Red Bull Half Court: a Rimini il 24 luglio la quarta tappa dello spettacolare torneo 3vs3 di basket

6
Il MOAB Court, parte integrante del nuovo Parco del Mare di Rimini

Dopo l’inaugurazione del MOAB COURT, il playground nel nuovo Parco del Mare, subito al via le gare

RIMINI – L’estate è arrivata e per alzare ancora di più la temperatura è tornato il Red Bull Half Court, il torneo internazionale di basket 3 contro 3 che vede confrontarsi i migliori streetballers del mondo.

Sono 6 le tappe italiane, 5 di qualificazione più la finale: dopo le tappe di Roncade, in provincia di Treviso, il 16 luglio, Roma il 22 luglio e Ancona il 23 luglio, domenica 24 luglio è la volta di Rimini; infine, il 28 e 29 luglio, ultima tappa a Bologna e il giorno dopo, sempre nel capoluogo emiliano, è in programma la finale italiana nello spettacolare playground dei Giardini Fava.

La tappa di Rimini è una delle principali novità di quest’anno. L’ingresso del moderno playground della città romagnola è un tassello dell’imponente progetto di riqualificazione urbana che sta trasformando uno dei lungomari più famosi d’Europa. Il nuovo “Rimini Beach Court” all’altezza di piazzale Kennedy va infatti ad arricchire l’offerta di aree dedicate allo sport, al wellness e al benessere che caratterizzano il nuovo Parco del Mare della città.

Il nuovo playground è frutto di una collaborazione tra pubblico e privato che ha visto lavorare insieme Red Bull, Comune di Rimini e la società MOAB, e in occasione di questo atteso evento inaugurale prenderà il nome di “MOAB Court”. “Ormai da 6 anni affianchiamo Red Bull negli eventi di motorsport ponendoci come connettore tra il brand e le Istituzioni del territorio. Con la nascita di questo nuovo playground abbiamo colto l’occasione per regalare a Rimini, ai giovani riminesi e agli appassionati di basket un “campetto” che potenzia il nostro percorso di affiancamento al basket della città e a Riviera Banca Basket Rimini” – spiega Andrea Cicchetti, CEO di MOAB.

Red Bull Half Court è il progetto a cavallo fra sport (il 3 contro 3 è diventata una disciplina olimpica a partire da Tokyo 2022) e responsabilità sociale. Infatti alla base dell’idea ci sono dei progetti di riqualificazione urbana, finalizzati alla valorizzazione del territorio e al supporto alle community locali. Tutti i campetti verranno rimessi a nuovo per le sfide e lasciati poi al libero utilizzo degli appassionati.
La grafica è stata realizzata dai Truly Design, gli stessi 3 artisti già protagonisti della riqualificazione dei Giardini Fava di Bologna, sede della Finale Nazionale.

Rimini entra a pieno titolo nel circuito del Torneo Internazionale Red Bull Half Court.commenta l’assessore allo sport del Comune di Rimini Moreno MaresiUna bella notizia per gli appassionati della disciplina, a testimonianza dell’impegno dell’Amministrazione a sostegno della pratica sportiva sul territorio. Ringraziamo Red Bull per aver scelto Rimini come sede e MOAB per questa collaborazione che permetterà di mettere a disposizione della città e di tutti gli appassionati della palla a spicchi un bellissimo playground, unico nel suo genere”.

Il nuovo playground sposa la filosofia del Parco del Mare, che pone la promozione dello sport, la salute, la vita attiva all’aria aperta tra i suoi obiettivi principalicommenta l’assessora alla rigenerazione urbana Roberta FrisoniRappresenta anche il forte legame che la città ha da sempre con il basket, riportando in auge le appassionanti sfide sotto il sole che hanno segnato le estati di generazioni di riminesi. La grafica scelta per il playground evoca ed esalta il patrimonio storico e paesaggistico di Rimini: una nuova cartolina che guarda al futuro forte delle sue radici e passioni”.

La novità di quest’anno è rappresentata dalla partnership con FILA. Il popolare brand di abbigliamento sarà Official Apparel & Footwear Partner, vestendo arbitri, staff e giocatori durante le tappe italiane. Per la finale di Bologna FILA creerà dei completi da gioco che riprenderanno i colori del playground dei Giardini Fava e lancerà una versione speciale della scarpa da basket Grant Hill 2, anch’essa con i colori del campo da gioco bolognese. Le due squadre italiane (maschile e femminile), che si qualificheranno alla finale mondiale prevista a Il Cairo, avranno il privilegio di indossare questa iconica scarpa insieme ad una tuta personalizzata per l’occasione.

Partner organizzativo sarà, anche per quest’anno, la FISB.

 Date: 

  • 16 luglio – Roncade (H-Farm)
  • 22 luglio – Roma (Villa Mercede)
  • 23 luglio – Ancona (Silverback Hangar)
  • 24 luglio – Rimini (MOAB Court – Parco del Mare)
  • 28/29 luglio – Bologna (Giardini Fava)
  • 30 luglio – Bologna FINALE NAZIONALE (Giardini Fava)