Realizzazione della condotta idrica nel tratto di via del Deviatore – via Barattona

26

Viabilità temporanea per consentire i lavori

palazzo del municipio RiminiRIMINI – Si avvieranno nei prossimi giorni i lavori di realizzazione della condotta idrica di adduzione del serbatoio di Covignano, a servizio della zona sud di Rimini. Un intervento che realizzerà Heratech, finanziato da Romagna Acque – Società delle Fonti Spa, che si concentrerà nel tratto stradale di via del Deviatore – via Barattona.  
Per consentire questi lavori è prevista la delimitazione di un cantiere che porterà ad una modifica temporanea della viabilità per un periodo di circa 40 giorni,  tempo necessario per la posa del nuovo collettore che ha una funzione strategica di pubblico interesse a carattere sovracomunale, per il soddisfacimento del fabbisogno idropotabile.
Considerate le dimensioni della carreggiata e dello scavo, che deve contenere una tubazione in ghisa del diametro di 700 mm,  l’esecuzione dei lavori prevede la chiusura totale del traffico veicolare per un tratto limitato del tracciato, anche ai residenti, per i quali sarà sempre garantito l’accesso pedonale.
Lo scavo verrà eseguito nella pavimentazione stradale delle seguenti vie:  Barattona, dall’incrocio con Via del Deviatore; in Via del Deviatore, nel tratto dalla Via Barattona al civico n. 11 e nel tratto dal civico n. 11 al civico n. 41; e via Della Lontra, in prossimità del civico n. 11.
In queste strade è disposta una modifica temporanea della circolazione per il periodo necessario alla conclusione dei lavori, previsti per circa 5 settimane.

Per consentire l’accesso ai residenti della zona sono previste diverse misure di contenimento del cantiere e di gestione dei disagi. Verrà realizzato infatti una corsia pedonale per il transito di pedoni e biciclette e un piazzale con pavimentazione in stabilizzato, da destinarsi a parcheggio provvisorio, nell’area agricola centrale all’intervento. Il piazzale potrà essere utilizzato dai residenti per posteggiare gli autoveicoli in prossimità delle abitazioni per tutta la durata del cantiere. Un’opera provvisoria, da rimuovere una volta ripristinata la viabilità. Si provvederà poi anche alla comunicazione specifica agli enti preposti per la gestione delle emergenze e allo stazionamento di un auto medica durante l’orario di lavoro, posizionata a monte del cantiere, per il prelievo, il trasporto o l’aiuto al trasbordo in ambulanza o altri mezzi destinati ai malati, gli anziani e alle persone con disabilità.