Referenti della Fondazione israeliana “Maor Ben Zion” a Ferrara per uno scambio di esperienze e progetti con i Servizi educativi comunali

8
Nella foto: l’incontro fra la delegazione israelina e l’assessore Dorota Kusiak oggi in Municipio

Ricevuti in Municipio dall’assessore Kusiak visiteranno nidi e scuole d’infanzia del territorio per valutare la possibilità di future collaborazioni

FERRARA – “Ottimizzare l’esperienza educativa dei bambini provenienti da contesti difficili sul piano socio- economico, sviluppando le abilità di apprendimento e comportamentali nei primi anni di sviluppo”. È questa la finalità del progetto della Fondazione israeliana “Maor Ben Zion”, le cui referenti Ziva Maor e Rina Neuman saranno in visita per tre giorni a Ferrara per uno scambio di esperienze attraverso un confronto con il nostro sistema scolastico comunale. Al loro arrivo nel pomeriggio (16 maggio 2022) in residenza municipale gli ospiti hanno incontrato l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ferrara Dorota Kusiak, insieme a Paolo Bassi socio del Lions Ferrara Estense e Anna Maria Quarzi presidente Lions Club Ferrara Diamanti.

La finalità del nostro progetto – hanno spiegato alla Fondazione – viene perseguita mediante l’applicazione dell’N.D.F.A (Approccio Evolutivo Neuro Funzionale) che, a partire dalle tappe dello sviluppo neurofisiologico del bambino, permette la massima individualizzazione del progetto educativo scolastico. L’applicazione più importante dell’approccio è attualmente in corso nella città di Petach Tikva, una cittadina a pochi Km da Tel Aviv che nel giro di poco tempo ha visto cambiare la sua identità da agricola a industriale ed è perciò diventata meta di importanti migrazioni, con il bisogno di adeguare il sistema educativo ai nuovi bisogni che nascevano”.

L’attività dei servizi educativi del Comune di Ferrara si basa, ad oggi, su un approccio pedagogico che integra la psicologia sistemico-relazionale e i princìpi della educazione all’aperto (outdoor education), attraverso proposte di lavoro laboratoriale che fanno riferimento a differenti impostazioni teoriche, unificate da una visione olistica del bambino. Il confronto, quindi, tra questa impostazione e quella proposta dall’approccio N.D.F.A. si presenta particolarmente interessante, in chiave di arricchimento delle proposta educative.

Siamo lieti di accogliere a Ferrara la delegazione di Israele che ha scelto la nostra città per approfondire il metodo organizzativo e pedagogico adottato nei servizi per l’infanzia ferraresi. – ha affermato l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Dorota Kusiak – Un motivo di orgoglio oltre che un’ottima occasione per creare uno spazio dedicato allo scambio di esperienze e di conoscenza reciproca delle ispirazioni pedagogiche e degli approcci utilizzati. Gli incontri tra territori diversi sono fondamentali per promuovere il sistema servizi per l’infanzia e offrono importanti opportunità di arricchimento e di collaborazione. Si ringraziano il gruppo di coordinamento pedagogico e il personale dei servizi che accompagneranno la delegazione alla scoperta dei nostri servizi e il Lions Club Ferrara Estense che ha promosso la conoscenza reciproca tra la Fondazione e il Comune di Ferrara”.

La presentazione del metodo educativo ferrarese avverrà attraverso la visita a due nidi e tre scuole dell’infanzia (“Cavallari” e “Costa” i nidi, “Casa del Bambino”, “Neruda” e “Aquilone” le scuole dell’infanzia), nonché con un incontro con il Centro di Documentazione “Raccontinfanzia” e con l’Ufficio comunale che si occupa dell’integrazione scolastica.

I temi al centro dell’osservazione saranno l’organizzazione dello spazio educativo e il ventaglio di attività quotidianamente proposte ai bambini. La visita si concluderà con un incontro tra le referenti della Fondazione “Maor Ben Zion” e il gruppo di coordinamento pedagogico del sistema 0/6 ferrarese per valutare la possibilità di future collaborazioni.

Nelle foto: l’incontro fra la delegazione israelina e l’assessore Dorota Kusiak oggi in Municipio