Provincia di Parma: dalla Regione un milione di euro per Berenini e Galilei

19

Si tratta di finanziamenti Por-Fers per la riqualificazione energetica degli edifici. Rossi:”Importante contributo al miglioramento dell’edilizia scolastica provinciale”

PARMA – Una buona notizia per gli istituti scolastici “Berenini” di Fidenza e “Galilei” di San Secondo: la Regione Emilia – Romagna ha accolto entrambe le domande di finanziamento presentate dalla Provincia di Parma per ristrutturare le sedi delle due scuole superiori, entrambe di proprietà provinciale.

La Regione infatti ha approvato proprio in questi giorni la graduatoria dei progetti ammessi ai finanziamenti PORFERS 2014-2020 di riqualificazione energetica degli edifici pubblici (Bando 2019.

Alla Provincia di Parma arriverà complessivamente 1 milione di euro, rispettivamente:

  • per l’ITIS Berenini di Fidenza un finanziamento di €500.000 (il massimo consentito) su un progetto di € 1.732.037 per lavori di riqualificazione energetica (sostituzione serramenti esistenti con serramenti ad alta efficienza, coibentazione copertura)
  • per l’ITIS Galilei di San Secondo, un finanziamento di € 500.000 per un progetto di € 1.307.088 per efficientamento energetico (sostituzione serramenti esistenti con serramenti ad alta efficienza, coibentazione copertura, realizzazione cappotto termico, installazione valvole termostatiche)

Gli studi di fattibilità sono già stati approvati, gli uffici provinciali sono già al lavoro per la progettazione definitiva, per procedere con i lavori presumibilmente nella primavera prossima.

”Si tratta di un importante contributo al miglioramento dell’edilizia scolastica provinciale, di cui ringraziamo la Regione, e un altro buon risultato dei nostri uffici, che hanno ottenuto il finanziamento di entrambi i progetti presentati – afferma il Presidente della Provincia Diego RossiUna volta recepito il finanziamento regionale, procederemo con un partenariato pubblico – privato per la realizzazione degli interventi, così da non dover gravare sulle casse dell’ente.”

Nella foto: l’Itis Berenini