Rally di Romagna 2022 – La seconda tappa incorona un nuovo leader

42

RIOLO TERME (RA) – La queen stage, la tappa regina, riassegna 2 delle 5 maglie con cui sono stati vestiti ieri i primi leader.

Una seconda tappa decisamente impegnativa; la più dura delle 5, che tradizionalmente compongono il Rally di Romagna. Scenograficamente stupenda, con un dislivello di 2400 mt ed una lunghezza di oltre 75 km, ha permesso a ciascuno dei 300 partecipanti di misurarsi in primis con sè stessi, in vista delle successive 3 giornate di gara. Una tappa anche anomala; rappresenta una vera e propria marathon, ma contiene comunque numerosi single track, tanto inattesi quanto graditi, come hanno confermato i biker al termine.

La vittoria assoluta è andata a Daniel Gathof (Team Enerquinn/DG Sport), in 3h34’50”. Dietro di lui, il vincitore di ieri, Marco Francioni (Frecce Rosse Rimini), in 3h37’15” e Sebastian Jenschatz (RC Petzen/Penhab), in 3h37’37”.

In virtù di questo risultato, l’atleta tedesco conquista la maglia Saint-Gobain del leader assoluto, dopo due tappe. Per soli 12 secondi, Gathof prende così il posto di Marco Francioni; il quale però, essendo di San Marino, conquista la maglia Gobik di primo atleta straniero.

Con la posizione numero 88 sui 300 biker al via, la slovena Blanka Krajnc (RC Petzen) si riconferma leader assoluta al femminile, mantenendo così la maglia Saint-Gobain.

Per quanto riguarda la Hera e la Aken, anche in questo caso riconfermati i detentori. La maglia Hera viene infatti nuovamente indossata da Peter Menghetti (Team Passion Faentina), miglior italiano: Anche la maglia Aken, assegnata alle coppie, vera novità di questa dodicesima edizione del Rally di Romagna, resta al duo italo-svizzero Gaffuri-Jauner.

Nel pomeriggio, terminata la gara, è proseguita la vita nel villaggio del Rally, al Parco Pertini di Riolo Terme (RA), con il pasta party, l’assistenza meccanica, il bike wash e ben 4 massaggiatori impegnati nel recupero delle gambe degli atleti, certamente provate dallo sforzo odierno.

Da segnalare che in mattinata, alle 10, è partito anche il primo Tour dedicato alle ebike; con guida, sui percorsi del Rally, per scoprire le bellezze del territorio ed incrociare la gara in svolgimento solo nei 2 punti ristoro.

Venerdì alle 9, il via della terza tappa. 57 km, 1700 metri di dislivello. Anche in questo caso, 2 i ristori, più altri punti acqua sparsi lungo il percorso, oltre naturalmente al servizio medico, fisso ed in moto, ed al punto specifico per la riparazione meccanica. E focus sugli atleti che si sfidano, sempre col sorriso, per la vittoria finale; e sul territorio, vera chicca su cui costruire ogni anno percorsi differenti tra loro, vari nello sviluppo, ed immersi in una natura che sa farsi ammirare.

Sul sito internet, il dettaglio delle tappe
http://rallydiromagna.com/it/percorso-gara-ciclistica.html

Le classifiche complete sul sito Endu

Sui nostri canali social, interviste e foto dei vincitori di giornata.
https://www.facebook.com/RallyRomagnaMTB