Ravenna, nuova donazione di Cuore e Territorio

57

RAVENNA – E’ un periodo di grande apprensione e straordinario stress e Cuore e Territorio lancia un appello al Governo affinché la brusca battuta d’arresto delle adozioni di cani e gatti a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria coronavirus venga superata con un provvedimento ad hoc.

Nella giornata di oggi l’Associazione si è recata al canile comunale di Ravenna “L’ospizio dei Trovatelli” per viziare i cani residenti e alleggerire la loro forzata clausura. Alla presenza della direttrice Loredana Casadio, Cuore e Territorio ha consegnato 70 kg di crocchette, 100 scatolette di bocconcini di carne e collari antipulci. La Casadio, nel ringraziare l’Associazione, ha riferito che probabilmente già dalla prossima settimana si daranno in adozione i cani richiesti prima delle restrizioni, in attesa di uno sblocco definitivo per tutti.

“Anche perché – riferisce il presidente di Cuore e Territorio, Giovanni Morgese – in questo duro periodo di quarantena la presenza di un animale in famiglia o in chi vive da solo può fare la differenza per l’equilibrio psico-fisico degli umani non abituati a vivere in ‘cattività’”.

“Ci auguriamo – riferisce il socio Iervolino – che la Regione emani in fretta le necessarie direttive e regole per permettere le adozioni di cani e gatti e autorizzare i relativi spostamenti per i controlli di pre-affido”.