Pubblicato il Bando Servizio civile universale

4
visita guidata Faccia a Faccia

Venti posti nel Comune di Reggio Emilia. Cultura, creatività, diritti e dialogo interculturale al centro dei progetti per il 2023

REGGIO EMILIA – È stato pubblicato il Bando per aderire al Servizio Civile Universale rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni finalizzato, alla difesa non armata e nonviolenta della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli, nonché alla promozione dei valori fondativi della Repubblica.

Per chi fosse interessato a svolgere l’esperienza di Servizio Civile Universale, su base volontaria, nei luoghi della cultura o a impegnarsi per sviluppare la cultura dei diritti, il dialogo interculturale e la cittadinanza attiva il Comune di Reggio Emilia mette a disposizione venti posti per gli operatori volontari/e da inserire nei propri progetti, riservando in particolare: sei posti per “I giovani al centro – La cultura e i giovani”, dodici posti per “Biblioteche e Musei, luoghi della cultura per tutti “, e due posti per “Ubuntu@Reggio Emilia”.

Sono ammessi senza distinzione di sesso, i cittadini italiani, i cittadini di Paesi appartenenti all’Unione Europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia che, alla data della presentazione della domanda, abbiano compiuto il 18° e non superato il 28° anno di età.

Presso il Comune di Reggio Emilia sarà possibile aderire ai tre progetti, caratterizzati da obiettivi e attività specifiche differenti, ma accomunate da quelli che sono i valori che animano il Servizio Civile, quali solidarietà, nonviolenza, educazione ai diritti, alla pace e alla cittadinanza attiva.

I progetti di Servizio Civile Universale del Comune di Reggio Emilia sono presentati in collaborazione con ARCI Servizio Civile Reggio Emilia (Ente Capofila), che ha coinvolto anche diverse altre realtà provinciali.

L’invio delle domande è da effettuarsi esclusivamente nella modalità on-line, attraverso la piattaforma DOL (Domanda On Line) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone, all’indirizzo

https://domandaonline.serviziocivile.it

Il termine per l’invio delle domande è entro e non oltre le ore 14.00 del 10 Febbraio 2023. Per i ragazzi e le ragazze selezionate è prevista un’indennità mensile di 444,30 netti per un servizio di circa 25 ore alla settimana, su un totale di 1145 ore annue.

Per maggiori informazioni e per consultare le schede specifiche legate a ogni progetto, è necessario collegarsi al sito https://www.comune.re.it/serviziocivile

Le informazioni complete sul Bando sono reperibili sul sito ww.scelgoilserviziocivile.gov.it, www.politichegiovanili.gov.it

I TRE PROGETTI

L’obiettivo del programma “I giovani al centro – La cultura e i giovani”, è quello di stimolare la partecipazione attiva, la creatività, favorire l’inclusione sociale e professionale dei giovani attraverso l’arte e la creatività, accrescere le conoscenze e le competenze personali e professionali dei giovani spendibili nel mondo del lavoro attraverso la progettazione, la realizzazione e la comunicazione di iniziative rivolte alle nuove generazioni. Ragazzi e ragazze interessate potranno, ad esempio, candidarsi per prestare servizio presso le Attività Culturali del Comune di Reggio Emilia (tre posti), impegnandosi in attività di organizzazione, comunicazione – utilizzo dei social network Facebook, Instagram – e promozione legate ai servizi del Comune, come nell’organizzazione di mostre ed eventi, quali i progetti “Giovane Fotografia Italiana II Premio Luigi Ghirri rivolto a giovani fotografi/e under 35, “Piùdiuno Reggio Emilia. Cultura per la scuola”, progetto del Comune di Reggio Emilia, che si pone come strumento on line di supporto al personale docente, per la programmazione e guida alla partecipazione culturale degli studenti.

I ragazzi e le ragazze interessate potranno, in alternativa, candidarsi per entrare nell’ufficio Pari Opportunità (due posti) e svolgere al fianco dei funzionari preposti attività di progettazione, promozione, comunicazione e documentazione di iniziative volte a implementare la cultura del rispetto e una maggiore consapevolezza dei diritti, oppure svolgere il servizio civile nel servizio Officina Educativa, nell’ambito della Partecipazione Giovanile e del Benessere (1 posto) sviluppando, organizzando e comunicando progetti e iniziative volte a promuovere nelle giovani generazioni la creatività giovanile, nelle sue diverse espressioni (foto, video, teatro, musica, etc) e la partecipazione a progetti di cittadinanza attiva.

Il progetto “Biblioteche e Musei, luoghi della cultura per tutti″ intende invece valorizzare il patrimonio culturale e storico, promuovendo nello stesso tempo le attività legate alle biblioteche in quanto beni culturali del territorio.

Il ruolo degli operatori volontari nelle biblioteche (nove posti) sarà quello di supporto al servizio collaborando con il personale dell’ente, nelle diverse attività fra cui supporto ai servizi informativi e al prestito documentario (locale e interbibliotecario); educazione degli utenti, attraverso l’assistenza all’uso della biblioteca, della rete bibliotecaria provinciale e delle altre reti presenti a livello nazionale; assistenza alle postazioni multimediali e internet destinate al pubblico; supporto all’attività di reference, prestito documentario locale e interbibliotecario; partecipazione attiva alla realizzazione di iniziative culturali e conduzione di laboratori per adulti e ragazzi.

Sarà inoltre possibile per tre candidati prestare servizio ai Musei Civici di Reggio Emilia, impegnandosi in attività di comunicazione, organizzazione, riorganizzazione e catalogazione del patrimonio museale, oggetto di un nuovo allestimento grazie all’intervento dell’architetto Italo Rota, e continuamente supportato e arricchito da mostre temporanee ed eventi. Gli operatori volontari affiancheranno il personale dipendente anche nelle attività di accoglienza, informazione, presentazione del luogo e dei servizi in esso contenuti in particolare durante lo svolgimento di iniziative. Inoltre provvederanno alla somministrazione dei questionari di gradimento, con assistenza nella compilazione, e successiva rielaborazione, alla produzione di materiali informativi e affiancheranno gli educatori museali nella gestione di gruppi di persone svantaggiate e nelle attività laboratoriali.

Infine il progetto “Ubuntu@Reggio Emilia”, coordinato dall’ Ufficio intercultura del Comune e dalla Fondazione Mondinsieme, prevede l’inserimento di due operatori volontari nella sede comunale ed ha come finalità principale quella di attivare occasioni di dialogo interculturale e di cittadinanza attiva, per poter accrescere la consapevolezza circa il valore della diversità culturale, favorendo la riduzione dei meccanismi di emarginazione tra giovani ed adulti e offrendo a giovani ed adulti italiani e di origine straniera, l’opportunità di aumentare le proprie competenze interculturali e di avere un ruolo attivo e propositivo nella costruzione di una comunità locale interculturale.