Raptor Engineering e Cassarà di gran “Carrera”: campioni Michelin Cup

15
Foto: AG Photo – alexgalli.com

MODENA – Davvero un gran finale al Mugello Circuit quello di Raptor Engineering, che ha celebrato il secondo titolo consecutivo nella Porsche Carrera Cup Italia. Di nuovo con Marco Cassarà al volante della 911 GT3 Cup by Centro Porsche Catania, nell’ultimo round stagionale il team modenese si è confermato campione nella Michelin Cup. Una doppietta di titoli, il 2021 e il 2022, di un’importanza notevole per la squadra diretta da Andrea Palma, che nella factory di San Cesario ha inaugurato le attività soltanto a inizio 2020, in uno dei periodi poi più difficili della storia, e nel giro di un paio di stagioni si è ulteriormente strutturata riuscendo a schierare in tutto ben tre 911 GT3 Cup al via del campionato più competitivo. Esaltante il cammino che ha portato al titolo Cassarà, che con Raptor quest’anno ha firmato ben 4 vittorie e 7 podi in 12 gare, facendo addirittura meglio dell’annata precedente (4 vittorie e 6 podi). Al Mugello, in pieno controllo, il pilota romano ha soprattutto badato a chiudere i conti e nelle due gare disputate è salito due volte sul podio, terzo in gara 1 e secondo in gara 2.

La “ciliegina” del podio è purtroppo mancata ad Aldo Festante. Il 22enne pilota di Capua non è stato particolarmente fortunato in stagione e nell’ultimo weekend ha dovuto accontentarsi di un piazzamento a punti in gara 1 (dodicesimo) e di una gara 2 rovinata per un contatto mentre stava rimontando in top-5. Due squillanti vittorie, invece, sono arrivate nella Silver Cup grazie al perfetto fine settimana di Massimiliano Montagnese. Il driver calabrese è stato incisivo fin dalle prove libere e dopo la pole position segnata in qualifica ha dominato in entrambe le gare, festeggiando sul podio e con la squadra una preziosa doppietta a coronare il suo approdo in Raptor a settembre.

Il team principal Andrea Palma traccia il bilancio di weekend e stagione: “Nel complesso siamo contenti. Essere passati dal gestire una macchina alle tre di quest’anno è stato un bel passo, a partire proprio dalla struttura. Più impegni, più persone… Senza dubbio è più motivante e il team si presenta ‘completo’. Questo fa bene a noi e a tutto il paddock, nel quale abbiamo ricevuto apprezzamenti pure dagli altri team. Abbiamo fatto le cose per gradi, siamo cresciuti un passo alla volta e anche i risultati sono arrivati. Sono la cosa che in ogni sport più appaga gli sforzi e i sacrifici, ti danno anche la carica giusta per affrontare l’anno successivo, soprattutto ai ragazzi. E a noi serviva anche questo, pure con la Michelin Cup. E’ un po’ mancato solo il guizzo con Aldo fra i Pro, peccato, l’occasione migliore l’abbiamo avuta proprio al Mugello lo scorso luglio. Di quest’ultimo weekend siamo contenti, abbiamo fatto anche doppietta in Silver Cup e torniamo fiduciosi in vista del prossimo anno, per il quale stiamo già costruendo e lavorando da qualche settimana. Il 2023 arriverà in un attimo e dobbiamo prepararlo bene. E non solo in Carrera Cup…”.

Il campione della Michelin Cup Marco Cassarà aggiunge: “Sono contentissimo per il successo in campionato: devo ringraziare Raptor Engineering per l’ottima vettura che mi ha sempre messo a disposizione, il Centro Porsche Catania, i partner e la mia famiglia. Non era facile riconfermarsi campione, quest’anno c’erano numerosi avversari veloci e preparati. Era importante fare podio in gara 1 e così è stato!”.