Question Time, chiarimenti in merito a Fase 2 e mobilità

34

BOLOGNA – L’assessore alla politiche per la mobilità Claudio Mazzanti ha risposto oggi alla domanda del consigliere Umberto Bosco (Lega Nord) in merito a Fase 2 e mobilità

La domanda del consigliere Bosco

Si chiede il parere della Giunta per sapere se, oltre a quelle provenienti da fondi europei, statali e regionali, non ritenga opportuno stanziare ulteriori risorse proprie a sostegno dell’acquisto di biciclette elettriche e non.

La risposta dell’assessore Mazzanti

“Gentile consigliere,

in riferimento alla sua domanda si informa che, in una prospettiva generale di promozione della mobilità sostenibile negli spostamenti in città, in linea con le strategie locali e regionali, si informa che da tempo il Comune di Bologna ha sviluppato un piano di incentivazione alla bicicletta a pedalata assistita con queste finalità: riequilibrare la ripartizione modale degli spostamenti urbani a favore di mezzi di trasporto meno impattanti; promuovere la diffusione della mobilità elettrica, a partire dall’utilizzo della bicicletta a pedalata assistita, come alternativa al mezzo motorizzato privato; coinvolgere e sensibilizzare i privati alle politiche di mobilità sostenibile, a partire dai dipendenti delle aziende che praticano azioni di mobility management.

Nel periodo 2011-2019 il Comune di Bologna ha incentivato l’acquisto di circa 4.000 biciclette a pedalata assistita, anche grazie a successivi bandi finanziati dalla Regione Emilia-Romagna e dal Ministero dell’Ambiente. L’interesse per quest’ iniziativa è probabilmente dovuto alle caratteristiche orografiche delle strade del tessuto urbano ed alla presenza produttiva sul territorio di importanti aziende nazionali che operano nel settore delle e-bike.

Attualmente è in corso la sesta campagna avviata in data 3 dicembre 2019 con un finanziamento di 300 mila euro concesso dal Ministero dell’Ambiente su proposta del Comune di Bologna. L’importo del contributo è di 300 euro per l’acquisto di una bicicletta elettrica e di 600 euro per una cargo bike elettrica. In ogni caso il contributo ai cittadini non può superare il 50% della spesa per il solo acquisto della bicicletta a pedalata assistita o cargo bike. I contributi vengono erogati fino ad esaurimento dei fondi, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande. Le domande nella campagna in corso sono state finora 432 (attualmente è ancora disponibile il 55% del fondo) e si precisa che è stato possibile presentare le richieste (online) anche durante il periodo di lockdown (55 dal 14 marzo ad oggi).

Tutta la documentazione è disponibile online sul sito: http://www.comune.bologna.it/trasporti/servizi/2:1688/7947/

Si conferma l’intenzione dell’Amministrazione di proseguire e potenziare l’iniziativa nonché l’impegno per approfondire da subito, sia dal punto di vista tecnico che del reperimento delle risorse, come attuare altre utili forme di incentivazione come rastrelliere, bici, monopattini, bike to work, bonus mobilità, per contribuire a fornire, ancor più nell’attuale fase di emergenza sanitaria, valide alternative per gli spostamenti sostenibili in città”.