Rassegna Traiettorie: il 12 ottobre Concerto Ensemble Prometeo

26
Ensemble Prometeo ©Davide Bona

PARMA – 12/10

Teatro Farnese, ore 20.30

Ensemble Prometeo

Giulio Francesconi, flauto

Michele Marelli, clarinetto

Grazia Raimondi, violino

Giulia Panchieri, viola

Michele Marco Rossi, violoncello

Anna D’Errico, pianoforte

Simone Beneventi, percussioni

Marco Angius, direttore

Giulia Lorusso (1990)

«Rumeurs au cœur d’impasses» (2016)

per flauto, clarinetto basso, violino, violoncello e pianoforte

Alessandro Solbiati (1956)

«Novus» (2016)

per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte

  1. Sospeso, nebbioso
  2. Febbrile

Maël Bailly (1988)

«Trois éveils» (2022)

per flauto, clarinetto, violino, viola, violoncello, pianoforte e percussioni

**Prima esecuzione assoluta

Commissione di Fondazione Prometeo – “Traiettorie Music Prize”

Gérard Grisey (1946-1998)

«Vortex Temporum I, II, III» (1994-1996)

per pianoforte e cinque strumenti

Dopo la serata del 20 settembre tutta per percussioni dedicata a Xenakis e Bertoncini, Ensemble Prometeo torna a Traiettorie 2022 e a Teatro Farnese a Parma mercoledì 12 ottobre alle ore 20:30 con un programma italo-francese in cui spicca l’esecuzione di una delle pietre miliari della musica degli ultimi trent’anni, «Vortex Temporum» di Gérard Grisey.

Il più mistico e rigoroso fra i fondatori dello spettralismo, corrente francese che modellava forma e senso della creazione musicale sulla base delle regole dello spettro sonoro, Grisey ha ideato «Vortex Temporum» (1994-1996) come una riproduzione del complesso movimento di un vortice, declinandolo in tre forme percettive diverse, ordinaria, dilatata e contratta, con l’ambizione di realizzare un’estetica delle manifestazioni ininterrotte della natura.

I quaranta minuti di «Vortex Temporum» occupano però solo la seconda parte di una serata che si apre con due pezzi italiani del 2016: «Novus» di Alessandro Solbiati, che rilegge con fare ironico e sentimentale la sonata classica e il mondo di Aldo Clementi, e «Rumeurs au cœur d’impasses» della trentaduenne romana Giulia Lorusso, allieva di Solbiati e fra le voci più interessanti della nuova composizione italiana (anche se vive a Parigi e orbita intorno all’IRCAM), che studia i comportamenti sonori di un vicolo cieco parigino, quello che costeggia il Museo dell’Olocausto, fitto dei nomi di tanti eroi che hanno salvato ebrei dalla furia nazista.

La parte centrale del concerto vedrà ,invece, l’esecuzione di «Trois éveils» un brano in prima assoluta commissionato da Fondazione Prometeo a Maël Bailly, trentaquattro anni, vincitore del primo «Traiettorie Music Prize» per «la particolare attenzione del compositore alle potenzialità educative e sociali della musica contemporanea e per la sua capacità di sviluppare progetti partecipativi in grado di promuovere la condivisione e di coinvolgere ampie fasce di pubblico».

Ensemble Prometeo, fondato nel 2009 nell’ambito di Fondazione Prometeo – che organizza e promuove Traiettorie – raccoglie alcuni dei miglior interpreti del mondo musicale contemporaneo. In questa occasione, diretto come quasi sempre da Marco Angius, si presenta con Giulio Francesconi, (flauto), Michele Marelli (clarinetto), Grazia Raimondi (violino), Giulia Panchieri (viola), Michele Marco Rossi (violoncello), Anna D’Errico (pianoforte) e Simone Beneventi (percussioni).

La realizzazione di Traiettorie, partner di Italiafestival, è possibile grazie al sostegno di: Ministero della Cultura, Regione Emilia- Romagna, Comune di Parma, Casa della Musica di Parma, Complesso Monumentale della Pilotta, Università degli Studi di Parma, Fondazione “A. Toscanini”, Fondazione Monteparma, Fondazione Cariparma, Chiesi Farmaceutici, Fondazione Nuovi Mecenati – Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea, Symbolic, Hotel Sina Maria Luigia, MACROCOOP – Servizi per la comunicazione. Rinnovata anche la collaborazione con Rai Radio3 e Magazzini Sonori come media partner.

Biglietteria  

È possibile acquistare il biglietto in prevendita sul sito VIVATICKET o – il giorno del concerto, a partire dalle ore 19:30 – presso la biglietteria del Complesso Monumentale della Pilotta (Piazzale della Pilotta, 15 – 43121 Parma).

 Costi dei biglietti

Intero: € 25

Ridotto: € 20 (over 65, soci FAI, TCI)

Ridotto studenti: € 10 (studenti universitari e del Conservatorio)

Omaggio: under 18

Per informazioni

Fondazione Prometeo

tel. 0521 708899 – cell. 348 1410292

e-mail: info@fondazioneprometeo.org