgoglio per la nostra Cantina, ma rappresenta anche un importante risultato per tutto il vino italiano e un riconoscimento a livello internazionale dei valori di eccellenza e italianità che Ferrari Trento rappresenta. Iniziare la nostra avventura in Formula 1 a Imola, celebrando il Made in Italy, è per noi particolarmente emozionante perché da anni Ferrari Trento si propone proprio come ambasciatore dell’Arte di Vivere Italiana nel mondo, e desideriamo portare un tocco della convivialità tipica del nostro Paese anche nel Circus della Formula 1. Crediamo fortemente nella distintività dei prodotti Made in Italy, nella bellezza dei nostri territori e nel fascino del nostro stile di vita, che saranno il fondamento per un nuovo rinascimento dopo il difficile momento che stiamo vivendo”.

Foto: Di Stefano, Bonaccini, Ferro e Panieri