Rave, da Piantedosi finalmente direttive chiare e decise, interrompere attività illegali sul nascere

20
mazzetti

MODENA – “Accogliamo con grande favore le direttive del ministro Piantedosi che, senza tentennamenti, ha disposto un chiaro e preciso indirizzo operativo nei confronti della manifestazione non autorizzata in corso a Modena. Conosciamo la grande professionalità dei colleghi e sappiamo bene che sapranno come svolgere al meglio i loro compiti, ma risulta fondamentale per loro, per tutti gli operatori in divisa e per tutti i cittadini, cominciare con il ribadire con assoluta chiarezza cosa è consentito e cosa no per la sicurezza della collettività e nell’interesse di tutti. Si tratta di eventi che non passano certo inosservati la cui macchina organizzativa, in futuro, può essere interrotta sul nascere”.  

Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia di Stato, a proposito del rave party di Halloween in corso da sabato sera in un capannone alla periferia di Modena. La manifestazione, non autorizzata, ha raccolto migliaia di partecipanti che, secondo precise disposizioni del ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, devono essere allontanati.

“Al di là di ogni considerazione ipocritamente condiscendente – aggiunge Mazzetti –, è bene ribadire che non si tratta di interrompere una riunione di compagni di scuola in piazza, ma si tratta di agire per contrastare un fenomeno illegale, che coinvolge migliaia di persone, che porta con sé gravi rischi per la scurezza oltre che seri disagi per la circolazione, per l’economia legale, per il territorio, e così via. C’è un chiaro motivo se queste grandi manifestazioni necessitano di precise autorizzazioni e controlli”.